Cerca
Close this search box.

Tour Scozia in auto: Whisky, Laghi e Castelli

Tour Scozia in auto Whisky, Laghi e Castelli

Scopri la magia della Scozia in un emozionante tour in auto attraverso paesaggi epici. Esplora antichi castelli imponenti che si ergono sulle colline verdi e riflettono nei laghi sereni. Assapora il calore dell’ospitalità scozzese nelle accoglienti locande lungo la strada. Immagina i segreti del passato mentre giri per le strade medievali delle città storiche. E non dimenticare il whisky: visita distillerie secolari. Ogni curva della strada offre un’esperienza unica, dai vasti paesaggi delle Highlands ai misteri delle isole remote. La Scozia in auto è un viaggio nella storia, nella natura e nell’arte di vivere.

Tour Scozia in auto: Whisky, Laghi e Castelli – Speciale Famiglia – Nucleo familiare composto da 4 persone 

Il tour Tour Scozia in auto: Whisky, Laghi e Castelli ha una durata di 11 giorni e 10 notti. – Le Partenze sono Giornaliere. Se interessati ad avere un pacchetto personalizzato sulla base delle Vostre esigenze inviate una richiesta scrivendo a: direzione@barbirottiviaggi.it 

Quote a partire da: € 4.400,00 a Nucleo Familiare (sulla base 4 partecipanti)

Riepilogo dei servizi inclusi 

Routing aereo: è possibile prevedere partenze e arrivi per e da altri aeroporti.  

DataVoloPartenza dahArrivo ahBagaglio
1° giornoFr Roma Ciampino15.10Edimburgo17.301PC
11°giornoFr Glasgow Prestwick17.35Roma Ciampino21.301PC

Soggiorno:

Località Hotel Consigliati ArrivoPartenzaNtsBaseCategoria Ufficiale
EdimburgoBonham Hotel1°giorno5° giorno4Bb4 stelle
AberdeenMercure Aberdeen Ardoe House5° giorno6° giorno1Bb4 stelle – Junior Suite
InverneesCraigdarroch House6° giorno8° giorno2Bb4 stelle
Isola di SkyeEilean Iarmain Hotel o similare8° giorno9° giorno1Bb3 stelle
Glasgow Marks Hotel o similare9° giorno11° giorno2Bb4 stelle

Legenda: Bb= Prima Colazione – 1Pc= 1 Bagaglio da Stiva(oltre a Trolley e Zaino a bordo) – 

Tips: N.b. su richiesta è possibile prevedere lo Stop Over, consigliato di 3 notti, a Londra effettuando la partenza da Napoli e viaggiando ar via Londra con stop finale nella Capitale Inglese prima di rientrare in Italia.

Altri servizi inclusi

  • Assicurazione Top Booking Barbirotti: che include: Coperture spese Medico/Bagaglio e Annullamento
  • 1° giorno: Trasferimento aeroporto di Edimburgo/Hotel Edimburgo 
  • 5°/9° giorno: Nolo Auto n°5 giorni (tipo Ford focus): pick up Edimburgo Città, drop off Glasgow città.

Valutazione personale dell’Agenzia Barbirotti relativa a questa proposta di Viaggio. Classificazione: Alta–Media–Bassa.
Servizi in generale: Alti + Sostenibilità: Alta. (vedi Faq https://www.barbirottiviaggi.it/faq/).

Programma dettagliato Scozia Fly and Drive – 10 notti/11 giorni

1°giorno: ROMA/EDIMBURGO

Si parte dalla città di Edimburgo con un volo Low Cost. All’arrivo si procede con il trasferimento in hotel

1°giorno/5°giorno: EDIMBURGO  

Il soggiorno ha una durata di n 4 notti ed è prevista una camera matrimoniale con i servizi che sono privati. E’ anche inclusa la prima colazione

5°giorno/9° giorno: NOLO AUTO

Al mattino segue il noleggio dell’auto della durata di n 5 giorni:  pick up Edimburgo centro città. Drop Off Glasgow centro città. 

5°giorno: EDIMBURGO/ABERDEEN  (circa 128 Km)

Segue la partenza per Aberdeen con l’auto.

5°giorno/6°giorno: ABERDEEN

Il soggiorno è di una sola notte disponibile in una camera matrimoniale con i servizi privati. Segue la prima colazione che risulta inclusa

6°giorno: ABERDEEN/INVERNEES  (circa 105 Km)

Partenza per Aberdeen con l’ auto.

6°giorno/8° giorno: INVERNESS

Il soggiorno è di 2 notti in una camera matrimoniale con i servizi privati, prima colazione è inclusa

8° giorno: INVERNEES/ISOLA DI SKYE   (circa 95 Km)

Partenza per Isleornsay (Isola di Skye) con l’auto.

8° giorno/9° giorno: Isleornsay – Isola di Skye

Segue il soggiorno di 1 notte in una camera matrimoniale con iservizi privati. Qui è previst anche la prima colazione inclusa nel prezzo

9° giorno: ISOLA DI SKYE/GLASGOW   (circa 200 Km)

Partenza per Glasgow (Isola di Skye) con l’auto, all’arrivo rilascio dell’auto.

9° giorno/11° giorno: GLASGOW

Soggiorno di 2 notti in camera matrimoniale con servizi privati, prima colazione inclusa

11° giorno: GLASGOW/ROMA

Trasferimento libero in aeroporto e rientro in Italia.

I 5 perché scegliere questo Viaggio

  • Perché scoprire la leggenda del Mostro di Lochness
  • Per i Paesaggi da Fiaba con sguardi che si disperdono nell’infinito, da vivere comodamente viaggiando in auto
  • Perché è un programma ideale per celebrare una vacanza con la Tua famiglia nell’intimità e complicità 
  • Per vedere la bellissima città di Edimburgo.
  • Perché è una Vacanza Barbirotti Viaggi.

Bibliografia consigliata

  • Braveheart di Wallace Randall
  • Settembre di Rosamunde Pilcher

Filmografia consigliata

  • Highlander – L’ultimo immortale di Russell Mulcahy
  • Braveheart – Cuore impavido di Mel Gibson
  • Harry Potter 
  • Il Codice Da Vinci di Ron Howard

Visitando la Scozia

Consigli utili

  • Documenti: Pronto per l’azione? Prepara la tua carta d’identità valida, poiché è un documento necessario per entrare nel regno incantevole della Scozia.
  • Lingue: Mentre il cuore della lingua scozzese batte al ritmo del gaelico, non preoccuparti se le parole ti sembrano un intrico magico. L’inglese è la chiave di accesso comune al regno, quindi sarai sempre in buone mani linguistiche.
  • Valuta: Naviga con le sterline scozzesi, il tesoro del regno. E non temere, le banconote inglesi saranno accolte a braccia aperte in queste terre incantate. Le banche aprono le loro porte dalle 09:00 alle 16:00, ma tieni a mente che i fine settimana sono giorni di riposo bancario.
  • Elettricità: Prima di connetterti con l’energia delle Highland, ricorda che la corrente scorre a 240 V qui, con prese piatte. Porta un adattatore magico per i tuoi dispositivi elettronici italiani, così sarai pronto per qualsiasi incantesimo tecnologico.
  • Telefono: Se hai bisogno di comunicare tra le terre magiche della Scozia e l’Italia, tieni a mente queste formule magiche: per chiamare la Scozia dall’Italia, componi 0044, seguito dal prefisso della città desiderata (131 per Edimburgo, 145 per Inverness, 141 per Glasgow) e infine il numero dell’incantato che desideri contattare. Se invece il tuo cuore chiama l’Italia dalla Scozia, incanta il numero 0039 seguito dal prefisso della tua città italiana preferita e dal numero dell’incantato. Ad esempio, per Salerno: 0039/089…….
  • Clima: L’aura magica della Scozia si manifesta attraverso il suo clima variopinto. Sì, è vero che spesso si crede che la pioggia regni sovrana in queste terre, ma le verità sono molteplici. La costa orientale solitamente indossa un mantello freddo e asciutto, mentre la costa occidentale si concede la dolce carezza della pioggia. Nel nord, durante i giorni più lunghi, l’oscurità non ha mai il sopravvento e nelle Shetland, l’estate diffonde quattro ore di luce in più rispetto a Londra. Ma tieni a mente che il clima può ballare tra le montagne e cambia con l’ebrezza di un istante! Stagioni di Magia: Inizia la tua avventura nella primavera e all’inizio dell’estate (da Aprile a Giugno) quando il sole sorride e il cielo è in festa. Luglio e Agosto dipingono un quadro più sfumato. Con Settembre e Ottobre, la magia climatica si stabilizza, e il bel tempo ti farà un inchino.
  • Guidare in Scozia: Segui il segreto delle linee gialle continue: nessun parcheggio magico qui. Gli incantesimi gialli portano via le auto non allineate, o le incatenano con ganasce d’acciaio. Se hai bisogno di aiuto, incanta il numero di emergenza 999 per richiamare polizia, ambulanza e Vigili del Fuoco. E lungo le strade incantate troverai colonnine di soccorso per chiedere aiuto.
  • Shopping: I negozi si svelano dal lunedì al sabato, tra le 09:00 e le 17:30/18:00. Ma nelle città affollate, l’estate estende il tempo delle danze, permettendo ai negozi di ballare fino a notte fonda. Il tuo carrello magico può riempirsi di tesori scozzesi, dai maglioni di Shetland e Lanbswool alle giacche in tweed, sciarpe e berretti. I Tartan e i Kilt danzano con i colori dei Clan scozzesi, mentre il salmone affumicato regala un assaggio di magia culinaria.

Gastronomia in Scozia

Una gioia che si fa sentire è la colazione scozzese, una danza di sapori che coinvolge anche il tè pomeridiano. Il protagonista? Il porridge, la “polentina” di avena che conquista i cuori degli Scozzesi. Una curiosità: il porridge era sempre un “loro”, sempre gustato in piedi. E poi ci sono le sfogliatine di Aberdeen, chiamate rowies, con strutto e burro, una delizia da gustare tiepide con burro e marmellata di arance amare. E per la domenica rilassante, i baps, panini soffici con uovo fritto e pancetta ayrshire, un’armonia di gusti scozzesi.

Un piatto da poveri che ha catturato il cuore è il mussel brose, un brodetto di cozze con latte, avena e un tocco di erba cipollina. E poi c’è il manzo, un protagonista immortale, come nell’arista di Aberdeen Angus arrosto.

Nel mondo culinario scozzese, Tweed Kettle è la sinfonia del salmone, cotto con amore in acqua e vino, insieme ad aneto e alloro. I resti prendono vita come potted salmon, una crema di salmone e burro condita con noce moscata, da spalmare sulle gallette d’avena. E poi c’è l’antico cabbie-claw, il baccalà bollito con salsa al rafano e pepe di cayenna. Per gli audaci, crappit heid, la testa di merluzzo farcita con il fegato del pesce e avena.

Gli Scozzesi sfidano gli Irlandesi nel regno delle patate, e le ricette abbondano, creando una sinfonia monotona ma gustosa. Le Stovies sono patate a fette fritte nel grasso dell’arrosto e poi cotte con cipolle e brodo. Accompagnano l’epico Sunday roast, l’arrosto della domenica. I purè di patate con pertiche e cavolo rapa, da gustare con abbondante latte freddo, sono una delizia.

La pasticceria domestica è la stella della cucina scozzese secondo molti. I pudding, cotti a vapore e serviti caldi con custard tiepida, sono veramente speciali. Tra i migliori ci sono lo steamed marmalade pudding, con marmellata d’arancia, e lo sticky toffee pudding, con datteri. Poi c’è lo shortbread, una pasta frolla burrosa e friabile, e la Dundee cake, torta ricca di uvette e buccia d’arancia candita, perfetta per il tea delle cinque.

Le bevande ti porteranno in un mondo di piacere. La birra e il whisky regnano sovrani. Il whisky si mescola con l’essenza scozzese in creazioni come il whisky-mac con ginger wine, una bevanda di zenzero fermentato, acqua e zucchero. Lo Scotch è un amico dei turisti. E nella terra delle Highlands, la birra è un canto dominato da marchi leggendari come McEwans, Youngers e Tennent’s. I produttori artigianali offrono birre robuste come la Skullsplitter delle Orcadi, un nome che racchiude un mondo.

Dai sapori del mare alle delizie dolci, dalla birra al whisky, la Scozia ti invita a un banchetto di sapore e tradizione, che ti lascerà incantato!

Glasgow

Un Salto tra Due Monde: Nonostante disti soli 75 km da Edimburgo, Glasgow possiede un’anima tutta sua, diversa dalla sua vicina. Questa città è stata da sempre il polo industriale della Scozia, ma la sua bellezza non ne è stata intaccata. Edimburgo è il cuore culturale e storico, mentre Glasgow è la moderna metropoli di cultura e servizi. Il fiume Clyde bagna le sue rive, e la città, la più grande della Scozia, si è trasformata negli anni in una metropoli che abbraccia la vita vera e la cultura.

Scoprire la Città: Le vie del centro risplendono grazie ai palazzi vittoriani restaurati e ai nuovi complessi residenziali. Questa metropoli è un luogo dove i desideri dei turisti si realizzano: una vita autentica e un ricco bagaglio culturale.

Muoversi con Facilità: L’unica metropolitana del paese, la sotterranea di Glasgow, collega 15 fermate intorno al centro e funziona fino alle 23:30. I bus radiali offrono un’alternativa frequente per gli spostamenti. Un bus turistico circolare, con biglietto giornaliero, ti guida verso tutte le attrazioni.

Arrivare e Partire dall’Aeroporto: L’Aeroporto Internazionale di Glasgow è a soli 13 km dal centro e ben collegato alla rete autostradale. Una vasta gamma di trasporti pubblici ti accompagna fino al cuore della città, con servizi migliorati per garantire comodità e frequenza.

In Auto: L’autostrada M8, uscita 28, ti conduce all’aeroporto in circa 20 minuti dal centro o due minuti da Paisley, la città più vicina. Parcheggi 1, 2 e 3 sono perfetti per soste brevi, mentre il parcheggio 4 accoglie soste più lunghe.

Taxi e Treno: I taxi ti aspettano all’uscita del terminal e una corsa al centro costa circa 22,20 EUR. La stazione di treno più vicina, Paisley Gilmour Street, è a soli 3 km dall’aeroporto. Da qui, treni diretti ti portano lungo la costa o alla Stazione Centrale di Glasgow.

Autobus: Tutti i servizi di autobus partono dal piazzale antistante l’aeroporto, con collegamenti frequenti al centro di Glasgow e alle principali stazioni ferroviarie.

Glasgow ti invita a un viaggio in cui il passato e il futuro danzano insieme, dove la cultura si fonde con la modernità e ogni angolo racconta una storia unica.

Il nucleo della città vecchia

Tra Monti e Acqua: Glasgow, come tutta la Scozia, nasce dall’incontro tra le montagne e le acque. Le colline qui sono dolci ma maestose, con vie centrali che si snodano su pendii mozzafiato. Il fiume Clyde, ampio sotto i suoi ponti, scorre vicino al punto in cui si unisce al suo estuario salmastro. In questa città, il passato e il presente si fondono in un mix di paesaggi e culture unici.

La Cattedrale è un punto d’interesse imperdibile. È l’unico edificio che ha mantenuto l’aspetto medievale prima della riforma. Nel sottosuolo si nasconde la maestosa Lower Church, un luogo dalle volte gotiche e il sepolcro di St. Mungo. Lungo l’antica High Street, tra la Cattedrale e il fiume, si apre una discesa affascinante. Qui si trova il pub Babsity Bowster, un rifugio perfetto. La Glasgow medievale aveva come cuore la Cross cittadina, sostituita ora da una versione moderna a Trongate, dove spicca la torre seicentesca del municipio, la Tolbooth Steeple. Non lontano, il pub-caffè del vecchio ti aspetta.

Proseguendo per High Street fino a Glasgow Cross, si raggiunge un parco di 55 ettari. Al suo centro si erge l’edificio espositivo del 1898, il People’s Palace, che ospita una mostra gratuita sulla storia dalla Belle Époque ai giorni nostri.

La Merchant City è il quartiere dei mercanti, con strade ampie e invitanti, che abbracciano le finanze, le stazioni ferroviarie, i teatri e ottimi negozi.

Il vero cuore pulsante di Glasgow è la Buchanan Street, una passeggiata pedonale affollata e vivace. Qui, lungo la strada Ingram, s’incontra l’ex Royal Exchange, ora trasformato nella Gallery of Modern Art. Verso il fiume, il moderno St. Enoch Centre, una struttura in acciaio e vetro, offre oltre 70.000 metri quadrati di negozi per tutti.

Sul Queen’s Dock, una volta luogo di attracco per le navi, sorge ora una zona fieristica in crescita. Qui puoi passeggiare tra il gasometro trasformato in caffè, la mega-gru restaurata degli anni ’30 e lo Scottish Exhibition and Conference Center, soprannominato “Armadillo” per la sua forma singolare.

Glasgow ti invita a esplorare le sue strade, dai sentieri antichi alle moderne piazze, unendo passato e futuro in un’esperienza da non dimenticare.

Cosa vedere a Glasgow

  • George Square e Merchant City: Questo è il cuore pulsante della città, dove la Bank of Scotland e la maestosa City Chambers risplendono in stile vittoriano.
  • House for an Art Lover: Ispirata dalla genialità di Charles Rennie Mackintosh, questa casa ospita una mostra permanente di stanze decorate, un omaggio alla creatività senza confini.
  • New Lanark: Un cotonificio del XVIII secolo, ristrutturato con amore e passione, ci rivela una pagina importante dell’industrializzazione scozzese.
  • The Lighthouse: Un faro di creatività, questo edificio iconico ospita esposizioni delle migliori opere d’architettura e design locale, nazionale e internazionale. I suoi 85 metri d’altezza permettono di ammirare la città da una prospettiva unica.
  • Glasgow Cathedral: Pietre nere e vetrate colorate fanno di questa cattedrale un gioiello medievale. Accanto, il St. Mungo’s Museum of Religious Life & Art racchiude in sé opere significative di tutte le religioni.
  • Gallery of Modern Art: Una galleria d’arte contemporanea controcorrente, questa istituzione ospita opere scozzesi e straniere, provocando riflessioni e dibattiti.
  • The Burrell Collection: Il museo più antico di Glasgow custodisce una vasta collezione di opere d’arte, da ceramiche a dipinti di maestri come Cézanne e Renoir.
  • Glasgow Science Centre: Un’avventura interattiva alla scoperta della scienza, dove divertimento e apprendimento si fondono in un’esperienza coinvolgente.
  • Hunterian Museum & Art Gallery: All’interno dell’Università di Glasgow, questo museo presenta oggetti antichi, fossili, sculture e dipinti di autori scozzesi.
  • Pollok Country Park: Una fuga nella natura, con Pollok House che svela il fascino di un passato glorioso, tra libri, dipinti e atmosfere di altri tempi.
  • West End: Questa zona affascinante ospita l’Università di Glasgow e la vivace Ashton Lane, dove pub e vita notturna si fondono in un’esperienza unica.
  • Kelvingrove Park e Botanic Gardens: Uno spazio verde che abbraccia sport, relax e cultura, con il suggestivo Glasgow Botanic Gardens che racchiude una ricca varietà di piante da tutto il mondo.

Esplorando il Paradiso dello Shopping a Glasgow

Glasgow è una festa per gli amanti dello shopping, con le sue strade animate e le sue offerte irresistibili. I negozi accolgono gli acquisti dal lunedì al sabato, con orari generalmente dalle 9:00 alle 17:30 o 18:00. Tuttavia, tieni presente che alcuni esercizi potrebbero chiudere nel pomeriggio di sabato o dedicare un pomeriggio a settimana per il riposo.

Questa città dall’architettura maestosa è una mecca per i cercatori di affari e di stile, orgogliosamente posizionata come il secondo centro commerciale più grande del Regno Unito. Non c’è da stupirsi che Glasgow sia diventata una delle destinazioni di shopping più ambite in Europa. Da rinomati empori britannici come la gigantesca HOUSE OF FRASER, alla moda firmata nei lussuosi ITALIAN CENTRE e MERCHANT CITY, c’è un mondo di esperienze uniche che aspettano di essere scoperte.

Per un’immersione totale nello shopping, il centro di Glasgow ha tre zone pedonali: Sauchiehall Street, Argyle Street e l’esclusiva Buchanan Street, dove risplende il centro commerciale Princess Square, aperto nel 1988 in stile Liberty. Con nomi come Ted Baker, Reiss, French Connection e persino un salone Vidal Sassoon, l’esperienza di shopping qui è senza pari.

Sul percorso di queste strade principali, troviamo due delle gemme del commercio di Glasgow: le imponenti Buchanan Galleries e il magnifico Saint Enoch Center, il più grande centro commerciale in vetro d’Europa. Boutique di ogni stile e portafoglio vi aspettano, insieme a una vasta scelta di ristoranti per rigenerarsi dopo una giornata di shopping sfrenato.

Se desideri esplorare un lato più autentico e alternativo, dirigiti verso le periferie. Barras Market, ad est della città, apre solo nei fine settimana, ma è il posto ideale per cacciare oggetti rari, gioielli e tesori musicali. Mentre nella West End, dall’altra parte della città, troverai una varietà eclettica di boutique, abiti vintage, negozi di dischi, antiquari e creatività, tutti a portata di mano dal Devoncove Hotel su Sauchiehall Street.

Cosa fare la sera

Quando il sole tramonta su Glasgow, la città si trasforma in un vivace panorama di opportunità per il divertimento serale. Se sei alla ricerca di esperienze autentiche e memorabili, ecco alcuni luoghi da non perdere:

  • CCA – Il Centro per le Arti Contemporanee: Questo luogo offre un mix di cultura e intrattenimento. Potrai esplorare mostre fotografiche, d’arte e documentari di ogni genere, oltre a godere di proiezioni cinematografiche che spaziano dai classici alle perle nascoste. Due accoglienti cafè ti aspettano per una pausa, uno dei quali sembra proprio un rifugio in un suggestivo vicolo. Durante l’anno, gli eventi si susseguono, e quando cala la sera, l’atmosfera si anima trasformandosi in un club dove il divertimento è garantito.
  • ABC – Questo locale è un vero gioiello musicale. Qui potrai immergerti in ottima musica e concerti dal vivo. È stato il palco delle prime esibizioni degli Oasis, e continua ad ospitare gruppi e DJ di fama. È anche un luogo ideale per incontrare persone interessanti e condividere la passione per la musica.
  • Glasgow School Of Art – Questa istituzione artistica, di giorno una scuola d’arte, si trasforma di notte in un ritrovo animato per studenti e stranieri. Buona musica e una vivace atmosfera fanno da sfondo a un ambiente artistico e stimolante.
  • The Willow Tea Room – Questo luogo ha due sedi: una in Sauchiehall Street, dove si entra attraverso la gioielleria “Henderson The Jewellers” e si accede al ristorante, al bar e alla sala da tè al piano superiore. L’altra sede in Buchanan offre invece il tradizionale servizio scozzese per un’esperienza di tè indimenticabile.
  • Scotia Bar – 112 Stockwell Street – Qui la musica dal vivo è all’ordine del giorno, creando un’atmosfera coinvolgente e festosa.
  • Babsite Bowster – 18 Blackfriars Street – Questo accogliente pub è un luogo perfetto per rilassarsi e gustare una bevanda in compagnia, offrendo un’ottima selezione di birre e un’atmosfera amichevole.

Esplorando i Dintorni di Glasgow

La zona circostante a Glasgow è un vero gioiello da scoprire, con panorami mozzafiato e luoghi ricchi di storia e bellezza. Ecco alcune destinazioni che non dovresti perdere:

  • Loch Lomond – A soli 32 km da Glasgow lungo la A82, Loch Lomond è uno dei luoghi più amati e suggestivi della Scozia Centrale. È il lago più grande del Regno Unito e offre un paesaggio incantevole, punteggiato da ben 33 isole. La sponda occidentale è ben sviluppata per i turisti, mentre quella orientale è rimasta intatta e romantica. Luoghi come Luss, Balloch e Balmaha sono ideali per gite in barca ed escursioni. Non perdere l’opportunità di navigare sul lago a bordo del vaporetto Maid of the Loch o di scalare il Ben Lomond per una vista spettacolare.
  • Valle dei Trossachs – A meno di un’ora di auto da Glasgow, questa zona affascinante è situata tra il Loch Katrine e il Loch Achray, circondata dalle cime del Ben An e del Ben Venue. Aberfoyle è il centro principale, e da qui puoi immergerti nel Queen Elizabeth Forest Park, dove la natura regna sovrana. Le Trossachs, con i suoi cambiamenti paesaggistici impressionanti, si estendono fino al Loch Lomond, offrendo una bellezza autentica e rigogliosa.
  • Stirling – A circa 45 km da Glasgow, Stirling è una piccola città che si erge nel cuore delle Central Lowlands, con una posizione perfetta tra Edimburgo e Glasgow. Con un centro storico affascinante che ruota attorno al maestoso castello medievale situato su una collina vulcanica, Stirling ha una storia ricca e affascinante. La città ospita anche il Palazzo di Linlithgow e la Church of the Holy Rude, dove importanti avvenimenti storici hanno avuto luogo. Scopri l’atmosfera unica di Broad Street e Castle Wynd, ideale per fare shopping e scoprire negozi di qualità.
  • Inveraray – A 165 km da Glasgow, Inveraray è un pittoresco villaggio sulle rive del Loch Fyne. Con le sue case imbiancate a calce e il bellissimo castello in stile neogotico, rappresenta un’esperienza autentica. Il castello, sede del clan Campbell, è un capolavoro architettonico. Lungo la riva ovest del Loch Fyne, potrai visitare Auchindrain, un museo folcloristico che illustra la vita rurale delle Highlands. Esplora anche Dunadd Fort, una fortificazione storica, e Crinan, un grazioso centro agricolo.

Queste destinazioni nei dintorni di Glasgow ti offrono la possibilità di immergerti nella natura, scoprire la storia e godere di panorami unici. Che tu sia un appassionato di cultura, un amante della natura o un esploratore curioso, troverai sicuramente qualcosa che ti affascinerà.

Edimburgo

Edimburgo, la capitale scozzese, è un’incantevole città che racconta la storia, la cultura e la personalità della Scozia. Con il suo castello maestoso che evoca storie di assedi drammatici e trame sinistre, fino ai vibranti ristoranti e bar bohemien del porto di Leith, Edimburgo incarna l’antica storia e la modernità della nazione.

Come muoversi

L’aeroporto di Edimburgo si trova a breve distanza a ovest della città ed è facilmente raggiungibile attraverso le principali arterie stradali. Se viaggiate in auto, l’uscita sulla A8 è ben segnalata e vi condurrà direttamente all’aeroporto. Il parcheggio per soste brevi è comodamente situato nelle vicinanze del terminal. I taxi sono disponibili nel parcheggio antistante il terminal, mentre i treni collegano l’aeroporto alla stazione centrale di Edimburgo (Waverley) e alla stazione di Haymarket. Gli autobus Airline 100 offrono collegamenti frequenti tra l’aeroporto e il centro città.

Per esplorare Edimburgo senza limiti, la Touristcard offre viaggi illimitati su autobus cittadini, sconti per musei, manifestazioni e ristoranti. La Day Saver Ticket, valida per un giorno, è ideale per gli spostamenti nella città, inclusi i servizi normali LRT e un viaggio fino all’aeroporto.

Edimburgo è divisa in due parti affascinanti: la Città Vecchia e la Città Nuova. La Città Vecchia incarna il fascino storico con le sue strade tortuose, i vicoli pittoreschi e la storica Royal Mile, mentre la Città Nuova offre un’impressionante architettura neoclassica e ampi viali. Esplorando entrambe le parti, puoi vivere un viaggio attraverso i secoli, passando dall’antichità al moderno con una sola passeggiata.

Intrigante, affascinante e ricca di opportunità, Edimburgo ti attende con la sua storia millenaria e la vitalità di una città moderna. Che tu sia affascinato dalla storia, appassionato di cultura o in cerca di esperienze contemporanee, Edimburgo offre qualcosa di speciale per tutti.

Esplorando il Maestoso Castello di Edimburgo

Il Castello di Edimburgo è un’icona imponente che si erge sullo skyline della città, custodendo un ricco patrimonio storico e culturale. Ancora sede di una guarnigione militare, questo castello imponente è un simbolo nazionale di grande rilevanza e una delle principali attrazioni turistiche della Scozia.

Situato su un vulcano spento, il Castello offre una vista panoramica mozzafiato sulla città e ospita eventi di grande rilievo come l’Edinburgh International Festival e il Military Tattoo. Il castello stesso è una testimonianza vivente della storia complessa della Scozia, un mix affascinante di stili architettonici che riflettono il suo ruolo di fortezza e dimora di sovrani. Una passeggiata dal Castello lungo il Royal Mile, che collega il castello al centro cittadino, diventa un autentico viaggio nel tempo.

All’interno delle sue mura, il Castello di Edimburgo custodisce i gioielli della Corona e la Stone of Destiny, simboli di grande valore storico. La piccola cappella di St. Margaret, datata al 1100, è l’edificio più antico di Edimburgo e aggiunge un tocco di antichità al castello.

Oltre a essere una destinazione turistica di prim’ordine, il Castello di Edimburgo rappresenta anche un’esperienza immersiva nella storia scozzese e il suo ruolo nel panorama culturale del paese. Una visita a questo maestoso castello è un must assoluto per chiunque voglia scoprire il cuore della Scozia e la sua straordinaria eredità storica.

Scopri le Meraviglie del Castello di Edimburgo

Esplorare il Castello di Edimburgo significa immergersi in un mondo di storia e fascino. Ecco cosa non puoi perderti all’interno di questa iconica fortezza:

  • Esplanade: Questa piazza d’armi seicentesca è il punto di ingresso al castello e offre una vista spettacolare sulla maestosità del complesso. Durante il mese di agosto, qui prendono vita imponenti gradinate per ospitare lo spettacolare Military Tattoo.
  • Fortificazioni Inferiori: Attraversato il corpo di guardia e l’ultimo ponte levatoio costruito in Scozia, sarai accolto dalla Half Moon Battery, un’impressionante fortificazione semicircolare che segna il perimetro delle difese del castello. Proseguendo, troverai l’Argyle Battery e infine la Mill’s Mount Battery, da cui ogni giorno alle 13:00 viene sparata una salva di cannone, un omaggio alla tradizione di segnalazione oraria.
  • National War Museum of Scotland: Gli appassionati di storia militare troveranno pane per i loro denti in questo museo, che racchiude ben 400 anni di storia bellica. La Governor’s House e le New Barracks, la struttura più grande del complesso, aggiungono ulteriori sfumature alla storia militare del castello.
  • St. Margaret’s Chapel: Situata nell’estremità orientale del castello, questa cappella in stile normanno rappresenta l’edificio più antico di Edimburgo. Originariamente utilizzata come polveriera per tre secoli, offre oggi un affascinante spaccato di storia.
  • Il Palace: Sebbene possa sembrare modesto rispetto ad altre parti del castello, il Palace riflette lo stile dei sovrani che vi hanno soggiornato, tra cui Maria Stuarda. Nella Crown Room, potrai ammirare i gioielli della corona, come la corona di Robert Bruce e la Stone of Destiny, un cuscino leggendario che ha segnato molte incoronazioni reali.
  • Panorama mozzafiato: Per ammirare la vista più spettacolare, dirigetevi agli spalti merlati di fronte alla St. Margaret’s Chapel. Qui, oltre al panorama, potrete osservare il Mons Meg, un antico cannone d’assedio del Cinquecento che aveva il potere di sparare pietre da 250 chili a incredibili 3 chilometri di distanza.
  • Ricordi pelosi: Sotto questi spalti, scoprirete un piccolo cimitero dedicato agli animali domestici dei soldati, un toccante omaggio alle loro compagnie a quattro zampe.
  • Viaggio nel passato: Se siete affascinati dalle prigioni e dalla storia carceraria, non potete perdervi i Vaults, un sistema di locali sotterranei in cui venivano rinchiusi cittadini stranieri prigionieri. Le Military Prison, invece, mostrano i graffiti lasciati dai detenuti, testimonianza viva di un passato tumultuoso.
  • Tempo necessario: Per esplorare a fondo tutto il complesso, calcolate almeno 2/3 ore di visita. Potrete immergervi completamente nella ricchezza di storia e cultura che il castello offre.
  • Tour e Audio Guide: Lo staff del castello offre tour guidati per approfondire la conoscenza di questo luogo iconico. Se preferite un’esperienza più indipendente, l’audio tour è disponibile in 6 lingue diverse.
  • Realtà Vivente: In alcuni giorni speciali, potrete assistere a rappresentazioni storiche con figuranti e attori in costume nelle sale del Palace. Un’occasione unica per viaggiare indietro nel tempo.
  • Shopping e Gusto: Nel cuore del castello, oltre alle librerie e ai negozi di souvenir, troverete il Crown Jewel, un negozio che offre gioielli esclusivi e una caffetteria dove poter gustare una pausa ristoratrice.
  • Accessibilità: Il castello è attento alle esigenze dei turisti disabili e mette a disposizione un veicolo di cortesia sponsorizzato dalla Bank of Scotland.

Esplora i Luoghi Imperdibili di Edimburgo

  • Grassmarket: Questa piazza antica, situata ai piedi della collina del Castello, è un concentrato di storia. Era il mercato delle verdure, ma oggi è un luogo carico di memorie. Vicino, troverai i resti delle mura erette dopo la sconfitta di Flodden contro gli Inglesi e il luogo in cui venivano eseguite le condanne capitali.
  • Greyfriars: Un luogo sacro per la storia di Scozia. La chiesa del cimitero, risalente al XVII secolo, è dove nel 1638 fu sottoscritta la lega presbiteriana. Nelle vicinanze, su Candlemaker Row, si erge un piccolo monumento a “Greyfriars Bobby”, il terrier che per 14 anni ha vegliato sulla tomba del suo padrone.
  • Hollywood Park: Questo vasto parco è uno dei luoghi più incantevoli della città. Dominato dall’Arthur’s Seat, una montagna magica secondo i Celti, offre una vista mozzafiato. Dalla cima di questa spettacolare formazione vulcanica (alta 288 metri) potrai spaziare con lo sguardo fino al mare e alle Highlands, se la giornata è limpida.
  • New Town: Questa città nuova rappresenta un esempio straordinario di urbanistica e architettura georgiana. George Street è il cuore di questo complesso ed è una delle strade dello shopping di Edimburgo. Al numero 45 di Liberty of London, troverai un elegante negozio dove potrai scegliere delicate saponette ai rododendri o abiti in stile romantico inglese. Questa via si conclude con due bellissime piazze gemelle: St. Andrew Square a est e la splendida Charlotte Square a ovest, dove al numero 7 troverai la Georgian House, arredata nello stile dell’epoca georgiana.
  • Princess Street: Questa splendida strada si snoda tra la città nuova e la città vecchia, tra giardini, locali, alberghi ed eleganti negozi di abbigliamento. Troverai il Waverley Market, un centro commerciale con 80 negozi, e Jenner’s, l’equivalente di Harrod’s a Londra, per un’esperienza di shopping davvero speciale.
  • Royal Mile: Questa è la strada principale di Edimburgo, collegando il Castello a Holyroodhouse attraverso tutta la Old Town. Circa 60 strette vie si snodano tra gli edifici su entrambi i lati. La strada offre molteplici modi di essere esplorata: puoi fare shopping nei numerosi negozi che la costeggiano, come il Mac’s Model’s in Canongate, un piccolo negozio di modellismo con soldatini di ferro che riproducono dettagliatamente i reggimenti militari di tutto il mondo, oppure il Tartan Gift Shop che offre prodotti caratteristici della Scozia come sciarpe e giacche di tweed. Puoi anche perderti tra le stradine e i suggestivi cortili o scoprire curiosità storiche e piccoli musei lungo il tragitto.
  • I Quattro Tratti: Il lungo miglio si suddivide in quattro tratti ben distinti: Castlehill, Lawnmarket, High Street e Canongate, ciascuno con un suo carattere unico. Da queste strade si dipartono intricati passaggi coperti chiamati “closes”, che conducono a cortili interni, o ripidi vicoli chiamati “pends” che scendono quasi verticalmente dalla collina. Questi dettagli contribuiscono a creare un’atmosfera affascinante e gotica, evidenziando l’indiscutibile carattere medievale di Edimburgo, soprattutto grazie alle pietre grigie dei suoi palazzi.

Da Vedere:

  • The Tartan Weaving Mill: Questo centro commerciale è interamente dedicato al tartan e ai prodotti tipici scozzesi, dalle vesti ai gioielli, passando per ogni tipo di souvenir. Sebbene sia decisamente turistico, è un luogo unico dove potrai scoprire tutta la varietà di ciò che la Scozia ha da offrire in un unico spazio.
  • Ramsay Garden: Questo complesso di edifici è considerato uno dei più pittoreschi al mondo, grazie alle sue forme bizzarre. La vista migliore si gode dal basso, sotto la rocca del castello.
  • The Scotch Whisky Experience: Un centro dedicato alla produzione del whisky. Se non hai la possibilità di visitare una vera distilleria, qui potrai scoprire i segreti dietro la creazione di questo celebre spirito scozzese.
  • Outlook Tower: In caso di pioggia o se sei in viaggio con bambini, la Outlook Tower, che ospita una camera oscura dal 1853, ti mostrerà immagini panoramiche “dal vivo” della città.
  • The Hub: Questa imponente chiesa in pietra nera è stata trasformata in uno spazio espositivo, caffè e teatro. La sua magnifica guglia è la più alta di Edimburgo.

Lawnmarket

Più o meno all’altezza di The Hub, il Royal Mile si apre e si espande, diventando Lawnmarket, un luogo che un tempo ospitava il mercato. Questa zona offre una serie di attrazioni da non perdere.

Da Vedere:

  • Gladstone’s Land: Se sei interessato a scoprire una tipica casa del XVII secolo, non perdere la visita a Gladstone’s Land. Restaurata e arredata con mobili e oggetti originali dell’epoca, ti farà immergere nell’atmosfera di un passato lontano.
  • Writers’ Museum: Gli amanti della letteratura troveranno questo museo un’esperienza affascinante. Ospitato in un’altra casa del XVII secolo, il museo è interamente dedicato ai tre grandi scrittori scozzesi Robert Burns, Walter Scott e Robert Louis Stevenson.
  • Esplora i Closes: Per immergerti nel lato oscuro e gotico della città, avventurati nei vari “closes” che si dipartono dal Royal Mile.

High Street

Dopo George IV Bridge inizia il terzo tratto del Royal Mile, altrettanto affascinante e misterioso, l’High Street.

Da Vedere:

  • High Kirk of St. Giles: Una visita imperdibile è alla High Kirk of St. Giles, la cattedrale di Edimburgo ricca di fascino e atmosfera. La cattedrale si trova al centro di Parliament Square, una piccola piazza affacciata sul Royal Mile.
  • Museum of Childhood: Per gli animi nostalgici, c’è l’eccentrico Museum of Childhood che ospita bambole, orsacchiotti, trenini e marionette d’epoca.
  • Scottish Storytelling Centre: Situato in una struttura quattrocentesca in legno e pietra, lo Scottish Storytelling Centre racconta la storia della narrativa scozzese dalle origini fino a Harry Potter.

Canongate

Per quasi 700 anni, questo borgo è stato un luogo malfamato all’interno della città, una parte oscura e popolare che ha ispirato numerosi romanzi e sceneggiati. Tuttavia, grazie a un attento lavoro di riqualificazione urbanistica, il quartiere ha riacquistato vita e slancio. Oggi, preserva il suo autentico carattere grazie ai palazzi antichi e originali trasformati in residenze private. Canongate si è salvato dall’influenza del commercio turistico di souvenir, mantenendo intatto il suo affascinante aspetto gotico. Anzi, è una gemma spesso trascurata del Royal Mile, ma certamente da scoprire.

Da Vedere:

  • Canongate Tolbooth: Uno degli edifici più emblematici di questa zona è il magnifico Canongate Tolbooth, un antico palazzo risalente al 1591. Oggi ospita un autentico pub frequentato dalla gente del quartiere.
  • Canongate Kirk e il Cimitero: La Canongate Kirk e il piccolo e spettrale cimitero alle sue spalle sono sicuramente da esplorare per l’atmosfera suggestiva che evocano.
  • Closes suggestivi: I numerosi “closes”, vicoli e cortili, aggiungono ulteriore fascino. Ad esempio, il Dunbar’s Close presenta un grazioso giardino seicentesco, mentre il Whitehorse Close, un tempo sede della locanda da cui partivano le diligenze per Londra, incarna tutti i caratteri distintivi dell’architettura scozzese, con frontoni a gradini, lucernari, piani sporgenti e scale esterne.

Altre Attrazioni di Edimburgo

  • Scottish National Portrait Gallery: Situata in Queen Street, questa galleria ospita una vasta collezione di ritratti storici, tra cui il celebre ritratto di Maria di Scozia realizzato da Oudry.
  • Holyrood Palace: Questo è il principale palazzo reale scozzese, la cui costruzione è stata avviata nel 1500 da Re Giacomo IV.
  • Edinburgh Castle: Questo castello racchiude tutta la storia della Scozia e la sua struttura originale è ancora visibile. Esplora le sue sale e i suoi cortili, ammirando il magnifico panorama sulla città.

Da Non Perdere: Esperienze Uniche a Edimburgo

  • Ghost Tours: Lasciati coinvolgere da un’escursione a piedi con guida attraverso le strade antiche di Edimburgo e i segreti dei sotterranei, scoprendo storie inquietanti e i fantasmi famosi della città.
  • Camera Obscura: Posizionata nell’Old Town, a Castlehill sulla Royal Mile, la Camera Obscura è un dispositivo bizzarro, originariamente risalente agli anni ’50 del XIX secolo ma rinnovato nel 1945. Funziona come un periscopio e utilizza lenti e specchi per proiettare un’immagine in movimento della città su un grande schermo orizzontale. Il commento è affascinante e l’esperienza è unica. Dalla Outlook Tower, puoi godere di una vista magnifica sulla città. Orari: luglio e agosto 09:30 – 19:30; da aprile a giugno, settembre e ottobre 09:30 – 18:00; da novembre a marzo 10:00 – 17:00.

Manifestazioni da non perdere

  • Edinburgh International Festival: Questo festival teatrale e musicale si è affermato come uno dei più importanti nel Regno Unito. Ogni edizione si dedica a un diverso genere musicale e la data può variare.
  • Festival Fringe: Un festival imprevedibile e trasgressivo in cui 450 compagnie teatrali, sia underground che mainstream, presentano oltre 15.000 rappresentazioni in spazi chiusi e all’aperto.
  • Military Tattoo: Una delle manifestazioni più famose e spettacolari, si tiene sulla spianata del Castello di Edimburgo, illuminato magicamente con effetti speciali. Le bande di reggimenti britannici ed esteri sfilano in parata. Di solito si tiene a metà agosto.
  • Jazz & Blues Festival: Un festival ricco di artisti provenienti da tutto il mondo, che offre sette giorni di musica continua. L’evento si svolge agli inizi di agosto.

Dove mangiare ad Edimburgo

Dove Mangiare a Edimburgo: Un Viaggio tra le Specialità Tradizionali

  • 1 – Haggis: Il piatto più tradizionale della Scozia, l’haggis con neeps and tatties, si può gustare in quasi tutti i pub. Se sei disposto a sperimentare sapori nuovi, non puoi perderti questo concentrato di cultura agreste. Preparato con interiora di pecora, cipolla, grasso di rognone, farina d’avena, sale e pepe, l’haggis è insaccato e cotto nel brodo per diverse ore. Si serve con purè di patate e radice di pastinaca. Prova la variante fusion dell’“haggis burrito” da Illegal Jacks.
  • 2 – Whisky: Il whisky scozzese è la bevanda nazionale, preparata con cura tramandata per generazioni. Ogni regione di produzione ha un sapore diverso, da dolce a fruttato, leggero o salino e marittimo.
  • 3 – Scottish Beef & Ale Pie
  • 4 – Fudge: Zucchero, burro, panna e latte fusi in un impasto denso e dolce. Un pezzo di fudge può sostituire un pasto e c’è persino una versione fritta.
  • 5 – Shortbread: Biscotti con burro, zucchero, farina e una nota di limone. Ottimi freschi nei bar con un caffè.
  • 6 – Eaton Mess: Panna, fragole e meringhe frantumate in uno strato nel bicchiere. Prova la versione di Ondine per un’esperienza raffinata.
  • 7 – Scones: Biscotti fatti in casa, perfetti con burro e marmellata per una pausa pomeridiana.
  • 8 – Scotch Broth: Zuppe dense, calde e confortanti di verdura, spesso con un tocco di burro e pepe.
  • 9 – Salmone Affumicato: Affumicato per tre giorni, il salmone in Scozia è ricco dei profumi del mare e delle Highlands.
  • 10 – Redcurrant Jelly: Gelatina dolce di ribes rosso, perfetta sugli arrosti o abbinata al brie in un panino caldo.

Quartiere di Leith: Scopri il porto naturale di Edimburgo, popolato di taverne e locali ristrutturati. La cena (“dinner”) inizia presto intorno alle 19:00.

Esplora queste deliziose specialità tradizionali durante il tuo viaggio a Edimburgo, immergendoti nei sapori autentici della cucina scozzese.

Aberdee

Aberdeen, la terza città della Scozia, si estende attorno al suo porto vivace e animato. Conosciuta come la “città di granito”, deve il suo nome al paesaggio urbano completamente realizzato con questo materiale nel XIX secolo, in uno stile neoclassico e neogotico unico nel suo genere. Questa città evoca emozioni contrastanti nei turisti: alcuni la amano, altri la odiano.

La profilo distintivo dei tetti di granito si sfida con la ricchezza culturale, le opportunità di shopping e la vivace vita notturna di Aberdeen. Essa è una delle rare città britanniche ad avere una spiaggia di sabbia propria, e subito oltre i suoi confini si apre una campagna spettacolare, estendendosi dalla regione di Royal Deeside fino alla costa e al The Cairngorms National Park.

Alcuni sono affascinati dalle infinite sfumature e dai colori dei palazzi, mentre altri la trovano fredda e poco accogliente, soprattutto chi giunge dopo giorni trascorsi tra brughiere e montagne e si trova ad affrontare il traffico cittadino.

Aberdeen ha una storia lunga e ricca, risalente a oltre 8000 anni fa, ed è stata protagonista di numerosi eventi che le hanno conferito un fascino peculiare e una rilevanza storica.

Il clima della città è piuttosto rigido, ma l’estate è il momento ideale per visitarla, sebbene anche in questa stagione le temperature siano fresche. Durante l’estate, troverai numerose attrazioni in città, soprattutto lungo la spiaggia tra i due fiumi. Quest’area offre piste di pattinaggio, piscine, parchi giochi e locali per il divertimento.

Esplora Aberdeen e scopri la sua unica combinazione di storia, architettura e vivacità culturale, avventurandoti tra le sfumature del suo paesaggio e immergendoti nelle sue meraviglie estive.

Cosa vedere

Aberdeen è una città che si distingue per i suoi maestosi castelli, offrendo un’esperienza immersiva nell’autentica atmosfera scozzese. Tra le sue gemme più famose spicca il suggestivo Castello di Dunnottar, situato a pochi chilometri a sud del centro cittadino. Questo castello incanta i visitatori grazie alla sua posizione unica, su una penisola a strapiombo sul mare, raggiungibile solo attraverso un piccolo istmo. Immagina già lo spettacolo straordinario che si presenterà ai tuoi occhi! L’accesso alla rocca avviene attraverso un sentiero che conduce a una stretta strada panoramica, aprendo la vista su una scena mozzafiato.

Tuttavia, il castello non è l’unico tesoro da scoprire qui. Dalla sua posizione panoramica, potrai ammirare la bellezza della Tornyhive Bay in tutto il suo splendore. L’area del castello ospita diversi edifici, alcuni dei quali sono meglio conservati, come il mastio. Le rovine che si ergono oggi ci offrono un’affascinante visione della grandiosità dell’originale struttura. La storia della cittadella fortificata affonda le radici nel lontano 681, durante l’assedio di Duin Foither. La sua fama crebbe ulteriormente quando re Donald II affrontò i Vichinghi intorno al 900. Nel XII secolo, Guglielmo I di Scozia, soprannominato il Leone, trasformò il castello in un centro amministrativo, avviando dettagliati lavori di costruzione.

Le vicende storiche del castello di Dunnottar sono affascinanti. Nel 1296, Edoardo I d’Inghilterra lo conquistò, ma venne riconquistato e parzialmente incendiato da William Wallace. Nel 1392, Sir William Keith riconobbe il valore strategico della posizione e iniziò la costruzione di una nuova fortezza, sostituendo diverse strutture preesistenti e erigendo una cappella di famiglia. Il castello rimase un baluardo cruciale nella difesa della Scozia, resistendo all’avanzata inglese nel 1652.

Nel cuore di Aberdeen, non puoi perderti la maestosa Cattedrale di San Macario, uno splendido edificio di culto che racconta la storia della città attraverso la sua architettura. E per immergerti completamente nella storia marittima di Aberdeen, visita l’affascinante Aberdeen Maritime Museum, che ti condurrà in un viaggio attraverso secoli di avventure sul mare.

Esplora questi luoghi ricchi di fascino e scopri i segreti che rendono Aberdeen un luogo unico e indimenticabile.

Esplora la Storia Marittima di Aberdeen: Museo e Cattedrale

Aberdeen Maritime Museum

Nel cuore della città di Aberdeen, lungo la storica Shiprow vicino al porto, si erge l’Aberdeen Maritime Museum, un gioiello di cultura e storia marittima. Questo museo affascinante è composto da una serie di edifici, tra cui una ex chiesa e la suggestiva Provost Ross House, risalente al lontano 1593. Una visita qui è l’opportunità perfetta per immergersi nelle storie avvincenti della città.

Le esposizioni del museo raccontano il lungo e intimo rapporto di Aberdeen con il mare, attraverso una vasta gamma di oggetti e fotografie che includono i principali costruttori navali della città, modelli di navi e piattaforme petrolifere, dipinti e molti altri reperti. Tra gli oggetti più affascinanti spiccano le riproduzioni di velieri, e l’esperienza è resa ancora più coinvolgente grazie a attività interattive che permettono ai visitatori di sperimentare la pesca o persino parcheggiare una nave nel porto, tutto virtualmente.

Ma l’Aberdeen Maritime Museum è più di un semplice museo marittimo. È unico nel suo genere poiché non affronta solo la costruzione navale, la navigazione a vela e la pesca, ma copre anche il settore del petrolio e del gas nel Mare del Nord. La sua struttura architettonica, con acciaio e vetro, collega la vecchia chiesa alla storica Provost Ross House, e ha guadagnato il riconoscimento come miglior edificio agli Scottish Architectural Awards. Il museo è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, con l’ingresso libero.

Cattedrale di San Macario

Nel pittoresco borgo di Old Aberdeen sorge la Cattedrale di San Macario, un luogo intriso di storia e spiritualità. Macario, compagno di viaggio di San Columba, il monaco irlandese che portò il cristianesimo in Scozia, è un santo amato dagli scozzesi. Nel 580, San Macario fondò un luogo di culto proprio in quest’area.

L’attuale cattedrale sorge sul sito di un’antica chiesa normanna risalente al 1131. Sebbene restino poche tracce dell’originale, è ancora visibile un basamento decorato che sostiene alcune travi della struttura attuale. La cattedrale ha attraversato varie fasi storiche, tra cui il periodo della riforma scozzese nel 1560, durante il quale il coro fu demolito e le campane vendute in Olanda, fino ai crolli delle torri centrali e della guglia nel 1688. Ciò che vedrete oggi è un esempio di chiesa fortificata, con torri risalenti al XIV secolo coronate da merli.

All’interno, il soffitto presenta un fregio che illustra la successione dei vescovi dal 1131 al 1560. Questa cattedrale racconta una storia di resistenza e rinnovamento attraverso i secoli, rappresentando un affascinante capitolo della storia di Aberdeen e della Scozia stessa.

Duthie Park

Se hai voglia di immergerti nella natura, fare una passeggiata rilassante e goderti una giornata di sole, il luogo ideale a Aberdeen è il Duthie Park. Questo parco di 44 ettari è stato donato alla città nel 1880 da Miss Duthie in memoria dello zio e del fratello, aprendosi al pubblico nel 1883. Il giardino d’inverno, ricostruito nel 1970, ospita una vasta collezione di piante grasse e tropicali, e rappresenta un’oasi di tranquillità. Il parco è anche un luogo di ritrovo per partite di cricket e dispone di aree giochi per bambini, oltre a un bar dove poter fare una pausa.

Castlegate

Il cuore antico di Aberdeen è caratterizzato dalla Mercat Cross, una croce che un tempo indicava il mercato alla fine del 1600, decorata con ritratti dei re Stuart. Lungo Union Street, una strada che offre un’esplosione di torrette e guglie, si possono ammirare straordinarie architetture.

Tolbooth

Uno degli edifici più antichi della città, un tempo prigione, oggi è il museo del crimine, Toolboth, che offre uno sguardo affascinante nella storia della giustizia e della criminalità.

Provost Skene’s House

Se vuoi ammirare un’abitazione autentica risalente al 1545, non perdere Provost Skene’s House, una finestra nel passato della città.

Marischal College

Questo imponente edificio è il secondo più grande al mondo in granito ed è sicuramente uno dei simboli di Aberdeen. Con una facciata neogotica ornata di pinnacoli grigi, il Marischal College è un capolavoro architettonico fondato nel 1593.

St. Nicholas Kirk

Questa immensa chiesa con torre campanaria gotica ospita un carillon di ben 48 campane, aggiungendo un tocco musicale alla sua magnificenza.

Art Gallery

Presso la Art Gallery di Aberdeen potrai ammirare opere di artisti come Boudin, Courbet, Sisley, Monet, Pisarro e Renoir, arricchendo la tua esperienza culturale.

Old Aberdeen

Se cerchi tranquillità, dirigiti verso Old Aberdeen, un angolo affascinante a 20 minuti di autobus dal centro. Questo “villaggio separato” presenta stradine medievali acciottolate e vicoli pittoreschi che ti faranno sentire come in un altro mondo.

Cultura e Patrimonio Marittimo

L’anima di Aberdeen è profondamente intrecciata al mare: il suo porto vibrante è il punto di arrivo e partenza di traghetti, barche da pesca e lavoratori diretti alle piattaforme petrolifere. Ma sulla terraferma, la città offre un vivace panorama culturale, con locali che ospitano concerti, spettacoli di cabaret e performance teatrali di ogni genere.

Shopping

Le principali catene commerciali ti aspettano su Union Street, Belmont Street e George Street, ma se cerchi qualcosa di più unico, le boutique del The Green e del West End ti stupiranno. Vuoi trovare tutto in un unico luogo? Allora non perdere Union Square Development e il centro commerciale Bon Accord, dove puoi soddisfare ogni desiderio sotto lo stesso tetto.

Divertimenti Notturni

La notte ad Aberdeen è vibrante: goditi un concerto al Lemon Tree, un punto d’incontro per musicisti e attori. Approfitta di spettacoli teatrali o concerti di musica classica presso la Music Hall o l’His Majesty’s Theatre. E per un’esperienza autentica, assapora un bicchiere di whisky in un tradizionale pub scozzese, come ad esempio il Mac Cameron’s in Little Belmont Street o il Prince of Wales in St Nicholas Lane.

Gastronomia

Con il suo vivace porto e il mercato ittico, Aberdeen è il paradiso per gli amanti del cibo di mare. Non perdere una cena al Silver Darling, dove potrai goderti una vista panoramica straordinaria e assaporare piatti deliziosi. Oppure, provalo all’Ashvale, famoso per offrire il miglior Fish and Chips di tutta la Scozia. Se visiti la città a giugno, non farti sfuggire il Taste of Grampian Food Festival.

Aberdeen è una città dalle molteplici sfaccettature, pronta ad offrirti esperienze uniche e sorprendenti, sia di giorno che di notte.

Dundee

Benvenuti a Dundee, o come la chiamano in gaelico-scozzese, Dùn Dèagh. Situata nella parte occidentale della Scozia, questa città ha radici profonde che risalgono al I secolo, quando le legioni romane esploravano queste terre. Essa si trova lungo la sponda settentrionale dell’estuario Firth of Tay, nel cuore delle Highlands scozzesi. Nonostante le sfide che ha affrontato, Dundee è emersa nel terzo millennio come una destinazione di rigenerazione e rinascita, portando un ottimismo che non si vedeva da fine Ottocento.

La storia di questa città risale a tempi antichissimi, quando antichi insediamenti celtici si sviluppavano presso una rupe vulcanica nella parte bassa. Questa stessa roccia potrebbe aver fornito rifornimenti ai Romani durante la loro breve permanenza al nord della Scozia, intorno all’83 d.C. All’epoca era nota come Deeuana. Tuttavia, a causa delle turbolente guerre anglo-scozzesi, poche testimonianze architettoniche antiche sono sopravvissute fino ai giorni nostri.

Dall’ottenimento del titolo di città reale nel 1190, Dundee divenne teatro di numerose battaglie per l’indipendenza scozzese. Gli Inglesi la conquistarono e saccheggiarono nei secoli XIV, XVI e XVII. Durante la Guerra Civile, il generale Monck, in nome di Cromwell, catturò Dundee nel settembre 1651, portando a un saccheggio che causò la morte di fino a 2.000 dei 12.000 abitanti. Gran parte della città fu rasa al suolo, incluso il patrimonio navale dei commercianti locali.

Tuttavia, la seconda metà del XVIII secolo vide il risorgere della città. Nuove opportunità economiche si aprirono grazie al commercio tessile e alla crescita demografica, mentre il porto venne modernizzato e le prime baleniere iniziarono a solcare i mari da Dundee. Questa città è famosa per il suo passato legato a “juta, marmellata e giornalismo”.

Dundee ha ottenuto numerosi appellativi nel corso degli anni, ma uno di recente spicco è quello di “Città Creativa UNESCO per il Design”. Oltre alla sua storia ricca, Dundee è ora un centro di innovazione e creatività, dove la tradizione si fonde con la modernità. C’è tanto da scoprire in questa città dinamica e compatta, dove ogni angolo racconta una storia di resilienza e progresso.

Nel cuore della città

Questa città ha tutto ciò che serve per un soggiorno entusiasmante. Scoprite il piacere dello shopping sfrenato, sfogliate le ultime tendenze della moda lungo le vie principali, esplorate l’Overgate Shopping Centre o passeggiate per la vivace Perth Road, dove gallerie d’arte contemporanea e negozi indipendenti custodiscono regali unici. Lasciatevi travolgere dalla cultura, prenotando uno spettacolo teatrale o immergendovi nelle opere dei centri artistici e delle gallerie cittadine.

Dundee ha sorprese straordinarie per tutta la famiglia. Esplorate la nave utilizzata dai pionieri dell’esplorazione polare, scoprite uno stabilimento di juta in funzione in stile vittoriano, o ampliate le menti dei più giovani presso il centro scientifico cittadino. Se cercate attività all’aperto, la città offre una pista di pattinaggio, una parete per l’arrampicata, vasti parchi e un moderno complesso per nuoto e svago, perfetto per stancare i più piccoli!

Lasciatevi incantare dal pittoresco borgo marinaro di Broughty Ferry, appena fuori dal centro. Con la sua graziosa passeggiata costiera, è l’ideale per una passeggiata sulla spiaggia seguita da un picnic all’aperto o da un delizioso pasto tipico in un autentico pub o locanda. Tornando a Dundee, ammirate lo skyline cittadino e le acque scintillanti del Firth of Tay dall’alto di Dundee Law. E quando cala la notte, lasciatevi affascinare dalle meraviglie del cielo stellato nel dettaglio mozzafiato del Mills Observatory nel Balgay Park.

Dundee è un mix avvincente di shopping, cultura e avventure per tutta la famiglia. Questa città vi accoglie con le sue straordinarie esperienze e offre panorami unici che renderanno il vostro viaggio indimenticabile.

Cosa vedere

Dundee nasconde un ricco patrimonio da esplorare, con attrazioni che meritano attenzione.

Una di queste è la All Souls Church, un gioiello progettato dall’architetto scozzese Hippolyte Jean Blanc. Situata lungo la Main Street di Invergowrie, questa chiesa episcopale scozzese è stata consacrata nel 1896 e ancora oggi serve come parrocchia locale. La torre centrale è dominata da maestose guglie in arenaria rossa che si ergono verso il cielo. In questa zona, si trovano altre tre chiese altrettanto affascinanti. La chiesa parrocchiale e la All Souls Church sono aperte al pubblico, mentre East Church e Dargie Church non lo sono.

St Mary Church: Un Esempio di Arte e Cultura Scozzese

La St Mary Church è un altro tesoro da scoprire. Questa magnifica chiesa parrocchiale in perfetto stile scozzese è aperta ai visitatori durante i mesi estivi e ogni domenica dell’anno. Si trova nella parte est di Dundee nella “Città Chiese”, dove la Steeple Church occupa l’altro lato. Entrambe sono congregazioni della Chiesa di Scozia, ma con stili di culto diversi. Dundee ha avuto un ruolo di rilievo durante la Riforma, e il riformatore John Knox afferma nella sua “Storia della Riforma” che la chiesa di St Mary’s a Dundee è stata “il primo volto di una chiesa riformata al pubblico”, a partire dal 1556.

Esplorando queste chiese, scoprirete un pezzo importante della storia di Dundee e dell’eredità scozzese, immergendovi nell’arte, nella cultura e nell’architettura di un tempo passato.

Scoprire i Tesori di Dundee: Storia e Cultura

Gardyne’s Land: Patrimonio Architettonico

L’area conosciuta come Gardyne’s Land, situata al 71 di High Street, è un prezioso insieme di cinque edifici storici di grande valore architettonico. La casa del commerciante, parte di questo complesso, è la più antica, risalente al 1560 e costruita da Giovanni Gardyne. È riconosciuta come la più antica casa di Dundee.

Broughty Castle: Un’Attrazione Storica

Broughty Castle rimane una delle principali attrazioni della città. Posizionato su un promontorio che si affaccia sul Firth of Tay nel pittoresco villaggio di Broughty Ferry, a pochi chilometri da Dundee, il castello fu costruito nel 1496. Dopo un periodo di rovina nel XVIII secolo, il castello fu restaurato nel XIX secolo e divenne un museo dedicato alla pesca, alla caccia, alle armi e alle armature. Il castello offre una vista panoramica mozzafiato sul fiume Tay.

Camperdown House: Eleganza Neoclassica

Camperdown House, costruita nel 1828, è un esempio di architettura neoclassica. Situata nel parco di Camperdown Country Park a nord-ovest di Dundee, fu progettata dall’architetto William Burn per il conte di Camperdown. Oggi di proprietà del Dundee City Council, la casa fu riaperta al pubblico nel 2003.

Centrespace: Innovazione e Condivisione

Centrespace è un luogo unico situato nel Visual Research Centre presso l’Università di Dundee. A differenza di molti centri di ricerca, è aperto al pubblico per contribuire all’educazione e all’ispirazione.

Galleria Cooper: Arte Contemporanea in Stile

Galleria Cooper, progettata nel 1953 dall’architetto James Wallace, offre uno spazio innovativo per l’arte contemporanea. Con pavimenti in legno scuro e angoli curvi, la galleria offre un ambiente tranquillo per ammirare opere locali. La galleria presenta un programma di cinque mostre all’anno.

Discovery Point: Esplorando il Passato

Una visita a Dundee non è completa senza Discovery Point, la nave del capitano Scott costruita appositamente per l’esplorazione dell’Antartide. Questa nave offre la possibilità di eventi e ricevimenti con vista sul fiume Tay. Costruita a Dundee nel 1901, fu parte della famosa spedizione di Scott. Il museo racconta la storia di questa epica avventura.

Orto Botanico di Dundee: Natura e Bellezza

Dundee ospita un moderno Orto Botanico sopra le rive del fiume Tay. Fondato nel 1971, offre una varietà di collezioni di piante, serre tropicali, giardini d’acqua e molto altro. Tra le specie indigene si trovano piante di luoghi montani e costieri, offrendo uno spaccato della flora locale.

Esplorando questi tesori, immergetevi nell’affascinante storia, cultura e bellezza di Dundee, scoprendo un lato affascinante e unico di questa affascinante città scozzese.

Dunkeld

Situata sulle rive del pittoresco fiume Tay nel Perthshire, Dunkeld è una tranquilla cittadina che offre un connubio di storia e natura. La maestosa Cattedrale, una delle più antiche della Scozia, sorge in una posizione incantevole, fondata nel 1107 e ricostruita nel corso dei secoli. Le sue pittoresche “little houses” lungo Cathedral Street e la suggestiva piazza del mercato contribuiscono a creare l’atmosfera affascinante di Dunkeld. Il parco Hermitage ospita uno dei cinque larici tirolesi piantati nel 1738 dal Duca di Atholl, donando ancora oggi uno scenario naturale incantevole. Il ponte a sette archi sul fiume Tay, costruito da Thomas Telford nel 1809, collega Dunkeld alla stazione climatica di Birnam, con le sue caratteristiche casette dal tetto a punta.

Pitlochry

A soli 12 miglia da Dunkeld, Pitlochry è una stazione di villeggiatura ai piedi del maestoso Ben Vrackie. L’atmosfera richiama quella di una vivace località di montagna, offrendo un’esperienza simile a Cortina d’Ampezzo. La tradizione locale del whisky di malto risale al 1798, con distillerie come Blair Atholl e la rinomata Ebradour. I panorami montani incorniciano questa località, offrendo la possibilità di attività sportive invernali e un piacevole passaggio per i viaggiatori in auto. Sulle rive del Loch Linnhe, il Crannog Seafood Town Pier è rinomato per il suo menu a base di pesce, mentre il Grand Hotel offre opzioni alla carta.

Fort William

La piccola cittadina di Fort William, riflessa nel Loch Linnhe, si trova in uno scenario montano mozzafiato. Con l’iconico Ben Nevis, la montagna più alta del Regno Unito, che si erge maestoso verso sud, Fort William attira i visitatori con il suo paesaggio unico. Mentre la città in sé potrebbe non vantare attrazioni artistiche rilevanti, è diventata una base popolare per gli sport invernali e i viaggiatori in auto. Il Highland Museum a Cameron Square offre una collezione di mobili, quadri e utensili del XIX secolo legati alla distillazione del whisky. Il ben noto Crannog Seafood Town Pier offre un’esperienza culinaria a base di pesce, mentre la bellezza mozzafiato delle montagne, con il Ben Nevis in primo piano, è la vera attrazione.

Inverness

Situata nella splendida regione delle Highland, Inverness cattura l’immaginazione con la sua storia avvincente e il panorama spettacolare del fiume Ness che la attraversa. Immaginatevi un lungofiume aperto e un cielo ampio che riflette l’atmosfera di questa pittoresca città. I bassi edifici d’epoca si specchiano nelle acque del fiume, collegati da sottili ponti pedonali a cavi, mentre i pescatori si immergono nella corrente con i loro gambaloni. La Mercat Cross è un punto di riferimento, circondata da palazzi storici e con il maestoso Castle in arenaria, sebbene ricostruito in gran parte nel XIX secolo, domina la vista. Le vie principali come High Street e Church Street offrono negozi e ristoranti, mentre il Museo Civico racconta antiche tradizioni legate all’artigianato dell’argenteria, alla concia delle pelli e alla produzione di strumenti musicali. La penisola di Black Isle, a nord della città, offre panorami mozzafiato, fiordi spettacolari e una tranquillità unica.

Loch Ness e il Mistero del Nessie

A pochi chilometri da Inverness si trova Drumnadrochit, che si affaccia sul celebre Loch Ness, uno dei laghi più famosi della Scozia. Con le sue acque profonde e il panorama incantevole, Loch Ness si estende per 38 km di lunghezza, 1,5 km di larghezza e raggiunge i 200 metri di profondità. Questo lago è parte di una valle conosciuta come Great Glen, che si estende da Inverness a Fort William, con una storia leggendaria legata al misterioso mostro del lago. Nel corso dei secoli, Loch Ness ha ispirato storie di creature sconosciute e, insieme a Loch Linhe e Loch Locky, è parte del Canale di Caledonia, una scorciatoia tra il Mare del Nord e l’Atlantico. In estate, i battelli attraversano le acque del lago, mentre i resti del castello di Urquhart emergono in tutto il loro splendore. La leggenda di Nessie, il mostro del lago, ha affascinato il pubblico da secoli, con fotografie e testimonianze che continuano a suscitare interesse e dibattiti. L’Official Loch Ness Monster Exhibition Centre a Drumnadrochit offre una panoramica completa sul mistero, con foto, filmati e testimonianze che abbracciano 500 milioni di anni di storia.

Esplora Inverness e Loch Ness, immergiti nella storia, ammira i paesaggi mozzafiato e lasciati affascinare dai misteri che circondano questo affascinante luogo.

Cosa vedere

Dopo aver vissuto un’espansione significativa come porto fluviale, Inverness offre oggi un mix affascinante di storia e paesaggi incantevoli. Anche se la città non presenta particolari attrazioni, è la sua zona fluviale a catturare l’attenzione. Il castello, sebbene non visitabile, offre prospettive suggestive. L’Inverness Museum and Art Gallery svela la storia della regione attraverso tesori che risalgono all’era dei Pitti e dei Vichinghi. Nella storica Church Street, la torre campanaria conosciuta come lo Steeple domina l’orizzonte, restaurata nel 1816 dopo un terremoto. Attraversando il moderno Ness Bridge, puoi esplorare il Kiltmaker Centre per scoprire i segreti e le tecniche di lavorazione del tartan. Sull’altra sponda del fiume, la Cattedrale Episcopale di St. Andrews sorge maestosa, interrotta prematuramente nel 1869 per mancanza di fondi.

Dintorni

Intorno a Inverness, un mondo di scoperte ti attende con località affascinanti e monumenti intriganti.
Moray Firth: Questa baia triangolare a nord di Inverness è un regno marino della Scozia dove vive una colonia di delfini. Potrai avvistarli soprattutto un’ora prima dell’alta marea, e uno dei punti migliori per farlo è il Kessock Bridge, a un chilometro a nord di Inverness. Per un’esperienza ancora più entusiasmante, puoi unirti a gite in barca per avvistare i delfini da vicino.

  • Cawdor Castle: Immerso in un’atmosfera fiabesca, questo castello ancora abitato dalla famiglia originaria è legato alle gesta di Macbeth di Shakespeare. Con le sue torri, torrette, ponti levatoi e passaggi segreti, è un vero capolavoro architettonico. All’interno, persino un albero cresce, creando un’atmosfera incantata. E non dimenticare i magnifici giardini che si vestono di colori vivaci in primavera.
  • Fort George: Un’imponente fortezza militare che svetta sulla lingua sabbiosa nel Moray Firth. Costruito nel 1747, ora ospita un museo dedicato alle armi. Dai suoi bastioni, potrai godere di una vista mozzafiato sul mare, rendendolo uno dei luoghi più suggestivi d’Europa.

Esplora l’anima affascinante di Inverness e lasciati incantare dai suoi dintorni ricchi di storia, natura e avventure.

Cosa fare

Inverness offre una gamma di attività coinvolgenti che ti permetteranno di scoprire le bellezze naturali e culturali della zona.

  • Crociere ed Escursioni in Barca: L’attività principale a Inverness è l’esperienza unica delle crociere e dei giri in barca lungo il Loch Ness e il Moray Firth. Le crociere sul Loch Ness spesso includono visite ai centri espositivi dedicati al celebre mostro, nonché al maestoso castello di Urquhart, insieme a luoghi di interesse geologico e storico lungo il percorso.
  • Esplora le Highlands senza Auto: Se preferisci muoverti senza auto, da Inverness puoi partire per mini-gite di un giorno verso destinazioni come Ullapool, Lochinver, Durness e Smoo Cave. L’ufficio turistico può aiutarti a organizzare queste avventure.
  • The Castle Tavern: Questo affascinante pub, situato a pochi passi dal cuore della città, è un must per gli amanti del buon cibo, della birra di qualità e dell’ottimo whisky. Con un’atmosfera accogliente e un giardino incluso, il pub offre un’esperienza autentica. Nel piano superiore troverai il ristorante, che offre gli stessi piatti e prezzi del pub. È consigliato prenotare se desideri cenare qui durante il fine settimana o durante eventi sportivi importanti in TV.
  • The Scottish Kiltmaker Museum: Questo piccolo ma ben curato museo è una gemma nascosta ad Inverness. Situato nel piano superiore del grande magazzino House of Fraser, offre una profonda immersione nella tradizione del tartan e del kilt. È un’ottima alternativa in caso di pioggia durante la tua avventura nelle Highlands.
  • Urquhart Castle: Situato sulle rive del celebre Loch Ness, il castello di Urquhart è un simbolo di storia e mistero. Pur essendo in rovina, conserva la sua magnificenza e il suo fascino intramontabile. Le storie di battaglie e avventure si intrecciano con la leggenda del mostro del lago Ness. Il castello ospita un Visitor Centre che ti guiderà attraverso le sue attrazioni principali. Non solo storia, ma anche il fascino della mitica creatura rende questo luogo unico e affascinante. Da qui, puoi scrutare le acque tranquille del lago, sperando di intravedere un dettaglio insolito che possa far pensare a Nessie, il celebre mostro marino.

Esplora, scopri e vivi esperienze uniche a Inverness e nelle sue affascinanti vicinanze, immergendoti nella storia, nella natura e nelle leggende delle Highlands scozzesi.

Isola di Skye

L’Isola di Skye, incastonata nelle remote Highlands nord-occidentali, brilla come la gemma delle Ebridi Interne. Il suo nome deriva dal vichingo Skuyo, che la chiamò “isola delle nubi”. In gaelico, è conosciuta come “Eilean Sgiathanac” o “isola alata”, grazie alla sua affascinante conformazione, ma anche come “Eilean a Cheo”, l’isola della nebbia. In ogni caso, Skye si mantiene, in tempi moderni, un luogo di pura bellezza e incanto. Questa terra straordinaria può essere raggiunta sia in auto che attraverso il pittoresco traghetto.

Per chi ama l’avventura, il traghetto parte da Mallaig ad Armadale (45 minuti di viaggio), mentre in estate ci sono piccole imbarcazioni da Glenelg (15 minuti). Se preferisci viaggiare in auto, il maestoso “Skye Bridge” collega l’isola alla penisola di Kyle of Lochalsh (con un costo di circa £ 7.00 per auto per tratta).

Skye è un rifugio naturale dove la terra riscopre il suo fascino, i colori e i profumi. Passeggiando lungo il sentiero che da Dunvegan conduce alle Coral Beaches, l’aroma di cocco pervade l’aria grazie a una varietà autoctona di ginestra. Mucche scozzesi dal mantello folto e i loro vitelli pascolano serenamente, mentre lepri si muovono agili. L’odore del mare e il frangersi delle onde sono compagni costanti, mentre foreste di abeti e betulle si stagliano nella distanza. Gli isolotti ospitano colonie di foche e uccelli marini, creando uno spettacolo naturalistico senza pari.

L’isola è un paradiso per gli amanti della montagna, con i maestosi Cuillins Mountains a sud-ovest. Le Black Hills, formate da gabbro scuro vulcanico, attirano alpinisti da tutto il mondo, offrendo paesaggi spettacolari e sfide uniche. Le Red Hills, invece, composte da granito rosso, sono più dolci e leggere, perfette per passeggiate rilassanti.

Un luogo dove gli animali superano in numero gli umani, dove le giornate sono scandite dalla natura più autentica e le serate si trascorrono nei pub, bevendo whisky o birra e scambiando racconti con i pescatori locali. Le attrazioni da non perdere includono il Centro Clan Donald, la rinomata distilleria di Talisker, le maestose colline di Cuillin, il Castello di Dunvegan e il Museo di Skye che narra la vita dell’isola. Sono disponibili escursioni in barca per ammirare le colonie di foche e da Uig è possibile prendere il traghetto per altre affascinanti isole. L’Isola di Skye offre un viaggio indimenticabile nel cuore della natura scozzese.

Esplora l’Incantevole Isola di Skye: Bellezze Naturali e Avventure Uniche

L’Isola di Skye, incastonata nelle remote Highlands nord-occidentali, brilla come la gemma delle Ebridi Interne. Il suo nome deriva dal vichingo Skuyo, che la chiamò “isola delle nubi”. In gaelico, è conosciuta come “Eilean Sgiathanac” o “isola alata”, grazie alla sua affascinante conformazione, ma anche come “Eilean a Cheo”, l’isola della nebbia. In ogni caso, Skye si mantiene, in tempi moderni, un luogo di pura bellezza e incanto. Questa terra straordinaria può essere raggiunta sia in auto che attraverso il pittoresco traghetto.

Per chi ama l’avventura, il traghetto parte da Mallaig ad Armadale (45 minuti di viaggio), mentre in estate ci sono piccole imbarcazioni da Glenelg (15 minuti). Se preferisci viaggiare in auto, il maestoso “Skye Bridge” collega l’isola alla penisola di Kyle of Lochalsh (con un costo di circa £ 7.00 per auto per tratta).

Skye è un rifugio naturale dove la terra riscopre il suo fascino, i colori e i profumi. Passeggiando lungo il sentiero che da Dunvegan conduce alle Coral Beaches, l’aroma di cocco pervade l’aria grazie a una varietà autoctona di ginestra. Mucche scozzesi dal mantello folto e i loro vitelli pascolano serenamente, mentre lepri si muovono agili. L’odore del mare e il frangersi delle onde sono compagni costanti, mentre foreste di abeti e betulle si stagliano nella distanza. Gli isolotti ospitano colonie di foche e uccelli marini, creando uno spettacolo naturalistico senza pari.

L’isola è un paradiso per gli amanti della montagna, con i maestosi Cuillins Mountains a sud-ovest. Le Black Hills, formate da gabbro scuro vulcanico, attirano alpinisti da tutto il mondo, offrendo paesaggi spettacolari e sfide uniche. Le Red Hills, invece, composte da granito rosso, sono più dolci e leggere, perfette per passeggiate rilassanti.

Un luogo dove gli animali superano in numero gli umani, dove le giornate sono scandite dalla natura più autentica e le serate si trascorrono nei pub, bevendo whisky o birra e scambiando racconti con i pescatori locali. Le attrazioni da non perdere includono il Centro Clan Donald, la rinomata distilleria di Talisker, le maestose colline di Cuillin, il Castello di Dunvegan e il Museo di Skye che narra la vita dell’isola. Sono disponibili escursioni in barca per ammirare le colonie di foche e da Uig è possibile prendere il traghetto per altre affascinanti isole. L’Isola di Skye offre un viaggio indimenticabile nel cuore della natura scozzese.

Esplorando l’Isola di Skye: Alla Scoperta di Paesaggi Unici e Tradizioni Locali

Un’avventura indimenticabile ti attende sull’Isola di Skye, dove la natura selvaggia si fonde con le tradizioni locali, creando un’esperienza autentica. Attraversando il ponte da Kyle of Lochalsh, giungerai all’incantevole Kyleakin, dove le rovine di un antico fortilizio e un accogliente ostello ti daranno il benvenuto. L’aeroporto di Broadford è nelle vicinanze, insieme a uno dei centri di conservazione delle lontre marine dell’isola, mentre a Kylerhea, sulla costa sud-orientale, troverai un altro rifugio naturale con sentieri segnalati.

I viaggiatori che approdano a Skye da Mallaig sbarcano invece ad Armadale, famosa anche per il Clan Donald Visitor Centre, ospitato in un castello circondato da 16 ettari di parco. In quest’area non mancano ottimi negozi dove potrai trovare batik tessuti a mano e tradizionali smock realizzati da Skye Batíks. Ragamuffin a Sleat, Armadale Pier, propone abbigliamento in lana e tessuto per uomo e donna.

Un’avventura imperdibile è l’escursione da Broadford al Loch Loch Scavaig (24 km), che regala una vista mozzafiato sul Monte Blaven (927 m) e il Loch Slapin, terminando a Elgol, un piccolo villaggio affacciato sulla costa. Da qui, potrai ammirare un panorama spettacolare abbracciando le isole circostanti, e scoprire la grotta in cui il leggendario “Bonnie Prince Charlie” si nascose agli Inglesi.

La strada principale dell’isola è la A87, che risale da Kyleakin. Per esplorare la maestosa bellezza delle Cuillin Hills, catena montuosa di origine vulcanica, l’ideale è partire a piedi dall’albergo o dal campeggio di Sligachan. Il traghetto con trasporto auto di Sconser permette di raggiungere Raasay, un’isola vicina, perfetta per escursioni a piedi. Il Raasay Outdoor Centre offre assistenza e informazioni, anche se è chiuso la domenica e durante l’inverno.

A nord-ovest, un percorso attraverso coste rocciose e tradizioni locali ti attende nella penisola di Trotternish. La zona di Kilt Rock, con colonne di basalto che evocano il tradizionale gonnellino scozzese, offre paesaggi indimenticabili. Staffin, a nord del capoluogo Portree, è un villaggio pittoresco con casette colorate, scogliere e ristoranti di pesce accanto ai pittoreschi pescherecci. Da Portree partono emozionanti escursioni in barca e il centro visite Aros Experience, che ti farà scoprire la travagliata storia e le tradizioni gaeliche di Skye.

L’Isola di Skye si rivela in tutto il suo splendore lungo la A87, terminando a Uig, da dove partono traghetti per le Ebridi esterne. Da non perdere è anche la rinomata birra prodotta dalla Isle of Skye Brewing Company, situata vicino al molo. A Kilmuir, a cinque miglia a nord, lo Skye Museum of Island Life racconta le antiche tradizioni in un gruppo di cottage.

Un percorso panoramico si snoda dalla A87 fra Portree e Uig in direzione ovest, dove la natura stupisce e le laboratori-botteghe artigianali (come la Dandelion Gallery a Stein o gli Aurora Crafts di Struan) riflettono la creatività dell’isola. Per gli amanti della storia, il Dunvegan Castle (h 10.00/17.30, con orari ridotti in inverno) rappresenta un’emozionante tappa. Costruito a metà dell’800 e ancor oggi di proprietà dei MacLeod, offre uno sguardo nella storia di Skye, accessibile un tempo solo via mare.

Isola di Mull

L’Isola di Mull, la terza per grandezza tra le Ebridi, ti attende con paesaggi interni magnifici e coste spettacolari, specialmente verso ovest. A Tobermory, la città principale, scoprirai un affascinante paesino di pescatori scozzesi, quasi una città nel contesto delle Ebridi. Qui, le casette dai vivaci colori si affacciano sul porto, dove il profumo delle alghe si mescola con l’aroma delle maree e il ruscello che alimenta la distilleria locale. Non perdere l’occasione di assaporare il prelibato single malt torbato di Tobermory, e il pub affacciato sul porto, il leggendario “Mishnish”, con il suo fascino avvolto da legno scuro e antiche mappe nautiche. Il pub è arricchito dalla storia di innumerevoli generazioni e tavoli di quercia segnati dalle memorabili pinte di birra scura e dai suoi affezionati frequentatori. Gli edifici pittoreschi intorno al porto naturale creano un’atmosfera unica.

Come Arrivare

In Aereo: Gli idrovolanti della Loch Lomond Seaplanes offrono fino a 4 voli al giorno da Glasgow a Tobermory.
In Traghetto: Il servizio di traghetti da Oban, sulla costa occidentale della Scozia, per Craignure sull’Isola di Mull è operato dalla Caledonian MacBrayne. È consigliabile prenotare lo spazio auto in anticipo, mentre per i passeggeri semplici la prenotazione non è necessaria.

Arcipelago delle Orcadi

All’estremità nord-orientale della Scozia, l’arcipelago delle Orcadi, composto da oltre 70 isole, gioca un ruolo di fondamentale importanza nella storia e nel panorama naturalistico. Separato dalla terraferma dal Pentland Firth, questo gruppo di isole è stato cruciale durante entrambe le guerre mondiali. Culturalmente legate alla Scandinavia, le Orcadi si considerano spesso una regione separata dal Regno Unito e dalla Scozia, grazie alle radici storiche condivise con le isole più occidentali. Qui, il passato è tangibile, dai millenni di storia dei Menhir ai maestosi castelli e alle imponenti fortezze. Una tappa imperdibile è la mitica Skara Brae, dove antichi insediamenti risalenti a oltre 5000 anni fa vengono rivelati. I paesaggi dominano l’arcipelago, con alte scogliere a picco sul mare, paradiso per gli uccelli marini. Gli amanti del cibo saranno deliziati dal festival gastronomico delle Orcadi, che si tiene ogni settembre e mette in mostra i prodotti tipici dell’isola. Tra le specialità locali spiccano i formaggi, le focacce all’orzo chiamate Bere Bannoks e, ovviamente, il sempre presente Whisky.

Come raggiungere le Orcadi

In Aereo

Per raggiungere le Orcadi, puoi scegliere tra voli da diverse città come Aberdeen, Edimburgo, Glasgow, Inverness e Sumburgh nelle Shetland. Tutti i voli atterrano presso l’aeroporto di Kirkwall. Da qui, un servizio di autobus collega comodamente l’aeroporto al centro di Kirkwall e a Stromness. Loganair offre durante tutto l’anno voli interni che collegano gli aeroporti minori delle Orcadi a Kirkwall, incluso il famoso volo di linea più breve al mondo, un rapido collegamento di due soli minuti tra le isole di Westray e Papa Westray.

In Traghetto

Esplora le Orcadi anche via mare, con diverse opzioni di traghetto disponibili.

  • NorthLink Ferries: Attraverso il collegamento da Scrabster a Stromness, puoi godere di fino a 3 traversate giornaliere nei giorni feriali e 2 nei weekend. La durata del tragitto è di circa 90 minuti. Da Stromness, un comodo servizio autobus ti porterà a Kirkwall.
  • Da Aberdeen a Lerwick nelle Shetland: Questo servizio giornaliero, che passa anche per Kirkwall nelle Orcadi 3-4 volte alla settimana, offre diverse opzioni di viaggio durante tutto l’anno. Per orari e prenotazioni, contatta NorthLink Ferries.
  • Pentland Ferries: Con traghetti per passeggeri e veicoli, questa compagnia collega Gills Bay vicino a John o’ Groats a St. Margaret’s Hope nelle Orcadi. Le traversate, della durata di un’ora, offrono 3 opzioni al giorno.
  • John o’ Groats Ferries: Questa compagnia offre un servizio giornaliero per passeggeri da maggio a settembre, collegando John o’ Groats a Burwick nelle Orcadi. Il viaggio dura solo 40 minuti. Durante l’estate, sono disponibili anche escursioni di un giorno da John o’ Groats (da maggio a settembre) e da Inverness (da giugno a settembre). Dal 1° maggio al 2 settembre, puoi prendere anche l’Orkney Bus Express, che offre un servizio giornaliero espresso da Inverness a Kirkwall.

Imperdibili nelle Orcadi: Esperienze Uniche da Vivere

  • Maes Howe, Stenness: Un viaggio nel passato ti aspetta presso Maes Howe, la magnifica tomba a camera risalente a circa 5000 anni fa. Sulle sue pareti, incisioni runiche di vichinghi e crociati raccontano storie antiche e misteriose.
  • Itinerario dell’Artigianato: L’artigianato delle Orcadi è celebre in tutto il mondo. Segui questo itinerario per vedere gli artigiani locali all’opera e scoprire la maestria dietro i loro manufatti unici.
  • Tombs of the Eagles, South Ronaldsay: Immerso nella storia, questa tomba dell’età della pietra risale a 5000 anni fa. Posta su una scogliera, offre autentiche connessioni con il passato attraverso i manufatti neolitici originali.
  • Ring of Brodgar: Ammira i cerchi di megaliti sull’isola principale delle Orcadi. Troverai inciso il nome di Bjorn il vichingo su un megalite, risalente all’XI secolo d.C., aggiungendo un tocco di leggenda all’antichità.
  • Wideford Hill: Da questa posizione panoramica, goditi la vista delle isole Shapinsay e Stronsay, insieme all’incantevole ancoraggio di Scapa Flow.
  • Skara Brae: Scendi nel passato esplorando le rovine del villaggio neolitico di Skara Brae, sepolti per secoli sotto la sabbia. Dieci case collegate da passaggi tortuosi ti attendono per un viaggio affascinante.
  • La Cappella Italiana: Un omaggio emozionante all’ingegnosità dei prigionieri italiani durante la seconda guerra mondiale. Gli affreschi e i trompe-l’oeil all’interno raccontano una storia di creatività e resilienza.
  • Kirkwall: La principale città delle Orcadi, dominata dalla maestosa cattedrale di St. Magnus. Esplora i negozi d’artigianato che soddisfano i visitatori delle navi da crociera e visita l’Highland Park Whisky, la distilleria più settentrionale del paese.
  • Cultura e Patrimonio: Le Orcadi racchiudono una storia che inizia 4500 anni fa con insediamenti neolitici. Il patrimonio delle isole è protetto dall’UNESCO e comprende cerchi di pietre, tombe e un antico insediamento.
  • Gastronomia: Le specialità culinarie delle Orcadi ti sorprenderanno. Prova il whisky Highland Park, visita l’Orkney Food Festival a settembre e assapora il gusto unico del formaggio, pesce, carne e bevande locali nei ristoranti dell’isola.

Esplora queste esperienze uniche e immergiti nell’incantevole mondo delle Orcadi, un luogo dove passato e presente si intrecciano in modi affascinanti.

Pitlochry

Una tappa imprescindibile! Pitlochry ti accoglie con il suo fascino unico, rendendola una base ideale per esplorare le meraviglie circostanti. Fondata nel 1728, la sua storia si fonde con la modernità, offrendo servizi completi e un’atmosfera rilassata. La passeggiata alla celebre “scala dei salmoni” e il pittoresco Tummel Suspension Bridge sono solo alcune delle esperienze da non perdere. Scopri ristoranti rinomati e negozi specializzati, mentre ti perdi nella suggestiva atmosfera delle HIGHLANDS.

Thurso

Nel cuore delle Northwest Highlands, Thurso offre una scoperta storica unica. Attraversa le strade a scacchiera e ammira la medievale chiesa di St. Peter e la Tower Hall. L’economia locale si snoda verso le vicine Orcadi, raggiungibili in poche ore di navigazione. Esplora Tongue e la fortezza di Bharraich, una testimonianza dei tempi dei Vichinghi. L’Invernaver Nature Reserve ti incanterà con la sua vegetazione boreale e Torrisdale Bay.

Ullapool

Fondato nel 1788, Ullapool è una delle stazioni turistiche più amate delle Northwest Highlands. Questo pittoresco villaggio di pescatori ti accoglie con casette bianche e strade ad angolo retto. Esplora i pub caratteristici e le botteghe di souvenir. Da Ullapool, i traghetti attraversano il Minch per raggiungere Stornoway sull’isola di Lewis, una delle Ebridi esterne.

Ogni tappa in queste affascinanti località ti permetterà di scoprire il cuore autentico delle Highlands, con la sua storia, la sua natura e il suo fascino senza tempo. Scegli Pitlochry, Thurso e Ullapool per un’esperienza unica nella Scozia settentrionale.

Tarbert

Nella suggestiva penisola di Kintyre, raggiungibile tramite la panoramica A83, si trova Tarbert. Questa vivace cittadina turistica è una base ideale per esplorare Kintyre e oltre. Situata in una posizione privilegiata, Tarbert offre non solo un Heritage Centre che racconta le tradizioni gaeliche, ma anche l’opportunità di uscite in cabinato nelle acque circostanti. Lasciati affascinare dalla sua autenticità e dal traghetto che ti porta alla penisola di Cowal.

Valle di Glencoe

Se hai sempre sognato paesaggi da cartolina, la Valle di Glencoe ti sorprenderà. Questo luogo, tra i più suggestivi dell’intera Scozia, offre panorami mozzafiato e scenari indimenticabili. Questa valle, che si estende per 14 km all’interno delle Highlands, è un paradiso per gli amanti delle passeggiate e del trekking. Il percorso Coire Gabhail, noto come “the Lost Valley”, è perfetto per chi vuole immergersi nella natura e nella storia di questo luogo. Attraverso questo sentiero, potrai ammirare anche l’Ossian’s Cave e le imponenti “tre sorelle”, Aonach Dubh.

Se desideri una sfida più impegnativa, il Devil’s Staircase è ciò che fa per te. Parte del famoso sentiero West Highland Way, questo percorso ti porterà attraverso le Highland scozzesi, offrendoti panorami senza pari. Giunto in cima, sarai ricompensato con una vista spettacolare sulla valle.

La Valle di Glencoe, anche chiamata “The weeping glen”, ti immergerà in un’atmosfera unica. Ricca di storia e set di celebri film, questa valle è un omaggio alla bellezza selvaggia delle Highlands. Esplora questi luoghi unici e scopri la vera essenza della Scozia.