Cerca
Close this search box.

Tour Usa, Le Perle dei Caraibi e Londra – Speciale Viaggio di Nozze

Tour Usa, Le Perle dei Caraibi e Londra - Speciale Viaggio di Nozze

Celebrate il vostro amore in un tour unico che vi condurrà attraverso le “Perle dei Caraibi”, gli Stati Uniti e Londra. Iniziate con l’avventura nelle incantevoli isole caraibiche, immergendovi nelle spiagge da sogno e nei panorami mozzafiato. Poi volate negli Stati Uniti, esplorando le vibranti città e i luoghi iconici, creando ricordi straordinari. Infine, immergetevi nel fascino di Londra, città di storia e cultura, dove la maestosità dei palazzi reali si fonde con la modernità urbana. Questo tour speciale di nozze unisce romanticismo e avventura, offrendovi un’esperienza indimenticabile in luoghi affascinanti che segneranno il vostro inizio di vita insieme.

Tour Usa, Le Perle dei Caraibi e Londra – Speciale Viaggio di Nozze: dettagli

Tour Usa, New York, Chicago, le Perle dei Caraibi, Barbados ed Antigua con stop over a Londra.

Il tour Usa, Le Perle dei Caraibi e Londra ha una durata di 25 giorni e 23 notti. – Le Partenze sono Giornaliere. Se interessati ad avere un pacchetto personalizzato sulla base delle Vostre esigenze inviate una richiesta scrivendo a: direzione@barbirottiviaggi.it 

Quote a partire da: € 7.500,00 a persona.

Riepilogo dei servizi inclusi 

Routing aereo: è possibile prevedere partenze e arrivi per e da altri aeroporti.  

VoloPartenza dahArrivo ahBagaglio
BaRoma Fiumicino09.40New York Jfk13.201PC
AaNew York Lga12.30Chicago13.531PC
AaChicago05.36Miami09.401PC
AaMiami10.45Barbados13.581PC
BwBarbados09.50Antigua11.001PC
BaAntigua21.40Londra Gatwick10.40#1PC
BaLondra Heatrow15.45Roma Fiumicino19.201PC

Soggiorno:

Località Hotel Consigliati NtsBaseTipologia di camera
New YorkHotel Riu Plaza Times Square5BbDe Luxe King Bed
Chicago21c Museum Hotel Chicago4ObKing De Luxe – 4 stelle
BarbadosBougainvillea Resort5HbJunior Suite
AntiguaHermitage Bay Hotel6AiSea View Garden Suite 
Notte in volo1
LondraSaint Martin’s Lane Hotel3BbSuperior Room

Legenda: Ob =Solo pernottamento – Bb= Prima Colazione Hb= Mezza Pensione – Ai= All Inclusive.
1Pc= 1 Bagaglio da Stiva(oltre a Trolley e Zaino a bordo) – # = Giorno Successivo.

Tips: N.b. su richiesta è possibile prevedere lo Stop Over, di 3 notti, a Miami.

Altri servizi inclusi

  • Assicurazione Top Booking Barbirotti: che include: Coperture spese Medico/Bagaglio e Annullamento
  • Trasferimento collettivo aeroporto/hotel/aeroporto a Barbados
  • Trasferimento collettivo aeroporto/hotel/aeroporto ad Antigua

Valutazione personale dell’Agenzia Barbirotti relativa a questa proposta di Viaggio. Classificazione: Alta–Media–Bassa.
Servizi in generale: Alti + Sostenibilità: Alta. (vedi Faq https://www.barbirottiviaggi.it/faq/).

I 5 perché scegliere questo Viaggio

  • Perché è una vacanza di perfetto Mix tra Relax e divertimento consigliato a coppia Giovane e Piena di Vita.
  • Per vedere in un solo viaggio le 3 città più influenti al mondo e le più multietniche del pianeta.
  • Per il Rhum. per Antigua che vanta 365 spiagge, una per ogni giorno dell’Anno, e per Barbados le spiagge ma anche la Sua storia. Barbados oggi si fregia di avere la sua Guarnigione Patrimonio dell’Umanità. 
  • Per terminare in bellezza con lo stop finale a Londra prima di rientrare in Italia. 
  • Perché è una Vacanza Barbirotti Viaggi

Visitando Antigua

Immergiti nell’incanto di Antigua, un’isola paradisiaca delle Isole Sottovento nel Mar dei Caraibi. È la più grande delle Sottovento e, assieme a Barbuda, forma uno stato autonomo. Le sue acque cristalline, variando tra il verde smeraldo e il blu cobalto, baciano spiagge di sabbia candida. Orchidee, hibiscus e palme da cocco dipingono lo scenario, con 365 spiagge per ogni desiderio: intime, selvagge, affollate, segrete. Esplora le rovine della base navale di Orazio Nelson, goditi la quiete surreale e la natura incontaminata. Con il suo clima meraviglioso, senza piogge e una temperatura stabile di circa 30°C, Antigua è un autentico paradiso caraibico con spiagge mozzafiato e un’atmosfera unica. Questo viaggio rivela un’Antigua autentica, ancora preservata dal turismo di massa, dove aquile marine e squali dominano le acque. Da St. John’s, la capitale, con la sua imponente Cattedrale anglicana del 1681 e il pittoresco mercato, a English Harbour e Nelson’s Dockyard, Antigua svela le sue origini affascinanti attraverso l’architettura vivace e le vibranti note di reggae e calypso.

Consigli di viaggio

Per esplorare Antigua, una gemma delle Isole Sottovento, tieni a mente alcune informazioni utili:

  • Documenti di viaggio: Assicurati di avere un passaporto valido per almeno 3 mesi dalla data di scadenza e un biglietto di ritorno.
  • Vaccinazioni: Nessuna vaccinazione è obbligatoria per visitare Antigua.
  • Clima: Goditi temperature piacevoli, tra i 26°C e i 30°C, grazie ai costanti venti alisei. La stagione delle piogge è assente.
  • Cucina: Delizia il palato con crostacei, pesce fresco e piatti piccanti a base di riso e curry. I bar offrono cocktail creati con succhi di frutta, latte di cocco, zucchero di canna e rhum locale.
  • Trasporti: Noleggia un’auto per scoprire l’isola. Le strade non hanno nomi, quindi segui i segnali dei ristoranti, hotel e antichi mulini in pietra. I taxi sono disponibili, mentre gli autobus collegano alcune zone.
  • Visti: I cittadini dell’Europa occidentale non hanno bisogno di un visto turistico. Presenta il passaporto valido per almeno 3 mesi, il biglietto di andata e ritorno e la conferma della prenotazione alberghiera all’arrivo.
  • Rischi sanitari: Precauzioni per scottature, diarrea da viaggio e parassiti intestinali.
  • Fuso orario: GMT-5 (5 ore indietro rispetto al meridiano di Greenwich).
  • Elettricità: 110V AC (nella maggior parte degli alberghi) e 220V in alcune zone.
  • Lingua: L’inglese è la lingua ufficiale.
  • Telefono: Per chiamare Antigua dall’Italia, usa il prefisso 001268 seguito dal numero locale. Per chiamare l’Italia da Antigua, digita 011 39 seguito dal prefisso della città.
  • Sicurezza: Antigua è in genere sicura, ma fai attenzione alla delinquenza crescente. Evita spiagge isolate e tieni d’occhio i borseggiatori.
  • Shopping: I negozi variano negli orari. Drogherie e supermercati chiudono più tardi, alcune volte alle 22.00. Domenica è un giorno di chiusura, ma i negozi “duty-free” di Heritage Quay e Redcliff Quay sono aperti. Il mercato di St. John’s si tiene il sabato.

Cosa vedere ad Antigua

ESPLORARE ANTIGUA: LUOGHI IMPERDIBILI

Antigua è una perla dei Caraibi, ricca di luoghi incantevoli da scoprire:

St. John’s

Capitale di Antigua e cuore commerciale dell’isola, St. John’s accoglie oltre un terzo della popolazione. Nonostante l’influenza turistica, la città mantiene un autentico fascino caraibico. Esplora Heritage Quay e Redcliffe Quay, con negozi, ristoranti e gallerie.

Museo di Antigua e Barbuda

Situato nell’ex tribunale del 1750, questo museo offre una variegata collezione di oggetti storici. Scopri pestelli in pietra, reperti arawak e una sezione sulla storia naturale, coloniale e l’indipendenza.

Cattedrale anglicana di St. John’s

Con le sue guglie iconiche, questa cattedrale barocca costruita nel 1847 conserva un interno in abete rosso resistente alle calamità.

Fort James

Questo antico forte, risalente al 1675, offre una panoramica storica con cannoni, magazzini e mura ben conservate.

English Harbour

Base navale britannica dell’XVIII secolo, oggi è un richiamo per i turisti. Esplora Nelson’s Dockyard e altri siti storici, goditi la vista panoramica dal Fort Berkeley.

Runaway Bay

Un’oasi di tranquillità con spiaggia incantevole, a ovest affronta ancora il recupero posturagione del ciclone Luis.

Dickenson Bay

Spiaggia di sabbia bianca e acque turchesi, vivace con sport acquatici, ristoranti e un’atmosfera caraibica allegra.

Deep Bay

A ovest di St. John’s, questa baia incantevole offre una spiaggia di sabbia candida e acque serene. Il Royal Antiguan Hotel affaccia sulla spiaggia, che nonostante l’attività turistica rimane spaziosa e perfetta per il nuoto. Nel cuore della baia, sorge il relitto corallino della nave Andes, naufragata un secolo fa. Il Fort Barrington, che proteggeva l’ingresso meridionale del porto di St. John’s, si erge sul promontorio all’estremità settentrionale. Le fortificazioni, risalenti al XVII secolo, offrono una vista mozzafiato e possono essere raggiunte tramite un sentiero panoramico.

Falmouth Harbour

Questa baia a ferro di cavallo accoglie Falmouth Village e un vivace centro ristorativo frequentato dai turisti. La storica Chiesa Anglicana di St. Paul, eretta nel 1676, domina il centro di Falmouth. Il suo cimitero, invaso dalla vegetazione, ospita antiche pietre tombali, come quella del Brigadiere Generale Andrew Dunlop.

Visitando Miami

Miami, affacciata sulla costa sud-orientale della Florida, è una città famosa degli Stati Uniti che vanta una posizione unica tra la Baia di Biscayne e l’Oceano Atlantico. Con un clima tropicale caratterizzato da inverni miti, Miami ha una storia affascinante che risale al 1870, quando sorse sul sito del Fort Dallas, costruito durante la guerra con gli indiani Seminole. Diventata rapidamente un centro balneare nel 1895, la città ha vissuto un notevole sviluppo fino alla Seconda Guerra Mondiale, attratta anche dal gioco d’azzardo e dal proibizionismo flessibile.

Il turismo è il motore trainante dell’economia di Miami, con la città che attrae visitatori da tutto il mondo grazie alla sua vibrante scena culturale, economia forte e cultura multietnica. Con una comunità cubana considerevole, Miami si distingue per la sua cucina latina, l’architettura Art Deco e l’atmosfera vivace di South Beach. Qui, l’Art Deco District sfoggia oltre ottocento edifici dalle facciate pastello, costruiti negli anni ’30 e splendidamente restaurati.

Come muoversi a Miami

Per muoversi a Miami, si possono utilizzare i mezzi pubblici della Metro Dade Transportation, inclusi i Metrobus, la Metrorail e la Metromover. Inoltre, South Beach è la zona più vivace di Miami Beach, con ristoranti, locali e bar frequentati da artisti, celebrità e turisti. Esplora questa città cosmopolita e apprezza l’incontro tra culture, storia e vivacità urbana.

Ocean Drive a Miami

Quando cammini lungo Ocean Drive a Miami, ti immergi in un’esperienza visiva unica grazie agli straordinari edifici Art Deco che si ergono lungo questa iconica strada. L’incrocio tra la 5th Street e Lummus Park segna l’inizio del tuo viaggio, e mentre risali lungo Ocean Drive, sarai affascinato dalla parata di palazzi che un tempo erano déco e ora brillano come alberghi, con balconcini curiosamente ornati e finestre incorniciate da baldacchini affascinanti.

  • Tra la 6th e la 7th Street, troverai il Celino Park Central, un edificio interessante con una facciata bianca e azzurra. Costruito nel 1937, questo hotel è stato restaurato nel 1987 per rivelare il suo splendore originale, accogliendo ospiti famosi come Clark Gable e Rita Hayworth. I landmark dell’Ocean Drive, come il Beacon e il Colony, ti condurranno attraverso la storia di South Beach, mentre la cupola faro del Waldorf Towers Hotel catturerà la tua attenzione all’860 di Ocean Drive.
  • Proseguendo, incontrerai il Clevelander con le sue affascinanti pool bars e la vibrante roof-top terrace, che è il centro della vita notturna e musicale di South Beach. L’incrocio con la 11th Street è segnato dalla villa in stile ispanico Casa Casaurina, diventata famosa per essere stata la residenza di Gianni Versace e ora un boutique hotel.
  • Lungo l’Ocean Drive, troverai anche il Tides con le sue finestre rotonde suggestive e l’iconica Warsaw Ballroom con i suoi richiami circolari. Continuando, raggiungerai Collins Avenue, dove edifici come il Carlyle Hotel e il Cardozo, di proprietà di Gloria ed Emilio Estefan, si distinguono per la loro eleganza.
  • Spostandoti su Collins Avenue, l’attenzione si sposta su altre gemme dell’Art Deco. Il Ritz Carlton, nato dalla trasformazione del Di Lido Hotel progettato da Morris Lapidus, catturerà il tuo sguardo. Tra la Lincoln e la 17th Street, troverai il Sagamore, il National con la sua infinity pool di 62 metri e il candido Delano, tutti tesori di South Beach.
  • Continuando, incontri il Surfcomber, il Marseilles e il Raleigh Hotel, noto per la sua meravigliosa piscina Art Deco. Tra la 18th e la 20th Street, ammira lo Shelborne, il Shore Club esclusivo e il lussuoso Setai, con la sua torre scintillante di 40 piani che sovrasta l’edificio Art Deco sottostante. Questo viaggio attraverso gli edifici iconici dell’Art Deco di Miami sarà una tappa indimenticabile nel tuo itinerario.

La Spiaggia di SoBe

Ora diamo una svolta e dirigiamoci a sud, lasciando la strada alle spalle e percorrendo il lungomare della spiaggia: qui si apre un panorama incantevole. Da un lato, gli affascinanti giardini e le suggestive piscine degli alberghi, dall’altro la spiaggia ampia e invitante con le onde dell’oceano che cullano la sabbia. Questa tratta di spiaggia lungo Collins Avenue, tra la 20th e la 15th Street, offre tranquillità e comfort con i capanni e i lettini dei migliori alberghi di South Beach. Ma ricorda, in Florida non esiste la spiaggia privata: puoi stenderti dove preferisci.

Oltre gli hotels e i condomini, si estende Lummus Park Beach, la porzione di spiaggia più giovane e animata di Miami Beach. Questo è il luogo in cui essere se desideri divertirti, essere al centro dell’azione e osservare la gente. Lungo la 12th Street, la scena della spiaggia gay di Miami prende vita: negli ultimi anni, la città è diventata la vera Gay Riviera, superando anche la vivacità di San Francisco. Troverai bagni direttamente sulla spiaggia, ma potresti preferire quelli dei ristoranti lungo Ocean Drive, generalmente più puliti.

Continuando a passeggiare lungo la spiaggia verso sud, oltrepassando Lummus Park, raggiungerai South Point Park, all’estremità meridionale di South Beach. Da qui, a pochi metri di distanza, potrai ammirare le imponenti navi da crociera che lasciano il porto di Miami. Non lontano da South Beach, in direzione nord, troverai Venice: una serie di isolotti collegati da 12 ponti, tra cui spicca il Venetian Causeway tra la NE 15th Street e Dade Blvd, costruito nel 1926 per collegare le Venetian Islands a Miami. Da questo ponte levatoio, limitato al traffico, godrai di una vista mozzafiato su Miami. Se sei in bicicletta o in auto, parcheggiando nelle vicinanze potrai goderti il panorama e ammirare le splendide ville di Miami che si affacciano sull’acqua, dotate di ormeggi privati, un incanto!

Dove pranzare a SoBe

Nel quartiere non mancano posti per soddisfare la tua fame, sia lungo Ocean Drive, Espanola Way che nella splendida Lincoln Road. Tra i tanti ristoranti di South Beach, ne suggerisco due che si affacciano sulla costa.

Il Front Porch Café, situato al 1418 Ocean Drive all’interno del Penguin Hotel, è rinomato per le colazioni, offrendo piatti deliziosi a prezzi convenienti.

Un altro must è il celebre News Cafe all’800 Ocean Drive, aperto 24 ore su 24. Con un ottimo menu a prezzi accessibili, questo locale è il centro ideale per osservare la gente in movimento.

L’interno del quartiere

Sebbene la parte interna del quartiere mantenga un’atmosfera allegra e piacevole, potresti notare una leggera diminuzione di sofisticazione rispetto al lungomare. Basta una passeggiata lungo l’importante Washinton Avenue, parallela a Collins Avenue, per rendersene conto. Tuttavia, tutto torna magnifico quando svolti da Washington a Lincoln Road, un viale interamente pedonale che si estende fino all’incrocio con Lenox Avenue: questo è il regno dello shopping a Miami. Ma non solo, troverai numerosi caffè, ristoranti e persone che passeggiano.

Ed è proprio qui, sulla Lincoln Road, che Frank Gehry ha trasformato un vecchio parcheggio in una delle attrazioni più affascinanti di Miami: il New World Center, sede della New World Symphony (o America’s Orchestral Academy). Questo è un luogo da non perdere a South Beach, spesso ospita concerti e proiezioni cinematografiche. Controlla il programma sul sito per gli eventi in corso.

KEY BISCAYNE, CORAL GABLES E COCONUT GROVE

Se sei a Miami Beach e vuoi visitare i suggestivi quartieri di Coconut Grove e Coral Gables o immergerti nelle spiagge di Key Biscayne, dovrai attraversare il mare seguendo la Mc Arthur Causeway o la Venetian Causeway.

Una volta giunto sulla terraferma, hai due opzioni: prendere l’autostrada I-95 South, che è più veloce, oppure seguire la US 1. Quest’ultima ti porterà direttamente attraverso il centro di Downtown Miami lungo Biscayne Blvd e sotto i maestosi grattacieli che dominano Brickell Avenue. Questo percorso è quello che ti consigliamo, poiché è scenografico e comunque abbastanza rapido.

ESPLORANDO KEY BISCAYNE

Per un inizio perfetto della giornata, dirigiti immediatamente verso l’incantevole isola di Key Biscayne, che vanta due delle spiagge più affascinanti di Miami e può essere raggiunta esclusivamente tramite la Rickenbacker Causeway, una strada a pedaggio veloce. La prima spiaggia che incontrerai è la Crandon Beach Park, sulla sinistra, poco prima di entrare nella località di Key Biscayne. Si estende per oltre 2 miglia, caratterizzata da una spiaggia bianca, palme e un lungo parco verde che la separa dalla strada, oltre a 3.000 posti auto. Qui troverai tavolini da picnic, griglie per barbecue, bagni, docce e campi da gioco. Se sei interessato, puoi anche noleggiare kayak. La spiaggia è protetta da una barriera di sabbia che garantisce acque calme e senza onde, mentre il fondale è poco profondo, soprattutto durante la bassa marea. Tredici bagnini sorvegliano la spiaggia dalle loro caratteristiche postazioni, pronti a segnalare eventuali situazioni di pericolo. Se visiti la spiaggia durante la settimana, troverai un’atmosfera piacevole, ma nei fine settimana è solitamente affollata da numerose famiglie, musica e barbecue, quindi potrebbe essere meglio evitarla in quel periodo.

Tuttavia, se continui lungo Crandon Boulevard, attraversando l’intera località e raggiungendo l’estremità meridionale dell’isola, giungerai alla parte più incantevole e selvaggia di Key Biscayne, dove l’isola mostra il suo lato più esotico e tranquillo. Questo è il rinomato Bill Baggs Cape Florida State Park, un’area a pagamento che vale sicuramente il costo del biglietto. Qui troverai una spiaggia bianca meravigliosa, talvolta punteggiata da alghe che si armonizzano perfettamente con l’ambiente. Questa spiaggia è più selvaggia rispetto alle altre di Miami, con un mare limpido e tranquillo, protetto da una barriera corallina. Un affascinante faro domina il panorama, rendendo questa spiaggia un luogo da non perdere.

Per pranzare, il Lighthouse Café è la scelta giusta, a poco più di 5 minuti a piedi dal faro lungo la spiaggia. Nelle vicinanze è possibile noleggiare biciclette. La zona è generalmente sicura per nuotare, ma durante i mesi invernali è consigliabile prestare attenzione alle Caravelle Portoghesi, segnalate da avvisi posti alla Ranger Station (dove acquisti il biglietto d’ingresso al parco) o in spiaggia con la bandiera viola, che indica la presenza di pericolose creature marine.

Nel pomeriggio, sarà il momento di lasciare la spiaggia. Vicino al ristorante troverai docce presso i servizi igienici. Utilizzale per cambiarti e prepararti a continuare il resto della giornata con una visita a Coral Gables, seguita da una serata a Coconut Grove e il ritorno in albergo a Miami Beach dopo cena.

Esplorando Coral Gables

Coral Gables è uno dei quartieri residenziali più affascinanti di Miami. Qui non troverai ristoranti o locali, ma piuttosto splendide e affascinanti ville immerse nel verde, affacciate su strade tranquille.

Esplorando COCONUT GROVE

Coconut Grove è un affascinante quartiere con una vivace atmosfera tropicale e un’aura rilassata. Case a basso profilo, alberi di cocco e boutique intriganti creano un’immagine da villaggio all’interno della metropoli. Questo è il luogo scelto da artisti e scrittori, un po’ come il Greenwich Village di New York.

Durante il giorno, Coconut Grove è piacevole, ma per immergerti appieno nell’atmosfera speciale, è meglio visitarlo nel tardo pomeriggio o nelle prime ore della sera durante i fine settimana. In quei momenti, il quartiere si anima con residenti e turisti che passeggiando per Grand Avenue e le strade circostanti, esplorano piccole boutique, gallerie d’arte, librerie, caffè all’aperto e ristoranti spaziosi.

Nel cuore del quartiere, troverai due piccoli centri commerciali, CocoWalk e Shoppes at Mayfair. Il primo ospita una quarantina di bar e negozi intorno a un cortile centrale con vista su Grand Avenue, mentre il secondo è situato a Mayfair. Tuttavia, entrambi hanno visto tempi migliori e potresti voler fare solo una breve sosta prima di continuare l’esplorazione.

Più caratteristici e interessanti sono i negozi lungo i marciapiedi, che conferiscono al quartiere un tocco unico. Per vivere al meglio l’energia del luogo, cammina lungo Grand Avenue fino all’angolo con Commodore Plaza e poi torna verso CocoWalk passeggiando su Main Hwy. Queste strade sono le più vivaci di Coconut Grove e il posto perfetto per osservare la gente. Troverai numerose boutique e graziosi ristoranti, quindi avrai molte opzioni da cui scegliere.

La Celebre Villa Vizcaya

Nella parte settentrionale di Coconut Grove, affacciata su Biscayne Bay e leggermente separata dal cuore del quartiere, si erge la famosa Villa Vizcaya. Costruita in stile rinascimentale italiano tra il 1914 e il 1922, arredata con preziosi pezzi di antiquariato europeo, questa villa è considerata una delle principali attrazioni di Miami. I giardini in stile italiano che la circondano sono altrettanto suggestivi. Tuttavia, considera attentamente se visitarla, specialmente se hai solo pochi giorni in città. Potrebbe non rappresentare una sorpresa straordinaria per gli europei, dato che in Italia esistono decine di ville magnifiche simili, come le ville palladiane o le sontuose residenze sui laghi lombardi.

ESPLORANDO DOWNTOWN MIAMI E BRICKELL

Se il tempo non è clemente, è il momento perfetto per scoprire il cuore pulsante di Miami: Downtown. Questa è l’area finanziaria centrale di Miami, caratterizzata da imponenti grattacieli, alcuni dei quali incredibilmente insoliti e spettacolari.

A Downtown, camminare non è la soluzione migliore, e neppure guidare tra i palazzi, potresti rischiare un incidente ad ogni angolo. Tuttavia, esiste un modo eccellente per esplorare il quartiere: il Metromover. Si tratta di una monorotaia sopraelevata completamente gratuita che offre spettacolari viste panoramiche della città. Puoi iniziare il tour da College/Bayside, una delle stazioni del Metromover. Ci sono tre opzioni di percorso: il loop interno, il tratto che si dirige a nord verso Omni e il tratto che va a sud in direzione di Brickell. Quest’ultimo è particolarmente interessante e spettacolare. Oltre a godere della vista sul Miami River, puoi scendere alla fermata di Financial District e fare una passeggiata lungo Brickell Avenue.

La zona di Brickell Avenue è dominata da grattacieli bancari e finanziari, quindi i ristoranti e i bar sono meno numerosi. Se hai voglia di bere o mangiare qualcosa, puoi considerare il Conrad Miami o il Four Seasons, che si trovano a pochi passi di distanza. Altrimenti, puoi riprendere il Metromover e tornare a Downtown.

Nel cuore di Downtown, il Bayside Marketplace è un centro commerciale open-air perfetto per trovare un ristorante per il pranzo o la cena. Sfortunatamente, il Big Fish Restaurant ha chiuso, ma c’è ancora molto da scoprire. A nord del Bayside Marketplace e dell’American Airlines Arena, presso 1103 di Biscayne Blvd, proprio dove la MacArthur Causeway incontra la terraferma, troverai il Pérez Art Museum. Se sei appassionato di arte contemporanea e la giornata è piovosa, potrebbe valere la pena fare una visita. Anche se la collezione potrebbe non essere eccezionale, l’edificio stesso è un capolavoro architettonico e offre una vista spettacolare sulle navi da crociera ormeggiate nel porto di Miami.

I Quartieri Emergenti di Miami

Wynwood Art District

Appena a nord di Downtown, si apre il suggestivo Wynwood Art District, un ex luogo industriale poco raccomandabile che oggi è diventato il quartiere più trendy e acclamato di Miami. La trasformazione di Wynwood è così incredibile che vale la pena visitarlo di persona. Quello che un tempo era un’area grigia e cupa, abitata principalmente da immigrati portoricani e costellata di vecchi magazzini, è stata completamente rivoluzionata. Ora ospita decine e decine di gallerie d’arte e ristoranti alla moda. Ma ciò che stupisce di più sono i murales e i graffiti che adornano le strade del quartiere in una quantità quasi innumerevole (pensa a migliaia!). Qui, alcuni tra i migliori artisti di street art degli Stati Uniti e del mondo hanno creato opere d’arte straordinarie. I murales vengono costantemente rinnovati e si trovano in tutto il quartiere, ma il cuore pulsante è Wynwood Walls, un complesso di edifici con pareti prive di finestre al 2520 NW 2nd Ave, vicino a Wynwood Kitchen & Bar. Il momento migliore per visitare il quartiere è nel tardo pomeriggio, poco prima del tramonto. Con l’accensione delle luci, i murales si trasformano in opere ancora più straordinarie e il quartiere prende vita. Durante la settimana è relativamente tranquillo, ma il weekend è animato, soprattutto lungo la 2nd Ave, la via principale del quartiere. La massima animazione si vive durante il Second Saturday Gallery Walk, che si svolge il secondo sabato di ogni mese dalle 19 alle 22, con gallerie e negozi aperti fino a tardi.

Design District

Situato a nord di Wynwood, il Design District non è la prima tappa obbligata appena atterrati a Miami. Tuttavia, nel corso degli anni è diventato sempre più affascinante e se hai il tempo di fermarti qualche giorno in città, merita una visita. È iniziato con qualche showroom e lounge café, ma pian piano sono arrivati brand internazionali, negozi di design e ristoranti ricercati, e le cose sono migliorate notevolmente. Oggi troverai Versace, Rolex Valentino, Bulgari, Prada e Tiffany. Senza dimenticare Armani e Louis Vuitton. Numerose altre boutique eleganti occupano spazi affascinanti, vecchi magazzini ora trasformati in loft dall’atmosfera accattivante. La vista è davvero impressionante. Come per Coconut Grove e Wynwood, il momento migliore per visitare il Design District è il tardo pomeriggio e la sera, quando i locali e i ristoranti prendono vita. Durante la Miami Fashion Week e l’ormai celebre Art Basel, l’atmosfera diventa ancora più frizzante, con la città che si riempie di personaggi alla moda e galleristi. Tieni presente che subito a nord del Design District si estende un’area più svantaggiata che porta a Little Haiti. A ovest si trova Liberty City, uno dei quartieri più poveri e degradati della città. Il passaggio tra l’abbagliante vetrina delle boutique e le umili casupole in legno avviene in pochi metri, quindi prestare attenzione, specialmente di sera e quando la zona è poco frequentata.

Little Havana

Ad ovest di Downtown e a pochi minuti di auto di distanza si estende Little Havana, il quartiere cubano che una volta vide l’ascesa della borghesia cubana negli anni ’80 e ’90. Sebbene il nome sia rimasto lo stesso, oggi Little Havana ospita una variegata comunità proveniente da tutta l’America Latina, con un’enfasi su El Salvador e Nicaragua. Il cuore pulsante del quartiere è Calle Ocho, una strada animata tra la 13th e la 17th Avenue. Seppur non esteso, questo quartiere offre un’esperienza autentica. Parcheggia l’auto e fatti una passeggiata a piedi: sebbene non sia un quartiere pittoresco, è un vero riflesso della cultura ispanica in una grande città americana. Qui puoi trovare ottimi ristoranti etnici a prezzi convenienti, che spaziano dalla cucina cubana a quella vietnamita. Non mancano negozi che vendono oggetti d’arte cubana e, naturalmente, i celebri sigari.

Virginia Key

Se cerchi una spiaggia tranquilla e poco affollata, lontana dalle mete turistiche più battute, valuta una visita a Virginia Key. Per raggiungerla, percorri la Rickenbacker Causeway e troverai Virginia Key prima di arrivare alla più famosa Key Biscayne. Qui troverai un rifugio per coloro che cercano pace e tranquillità. Anche se l’isola potrebbe sembrare nascosta, è stata talvolta usata per riprese pubblicitarie grazie alla sua bellezza naturale. La spiaggia è più stretta rispetto alle altre di Miami, ma l’acqua è limpida e le palme fanno da sfondo pittoresco. È un ottimo luogo per rilassarsi per qualche ora. L’accesso richiede un pagamento e puoi noleggiare una bicicletta per esplorare l’area.

Ocean Drive

Questa celebre strada è una via costiera piena di locali e negozi alla moda, con una particolarità: nessuna residenza. Qui troverai l’iconica casa di Gianni Versace, luogo dove lo stilista fu tragicamente ucciso. L’atmosfera è sempre vivace, con persone che passeggiando o sedute fuori dai locali osservano il mondo intorno. I negozi lungo Ocean Drive e nelle strade vicine sono affascinanti e i prezzi sono accessibili, a meno che tu non decida di concederti il lusso delle boutique. I locali lungo questa strada possono essere costosi, ma potresti soddisfare la curiosità entrando per un semplice caffè o un’aranciata. Non perderti il “MARLIN”, locale di Madonna, e la disco di proprietà della cantante, “LIQUID”.

Per mangiare italiano a Miami

Gustare l’autentica cucina italiana:

PAESANO’S – 764 Washington Avenue

Un ristorante italiano di alta qualità, dove potrete vivere un’esperienza culinaria unica. Una limousine vi accompagnerà dall’hotel al ristorante, aggiungendo un tocco di eleganza alla vostra serata.

Esplorare la notte di Miami

La vivace vita notturna di Miami è un’esperienza da non perdere. Non abbiate timore di passeggiare a piedi, soprattutto nel centro della città, dove la presenza di molte persone rende l’ambiente sicuro. Tuttavia, sia di giorno che di sera, è consigliabile rimanere nelle zone centrali come Ocean Drive e le strade parallele. Mentre il centro di Miami è relativamente tranquillo, alcune aree periferiche potrebbero presentare rischi. Anche se la reputazione di Miami per la violenza non è infondata, con attenzione e precauzione potrete godervi la città senza preoccupazioni.

Suggerimenti pratici

Se noleggiate un’auto, rispettate rigorosamente i limiti di velocità, poiché le autorità sono molto severe e controllano frequentemente. Esplorate i centri commerciali (mall) di Miami, dove potrete trovare oggetti interessanti a prezzi convenienti da portare a casa. Un consiglio è visitare il BAYSIDE MARKETPLACE, un grande centro commerciale con circa 150 negozi, ristoranti esotici e intrattenimento dal vivo il sabato. Godetevi le esibizioni di artisti di strada che suonano rock, jazz e ritmi latini.

Esplorare le spiagge di Miami

Le spiagge di Miami, con oltre 35 miglia di costa bianca, sono un’attrazione imperdibile. Dalle spiagge perfette per nuotare a quelle più adatte ai single in cerca di socializzazione, fino alle aree ideali per le famiglie, c’è una vasta gamma di opzioni. Le spiagge di South Beach sono le più affollate, mentre proseguendo verso nord si trovano spiagge meno frequentate. Non dimenticate di fare una passeggiata sulla magnifica passeggiata parallela alla spiaggia, dove potrete ammirare la vivace scena di ragazze in bikini, sportivi in rollerblade e tanto altro.

Scoprire lo shopping a Miami

Il cuore dello shopping a Miami ruota attorno alla cura del corpo e all’abbigliamento estivo. Potete esplorare l’Absolutely Suitable (1560 Collins Avenue) per trovare costumi da bagno di vario tipo e dimensioni. Il Brownes Beauty Lounge (841 Lincoln Road) è una tappa obbligata per cosmetici e profumi di alta qualità, oltre a offrire servizi benessere. L’Aventura Mall (19501 Biscayne Blvd) è un centro commerciale esclusivo con una vasta selezione di negozi di brand rinomati. Per un tocco di eccentricità, visitate Beatnix (1149 Washington Ave), un negozio aperto fino a mezzanotte con una collezione stravagante. Gli amanti dei sigari possono visitare El Crédito Cigars (1106 SW 8th St), noto per la produzione artigianale di sigari.

Esplorare la diversità culinaria di Miami

La scena culinaria di Miami abbraccia influenze da tutto il mondo. Dai ristoranti sofisticati francesi alle autentiche bettole cubane, c’è qualcosa per tutti i gusti e le tasche. La cucina caraibica domina, ma la tendenza attuale è di mescolare le diverse culture culinarie in modo creativo. Provatelo al Big Pink (157 Collins Ave), dove un vassoio d’acciaio con diverse portate è un’esperienza unica. Per un’esperienza fusion, visitate il Grass Restaurant & Lounge (28 NE 40th Street), con cucina firmata dallo chef Michael Jacobs. Se amate il pesce, il Fishbone Grille (650 S Miami Ave) è un’eccellente scelta con zuppa di frutti di mare e altre prelibatezze. E per un tocco di autentica Francia, Espanola Way vicino a Miami Beach offre bistrot accoglienti tra crêpes e specialità dolci.

Dintorni di Miami

Everglades: Un’immensa palude vi attende, un luogo dove camminare tra alligatori selvatici e una varietà di uccelli tropicali. Ma c’è di più: provate un’esperienza emozionante, salite a bordo delle barche spinte dalle turbine degli aeroplani. Gli entusiasmanti giri sull’acqua vi faranno sentire come se steste volando, ma non dimenticate di proteggere le orecchie dal fragore delle turbine. Non mancano i simpatici pellicani che si radunano attorno ai pescatori, regalando spettacoli comici mentre cercano il pasto perfetto. Una tappa da non perdere per gli amanti della natura e dell’avventura.

Key West: La punta estrema degli Stati Uniti, a soli 90 miglia da Cuba, ospita la pittoresca Key West. Qui le costruzioni in stile coloniale e le casette di legno predominano, creando un’atmosfera affascinante. Gli alberghi si fondono perfettamente con questo stile, offrendo un’esperienza autentica. Non dimenticate di assaporare la deliziosa “Key Lime Pie”, un dessert irresistibile. Ma ciò che rende davvero speciale Key West è il suo tramonto spettacolare. Lungo la piazza, prima che il sole scenda all’orizzonte, artisti di strada, giocolieri e venditori ambulanti si esibiscono per intrattenere la folla affascinata. La serata prende vita con le passeggiate in centro, dove l’atmosfera è vibrante e coinvolgente.

Esplorate questi luoghi unici nei dintorni di Miami e lasciatevi incantare dalla bellezza e dall’autenticità che offrono.

Barbados

Un gioiello incastonato nell’arcipelago caraibico a est delle piccole Antille. Questo piccolo paradiso di soli 430 km² è un’opera d’arte naturale, circondata da un mare turchese e incorniciata da spiagge di sabbia bianca. Il paesaggio verde smeraldo e le dolci colline creano un ambiente unico e affascinante.

Le origini coralline dell’isola si rivelano in scogliere sottomarine incontaminate e paesaggi costieri incantevoli. Ma nonostante le sue dimensioni compatte, Barbados offre un’esperienza autentica e indipendente, con caratteristiche culturali proprie che catturano l’anima dei viaggiatori.

La calda e laboriosa comunità dei “Bajans”, così sono chiamati gli abitanti di Barbados, incarna la gentilezza e la cortesia che contraddistingue quest’isola. Di origini principalmente africane, la popolazione riflette la diversità delle Indie occidentali, mantenendo la propria identità e tradizioni uniche. L’isola brilla sotto il sole per oltre 3000 ore all’anno, godendo di un clima costantemente piacevole grazie ai venti rinfrescanti e alle temperature intorno ai 28 gradi.

La cultura di Barbados mescola le influenze occidentali con tocchi locali, creando una miscela affascinante. Il cricket, uno sport britannico, assume un ritmo del tutto originale qui. Tra le chiese anglicane in pietra e le tradizioni inglesi, troverete una comunità attiva e laboriosa che si prende cura del proprio paradiso. Il turismo è un pilastro economico dell’isola, grazie alla sua combinazione unica di elementi familiari e autentiche esperienze locali.

Barbados è una fuga serena e piacevole. Le avventure qui sono quelle che scegliete di vivere, senza stress né tensioni. L’isola offre servizi impeccabili, strutture sanitarie di qualità e un ambiente sicuro. Da spiagge caraibiche con acque cristalline a coste selvagge dell’Atlantico, perfette per gli sport acquatici, la varietà paesaggistica è un vero tesoro.

Preservare l’incantevole bellezza di Barbados è una priorità, con parchi e riserve marine per proteggere la barriera corallina e l’ecosistema circostante. I giardini botanici e le riserve naturali ospitano animali esotici e specie tropicali, offrendo un’esperienza unica e autentica.

Rilassatevi, esplorate e immergetevi nella bellezza senza tempo di Barbados, un luogo in cui natura e cultura si fondono in un’armonia perfetta.

Le coste e le spiagge delle Barbados

Preparatevi a un viaggio attraverso le meraviglie naturali delle coste di Barbados, dove la diversità marina e la bellezza delle spiagge vi lasceranno senza fiato. Da un lato, la costa occidentale rivela scogliere decorate da colorati coralli e gorgonie, con affascinanti relitti che attendono di essere esplorati. Questo è il regno dello snorkeling, dove si possono ammirare i segreti sottomarini con facilità.

Costa occidentale delle Barbados

Da novembre a giugno, la costa occidentale si anima di attività acquatiche, dal windsurf a Maxwell e Silver Sands al surf a Soup Bowl, South Point e Rockley Beach. Ma lasciatevi trasportare sul versante caraibico dell’isola, dove le spiagge con sabbia bianchissima bagnate da un mare calmo e cristallino vi invitano a lunghe nuotate e ad avventure di snorkeling straordinarie. Bright Ledge e Maycke Cocks vi offriranno fondali che regalano visibilità oltre i 30 metri, un vero paradiso per gli amanti del mondo subacqueo.

Costa orientale delle Barbados

Ma non dimentichiamo la costa orientale, dove l’Atlantico incontra la terra. Spiagge appartate e poco frequentate si abbracciano con scogli, pendii rocciosi e distese verdeggianti. Le onde alte qui attirano i surfisti in cerca di sfide emozionanti, mentre il maestoso spettacolo dei pescherecci che salpano e attraccano aggiunge un tocco autentico al paesaggio.

Bathsheba e Consett Bay sono gemme nascoste che caratterizzano questa costa. Nel sud-est sorge Crane Beach, una perla celebre scelta persino dal principe Andrea per la sua villa vacanziera. Qui la sabbia bianca incontra il mare agitato, creando una cornice unica. Divisa in due parti, la spiaggia offre sia tranquillità a nord che vivacità a sud, dove il nuoto in mare è un piacere inevitabile.

Camminate fino all’estremità nord della spiaggia per scoprire la “caverna dei pipistrelli”, un’esperienza suggestiva che vi condurrà oltre le rocce. E non dimenticate di concedervi un momento di relax presso il bar del Crane Beach Hotel, dove potrete godervi una pinacolada mentre il cielo si tinge di sfumature rosate intorno alle 17.30.

L’oceano lungo la costa orientale è selvaggio e imprevedibile, riservato ai nuotatori più esperti a causa dei fondali rocciosi e delle correnti forti. In ogni caso, ciascuna costa di Barbados vi regalerà un’esperienza indimenticabile, da cui riporterete ricordi preziosi e un profondo legame con la natura selvaggia e affascinante dell’isola.

Il sud

La regione meridionale di Barbados è un vero e proprio paradiso per gli amanti delle spiagge vivaci e delle attività sportive. Qui troverete una frenetica attività, locali alla moda, negozi affascinanti e un’ampia gamma di divertimenti adatti a tutte le età. Sia che siate una famiglia in cerca di svago, sia che siate giovani in cerca di avventure, il Sud di Barbados vi accoglierà con il suo movimento ininterrotto.

Prendete nota di alcuni nomi da non perdere:

Carlisle Bay

Una magnifica baia all’estremità sud di Bridgetown, caratterizzata da una spiaggia lunga e candida. Le acque calme e cangianti sono perfette per rilassarsi e fare snorkeling. Un piccolo relitto giace nelle acque poco profonde, creando una sorta di barriera corallina artificiale abitata da pesci tropicali. Questo spot è facilmente riconoscibile grazie alle boe bianche che delimitano l’area.

Miami Beach o Enterprise Beach

Una bellissima spiaggia dalla sabbia bianca sulla costa sud-ovest, perfetta per nuotate tranquille e rilassanti. Qui troverete ampi parcheggi e una pineta attrezzata per picnic. Il servizio di bagnino e le docce rendono il soggiorno ancora più comodo. Il bar sulla spiaggia, Mr Delicious, vi delizierà con specialità locali e bevande tipiche.

Foul Bay

Questa affascinante spiaggia di sabbia bianca sulla costa sud-est è meno frequentata durante la settimana, ma prende vita nei weekend grazie ai local. Le onde rendono il mare energico, ma la bellezza della spiaggia vale ogni istante. Una grande pineta con area picnic e parcheggio completa l’esperienza.

Harrismith

Una scenografica spiaggia di sabbia bianca sulla costa sud-est, incorniciata da palme alte e colori vivaci. Il mare agitato crea uno scenario emozionante, e la spiaggia è generalmente meno affollata. Potrete ammirare una villa coloniale abbandonata sulla scogliera sovrastante la spiaggia, che aggiunge un tocco di mistero.

Bottom Bay

Considerata una delle spiagge più amate dai visitatori di Barbados, Bottom Bay si trova sulla costa sud-est. Qui troverete sabbia bianca, alberi secolari e colori vibranti. Il mare è mosso, ma l’atmosfera suggestiva e la possibilità di interagire con rasta locali che salgono sulle alte palme per raccogliere i cocchi vi lasceranno senza parole.

Esplorate queste affascinanti spiagge del Sud di Barbados, ciascuna con la sua unicità e il suo fascino. Dal relax al divertimento, troverete tutto ciò che cercate in questa vibrante regione dell’isola.

Le città delle Barbados

Bridgetown

Bridgetown, la vivace capitale di Barbados, è incastonata in una bellissima baia nella parte sud-occidentale dell’isola. Fondata nel lontano 1630, è un mix affascinante di storia e modernità. Nel cuore della città si trova il suggestivo Careenage, un tempo canale di carenaggio per la pulizia delle golette. Oggi il Careenage è un pittoresco porto, base della guardia costiera e destinazione turistica.

La Broad Street, l’arteria principale di Bridgetown, è il cuore pulsante del commercio cittadino. La strada sfocia nella piazza Trafalgar Square, dove si trova la Fontana del Delfino, simbolo dell’installazione dei primi sistemi di approvvigionamento idrico nel 1861. Il War Memorial è un tributo ai caduti barbadiani delle due guerre mondiali. La statua di Lord Nelson, eroe della battaglia di Trafalgar, fu eretta dai cittadini patriottici ben vent’anni prima della sua controparte londinese.

Il Parlamento, costruito nel 1860 dopo un devastante incendio, si trova a nord della piazza Trafalgar. Barbados vanta una delle assemblee legislative più antiche del Commonwealth. L’Emancipation Memorial celebra l’atto del 1883 che concesse libertà agli schiavi, mentre l’Independence Arch commemora l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1966.

La colorata Swan Street, una volta conosciuta come Jewish Street a causa delle famiglie ebraiche che vi risiedevano e aprirono attività commerciali, si trova a nord di Broad Street. La sinagoga di Bridgetown è la più antica dell’emisfero occidentale, risalente al 1654, e ancora oggi è un luogo di culto per la comunità ebraica locale.

Nel cuore di Bridgetown si trova anche uno dei locali notturni più popolari di Barbados: l’Harbour Lights. Questo spazio all’aperto di fronte alla spiaggia è l’ideale per ballare sotto le stelle, con musica dal vivo e DJ che creano l’atmosfera perfetta per una serata indimenticabile.

Bridgetown è un incrocio tra passato e presente, una città in cui la storia si fonde con la vitalità moderna, offrendo un’esperienza unica a ogni visitatore.

Bridgetown, la vivace capitale di Barbados, si affaccia sulla splendida marina di Careenage. Tra le attrazioni da non perdere c’è il suggestivo The Waterfront Café, che offre musica dal vivo sia di giorno che di notte. Questo locale sofisticato è un’oasi raffinata dove poter gustare una cena deliziosa o ballare sulla pista fino a tarda notte. Per un’atmosfera allegra e intrattenimento dal vivo, non perdete The Shak Shak. Se volete cenare e poi divertirvi senza spostarvi, è il posto perfetto.

A soli 5 minuti da Bridgetown sorge The Boatyard, un’armoniosa combinazione di atmosfera tropicale e raffinata eleganza. Ancora, lasciatevi avvolgere dall’atmosfera orientale di The Casbah Nightclub, uno spazio climatizzato con musica jazz dal vivo, romantiche cene e drink esotici. Non mancate poi l’appuntamento serale al The Coach House, l’unico locale della costa ovest con intrattenimento dal vivo durante tutta la settimana.

Speightstown, la seconda città più grande dell’isola, sorge sulla costa occidentale ed è un tesoro di storia. Conosciuta anche come “Little Bristol” per i suoi scambi commerciali con l’omonima città inglese, offre testimonianze importanti del passato di Barbados. Altrettanto affascinante è Holetown, la città più antica dell’isola, nonostante il suo aspetto moderno. Fondata nel 1620-1630, è ora una delle gemme turistiche di Barbados.

St. Lawrence, a circa 15 km a sud-est di Bridgetown, è la città più vivace e offre opportunità di divertimento notturno e delizie culinarie. La spiaggia di Dover Beach è un paradiso di sabbia bianca finissima. Oistins, invece, situata a sud dell’isola, è il cuore della pesca locale. Qui si tiene il famoso “Fish Festival” durante la Pasqua, un’occasione per immergersi nella cultura e nei sapori di Barbados.

Esplorare queste città è un tuffo nel passato e nel presente di Barbados, un viaggio in cui le tradizioni e la vivacità si mescolano per creare esperienze uniche.

Cosa vedere alle Barbados

Castello di Sam Lord

La storia affascinante di questa sontuosa dimora in arenaria sulla costa meridionale della Long Bay cattura l’immaginazione. Costruito da Samuel Lord, la leggenda narra che egli usasse lanterne ingannevoli per attirare navi verso la scogliera di Cobbler, facendole naufragare. Nonostante le storie di pirateria siano accattivanti, molti storici ritengono che la leggenda delle lanterne sia priva di fondamento storico.

Flower Forest

A circa 20 km a nord-est della capitale si estende il Flower Forest, un paradiso di 20 ettari di vegetazione tropicale e sentieri sinuosi. Una volta piantagione di barbabietola da zucchero, ora è possibile scoprire virtualmente il nome di ogni pianta presente a Barbados. Dal giardino, si gode di viste spettacolari su Chalky Mount e l’Oceano Atlantico. Poco più a sud si trova Welchman Hall Gully, una gola fitta di alberi attraversata da un percorso a piedi. Harrisons Cave, nelle vicinanze, è un complesso affascinante di grotte calcaree con stalattiti, stalagmiti, cascate e pozze d’acqua. Un trenino vi porterà attraverso questa meraviglia sotterranea, fermandosi per ammirare i punti più spettacolari, come la maestosa Great Hall.

Barbados Wildlife Reserve

Questo piccolo zoo-safari a circa 25 km da Bridgetown offre sentieri che si snodano attraverso una foresta di alberi di mogano, abitata da cercopitechi grigioverdi, tartarughe dalle zampe rosse e tranquilli caimani in uno stagno. Una voliera ospita ara e cacatua, mentre pavoni e pellicani si muovono liberamente. A circa un chilometro a nord si trovano St. Nicolas Abbey, una delle strutture coloniali più antiche dei Caraibi, e Francia Plantation, circondata da giardini e terreni coltivati. Esplorare questi luoghi offre un’immersione nella natura e nella storia di Barbados.