Cerca
Close this search box.

Tour Incredibile India

Tour Incredibile India

L’Incredibile India ti attende con un tour che sfida ogni immaginazione. Esplora una terra di contrasti affascinanti, dalle maestose architetture moghul ai templi intricati, dalle metropoli moderne alle città sacre antiche. Ammira il Taj Mahal, un’icona di bellezza eterna, e immergiti nella spiritualità lungo le rive del Gange a Varanasi. Assapora le spezie inebrianti e l’arte culinaria unica. I colori, i suoni e i profumi dell’India ti avvolgeranno in un’avventura unica e indimenticabile, dove la tradizione e l’innovazione si fondono in un affascinante mosaico di esperienze.

Tour Incredibile India, il Meglio dell’India

Il tour Incredibile India, su base individuale, con guida locale parlante Italiano ha una durata di 17 giorni e 14 notti. – Le Partenze sono Giornaliere. Se interessati ad avere un pacchetto personalizzato sulla base delle Vostre esigenze inviate una richiesta scrivendo a: direzione@barbirottiviaggi.it 

Quote a partire da: € 4.850,00 a persona.

Riepilogo dei servizi inclusi 

Routing aereo: è possibile prevedere partenze e arrivi per e da altri aeroporti.  – Voli Intercontinentali:

Giorno Part.VoloPartenza dah.Arrivo ah.Note
1° GiornoAzRoma Fiumicino14.10Nuova Delhi01.15Del 2° Giorno
17° GiornoAz Dubai03.50Roma Fiumicino08.10Ora locale

Soggiorno: Hotel selezionati per questo Viaggio nell’Incredibile India: 

Delhi: Radisson 5* vicino all’aeroporto. Udaipur: Taj Lake Palace 5* ex reggia di maharaja trasformata in hotel (lake facing room); Jodhpur: Balsamand Heritage; Jaisalmer: Fort Rajwada 5*; Bikaner: Laxmi Niwas Palace Heritage; Jaipur: Mansingh Towers 4*; Agra: Jaypee Palace 5*; Khajuraho: Holiday Inn 4*; Varanasi: Radisson 5*; Delhi: The Park 5* in centro.

In tutti gli alberghi sopra menzionati è previsto il trattamento di pernottamento e prima colazione, 

Altri servizi inclusi

  • Assicurazione Top Booking Barbirotti: che include: Coperture spese Medico/Bagaglio e Annullamento
  • Facchinaggio (tranne che all’interno delle aree aeroportuali)
  • Tutti i voli interni in India, in classe economica tasse aeroportuali incluse.
  • Tutti i trasferimenti indicati, con auto cat. A (tipo Ambassador) ad uso privato ed esclusivo con aria condizionata con autista parlante inglese.
  • Tratta in treno “Shatabdi Express” in seconda classe (trovare posto in prima è quasi impossibile!) con aria condizionata da Agra a Orcha.
  • Pernottamenti negli hotel indicati o similari di pari categoria, camera standard se non laddove diversamente indicato, con Prima colazione inclusa.
  • Circuito come da programma / itinerario nelle pagine a seguire
  • Assistenza di personale del nostro corrispondente, in lingua Italiana.
  • Tutte le visite indicate, comprensive di ingressi, con l’ausilio di guide locali (una diversa in ogni città) parlanti italiano ove disponibili ed esistenti, altrimenti inglese.

Valutazione personale dell’Agenzia Barbirotti relativa a questa proposta di Viaggio. Classificazione: Alta–Media–Bassa.
Servizi in generale: Alti + Sostenibilità: Bassa. (vedi Faq https://www.barbirottiviaggi.it/faq/ ).

I 5 perché scegliere questo Viaggio

  • Per restare incantati per ore ad ammirare il Taj Mahal. Un monumento dedicato all’Amore.
  • Per assistere a Varanasi al Il rituale di cremazione nel fiume Gange.
  • Per visitare le antiche città dell’oro nel Rajasthan, dal fascino indescrivibile, e il “Palazzo dei Venti”
  • Jaisalmer, la città d’oro del Rajasthan alle porte del deserto.
  • Perché in India ci sono mille porte per entrare ma nessuna per uscirne.

PROGRAMMA dettagliato giorno per Giorno: Tour Incredibile India

Consigli di viaggio

Programma Dettagliato Giorno per Giorno: Tour Straordinario dell’India

1° Giorno: Volo Roma Delhi

Partenza da Roma con volo diretto Ita per Delhi. Arrivo in serata, completamento delle formalità doganali e trasferimento in hotel. Dopo il check-in nella camera riservata, avrete il tempo di riposarvi e rilassarvi. Pernottamento.

2° Giorno: Delhi Udaipur

Dopo una gustosa colazione, ci trasferiremo all’aeroporto per prendere un volo verso Udaipur (orario indicativo: 13.45 – 14.55). Una volta arrivati, vi accomoderete nel vostro hotel e avrete il pomeriggio a disposizione. Un’escursione a Eklingi, un affascinante villaggio a nord di Udaipur, vi porterà a scoprire templi antichi e architettura raffinata. Pernottamento.

3° Giorno: Udaipur

Dopo la colazione, esploreremo Udaipur, una città ricca di tesori e romanticismo. Ammireremo il maestoso Palazzo di città del Maharaja e godremo di una gita in barca sul lago Pichola nel pomeriggio. Pernottamento.

4° Giorno: Udaipur Ranakpur Jodhpur

Dopo una buona colazione, ci metteremo in viaggio in auto verso Jodhpur, ma non prima di visitare i maestosi templi jainisti di Ranakpur. Arriveremo a Jodhpur e ci installeremo nelle nostre camere. Pernottamento.

5° Giorno Jodhpur Jaisalmer.

Dopo la prima colazione, esploreremo il Forte di Mehrangarh e i cenotafi reali a Jodhpur. Nel pomeriggio, ci sposteremo verso Jaisalmer e faremo il check-in nel nostro hotel. Pernottamento.

6° Giorno: Jaisalmer

Dopo una ricca colazione, esploreremo la città fortificata di Jaisalmer con i suoi templi, le Haweli e il dedalo di vicoli antichi. Nel pomeriggio, ci immergeremo nel deserto con un’escursione in jeep e un’indimenticabile passeggiata in cammello fino alle dune di sabbia per ammirare il tramonto. Pernottamento.

7° Giorno: Jaisalmer Bikaner

Dopo la colazione, ci dirigeremo verso Bikaner. Una volta arrivati, avrete l’opportunità di esplorare il Forte Junagarh e la città murata con le sue porte e palazzi affascinanti. Pernottamento.

8° Giorno: Bikaner Jaipur

Dopo la colazione, ci trasferiremo a Jaipur, conosciuta come la “Città Rosa” per il colore dell’arenaria dei suoi edifici. Nel pomeriggio, esploreremo il Palazzo della città del maharaja, l’osservatorio astronomico Jantar Mantar e il famoso Palazzo dei Venti. Pernottamento.

9° Giorno: Jaipur 

Dopo la colazione, visiteremo il Forte Amber, salendo a dorso di elefante o in jeep. Il pomeriggio sarà libero per visite individuali o relax. Pernottamento.

10° Giorno: Jaipur Fatehpur Sikri Agra (Taj Mahal)

Dopo una buona colazione, ci sposteremo verso Agra con una sosta a Fatehpur Sikri, una città storica costruita dall’imperatore Akbar. Arriveremo ad Agra e visiteremo il celebre Taj Mahal e il maestoso Forte Rosso. Pernottamento.

11° Giorno: Agra Orcha Khajuraho

Dopo la colazione, ci dirigeremo verso la stazione ferroviaria e prenderemo un treno per Orcha, una città con palazzi e templi incantevoli. Si visiterà in particolare il Jehangir Mahal, palazzo fatto costruire nel 1606, in occasione della visita dell’imperatore Jehangir, per ospitarlo. Nel pomeriggio, raggiungeremo Khajuraho e ci installeremo nel nostro hotel. Pernottamento.

12° Giorno: Khajuraho

Dopo una gustosa colazione, visiteremo i templi orientali e occidentali di Khajuraho, famosi per le loro sculture uniche. Avrete il pomeriggio libero per visite individuali o relax.

14° Giorno: Varanasi 

Dopo la colazione, visiteremo nuovamente i templi di Khajuraho e poi ci trasferiremo in aeroporto per un volo verso Varanasi. Arrivati, godremo di una gita in barca serale sul Gange per assistere alla suggestiva cerimonia dell’aarti. Pernottamento.

15° Giorno: Varanasi Delhi

Sveglia prima dell’alba per una magica esperienza: una passeggiata in barca sul Gange per osservare i rituali di purificazione dei pellegrini e le offerte al sole nascente. Esploreremo poi la città antica a piedi, visitando il Tempio d’Oro e la Moschea di Aurangzeb. Pomeriggio dedicato alla visita del sito archeologico di Sarnath. Pernottamento.

16 ° Giorno: Delhi 

Dopo la colazione, prenderemo un volo per Delhi. Una volta arrivati, visiteremo la Moschea del Venerdì e il mausoleo di Mahatma Gandhi. Pernottamento.

17° Giorno: Delhi Italia

Nelle primissime ore del mattino, si parte e si ritorna in Italia.

TIPS

Se siete alla ricerca di qualcosa in più per arricchire la vostra avventura in India, ecco alcune opzioni che vi lasceranno a bocca aperta:

Estensione Mare Incantevole: Maldive o Isole Laccadive

Dopo il tour emozionante attraverso l’India, concedetevi un meritato relax alle Maldive o nelle selvagge isole Laccadive. Questi paradisi tropicali offrono spiagge di sabbia bianca, acque cristalline e una pace lussureggiante. Sono particolarmente consigliati i mesi da novembre ad aprile, durante la stagione secca, per godere appieno dell’esperienza

Rigenerazione nel Kerala: Soggiorno Benessere a Trivandrum

Se siete in cerca di una vera e propria rinascita, considerate un soggiorno benessere nel Kerala. Trascorrete 5/7 notti a Trivandrum, in un lussuoso hotel, resort o centro Ayurvedico come il Manaltheeram Ayurveda Beach Village. Questo trattamento esclusivo offre la pensione completa ayurvedica, trattamenti di ringiovanimento e sessioni quotidiane di yoga. Un’opportunità per rigenerare mente e corpo in uno scenario mozzafiato.

Scegliete l’opzione che risuona di più con i vostri desideri e completate il vostro viaggio in India con un tocco personale di lusso e autenticità.

Visitando l’India

Consigli di viaggio

Se state pianificando un viaggio in India, ecco alcune informazioni essenziali che vi saranno utili:

  • Fuso Orario e Lingua – L’India si trova in fusi orari diversi, con +4.30 e +3.30 ore durante l’ora legale. La lingua ufficiale è l’Hindi, ma l’inglese è ampiamente parlato e insegnato nelle scuole, facilitando la comunicazione con la popolazione locale.
  • Valuta e Cambio – La valuta utilizzata è la rupia. Il tasso di cambio è approssimativamente €1 = circa RS 50. È consigliabile portare dollari, ma è possibile convertire qualsiasi valuta presso banche o uffici autorizzati, che spesso sono disponibili negli alberghi. Non ci sono restrizioni riguardo alla valuta straniera, ma se si supera la somma di $10.000, è necessario dichiararlo in dogana.
  • Documenti Necessari – Per entrare in India, è richiesto un passaporto valido per almeno 6 mesi e un visto. È consigliabile ottenere un visto di 6 mesi, ma esistono anche opzioni per 3 mesi o per il solo transito. I visti sono rilasciati dai Consolati italiani di Roma e Milano, allegando due fotografie formato tessera alla richiesta.
  • Arrivo nel Paese – All’arrivo in ogni aeroporto, dovrete compilare il formulario d’immigrazione/dogana. Le tasse di partenza dall’aeroporto variano per i paesi confinanti e non sono incluse nel costo del viaggio.
  • Elettricità e Adattatori – L’elettricità è di 230-240 volt. Le prese elettriche sono simili a quelle europee o di tipo inglese con lamelle piatte. Un adattatore elettrico è consigliabile per garantire la compatibilità con le prese locali.
  • Precauzioni Alimentari – La scelta dei cibi e delle bevande richiede cautela a causa dei rischi derivanti dalla scarsa igiene. Optate per cibi ben cotti, evitate verdure crude o frutta non sbucciata personalmente e fate attenzione a crostacei e carni poco cotte. Bevete solo acqua in bottiglia sigillata e evitate il ghiaccio. In caso di disturbi intestinali, prodotti come il Bimixin possono essere utili.
  • Religione e Diversità – L’India ospita una vasta gamma di religioni, dall’induismo al buddhismo, dall’islam al sikhismo e altre ancora. Questa diversità culturale e religiosa è un elemento fondamentale della vita indiana.
  • Comunicazioni Telefoniche – Per chiamare dall’Italia all’India, comporre 0091 seguito dal prefisso interurbano della città e dal numero dell’abbonato. Per telefonate locali, anteporre lo 0 al prefisso della località. Per chiamare dall’India all’Italia, comporre 0039 seguito dal prefisso della città italiana e dal numero dell’abbonato.

Come muoversi in India

  • Viaggiare per Aereo – La rete della Indian Airlines, la principale compagnia aerea indiana gestita dal governo, è estesa. Anche la linea internazionale Air India opera voli nazionali su diverse rotte. La deregulation ha notevolmente migliorato la qualità del servizio. È consigliabile prenotare con largo anticipo, poiché i voli tendono ad essere molto affollati.
  • Tuffarsi nel Sistema Ferroviario – Viaggiare in treno in India è un’esperienza unica al mondo. Nonostante possa essere a tratti scomodo e frustrante, fa parte integrante dell’esperienza di viaggio. Scoprite il “galateo ferroviario” indiano per non lottare per uno spazio privato. Il sistema di prenotazione è labirintico ma funzionante. I treni variano da vecchie carrozze con sedili in legno trainate da locomotive a vapore a treni rapidi e moderni. Potete optare per un espresso o un vagone postale, o provare tutte le diverse classi per sperimentare appieno.
  • All’avventura su Quattro Ruote – Noleggiare un’auto con autista è una scelta comune in India. Gli autisti saranno a vostra disposizione 24 ore su 24, lasciandovi la libertà di esplorare. Se desiderate guidare da soli, preparatevi a un caotico traffico. Le auto vengono noleggiate a giornata con autista, offrendo un’opzione più economica e un modo comodo per superare il traffico indiano.
  • Esplorare su Due Ruote – Se siete avventurieri, girare l’India in moto può essere entusiasmante, soprattutto su una Enfield Bullet. Tuttavia, è un’impresa azzardata e non consigliata per principianti. Le biciclette sono ottime per le città e possono essere noleggiate a buon prezzo. Per spostamenti più lunghi, considerate che ci vorranno buone gambe e spirito resistente.
  • Affrontare gli Autobus – Gli autobus sono comuni e variano in categorie come ordinari, deluxe ed express. Sono veloci ma meno sicuri dei treni. Gli autisti adottano uno stile di guida audace, ma ci si abitua presto alle loro manovre.
  • Mezzi di Trasporto Locali – Nei centri urbani, autorisciò e ciclorisciò sono popolari. Gli autorisciò sono pratici e convenienti per brevi tragitti. Troverete anche tonga, carri trainati da cavalli.
  • Taxi: Una Scelta Occasionale – I taxi sono meno utilizzati. Sono meno economici ma possono essere utili per spostamenti tra città.

L’India offre una vasta gamma di opzioni di trasporto, ognuna con il proprio fascino e sfide. Scegliete il metodo che si adatta meglio al vostro spirito di avventura e scoperta.

Clima

Se state pianificando un viaggio in India, è fondamentale comprendere il clima e adottare un comportamento rispettoso delle usanze locali. Ecco alcune preziose informazioni da tenere a mente:

Variabilità Climatica: Le temperature e le precipitazioni in India variano da regione a regione. Il Paese presenta tre stagioni principali:

  • L’inverno (da novembre a marzo) è caratterizzato da temperature fresche e precipitazioni scarse. Nelle regioni settentrionali e pre-himalayane, il freddo può essere intenso.
  • L’estate (da aprile a giugno) porta temperature elevate in tutto il Paese, soprattutto nelle pianure settentrionali, con punte oltre i 40 gradi Celsius.
  • Il monsone (da luglio a settembre-ottobre) porta elevate temperature (oltre i 30 gradi Celsius) e umidità. Il periodo migliore per visitare il nord dell’India, il Rajasthan e il Nepal è da settembre ad aprile, mentre il monsone si fa sentire tra luglio e settembre.

Suggerimenti sull’Abbigliamento

L’abbigliamento deve essere leggero e pratico, simile a quello europeo in estate. Prediligete i capi di cotone e evitate tessuti sintetici. Durante le visite ai templi, dovrete togliere le scarpe, quindi indossate infradito per comodità. Portate sempre con voi un cappello di cotone o paglia per proteggervi dal sole.

Rispettare le Regole di Comportamento

Gli indiani potrebbero sembrare invadenti, ma rispondere con un sorriso e un rifiuto gentile è sufficiente. Rispettate le usanze locali, come togliervi le scarpe prima di entrare nei templi e indossare un copricapo nei santuari sikh. Non scandalizzatevi per abitudini diverse, come lavarsi o defecare per strada. Evitate di toccare la gente con la mano sinistra, considerata impura.

Interazioni Culturali

Durante le conversazioni, potreste sentire spesso l’intercalare “acha,” che può significare “ok” o “ho capito ma non sono d’accordo.” Se attirerete sguardi curiosi, specialmente se siete biondi o avete capelli rossi, tranquillizzatevi: è normale. Non lasciatevi coinvolgere da estranei e salute la gente con un “namaste.”

Sicurezza Personale

Mantenete gli oggetti personali al sicuro come fareste in qualsiasi altro paese. Tenete con voi i documenti di viaggio durante i trasferimenti e considerate di lasciare il denaro e i documenti nella cassaforte dell’hotel. Fate attenzione alle vostre chiavi e bagagli in luoghi pubblici.

Pronti per l’Avventura

Portate repellenti antizanzare, occhiali da sole, cappello, crema solare ad alta protezione e un leggero impermeabile. Portate anche con voi i medicinali di cui avete bisogno, oltre a cerotti, disinfettante intestinale, analgesici e un rimedio per la nausea e la diarrea.

Esperienza Fotografica e Consigli per lo Shopping in India: Un Mondo di Colori e Cultura

In India, la fotografia può avere alcune restrizioni. Non potete fotografare alcune costruzioni governative, ponti, piattaforme ferroviarie e alcuni monumenti. Tuttavia, filmare è generalmente consentito presso la maggior parte dei monumenti. Evitate di fotografare il personale di polizia. Alcuni monumenti richiedono un piccolo contributo all’ingresso per l’uso di apparecchi fotografici o telecamere. Portate il vostro equipaggiamento fotografico dall’Italia, poiché i prezzi in India potrebbero essere bassi ma la qualità potrebbe deludervi. Se avete una macchina fotografica digitale, potete facilmente scaricare le foto presso gli Internet Point, su CD o DVD.

Igienici e Generosi

I bagni pubblici in India sono scarsi, quindi è meglio evitarli. Optate per i bagni degli alberghi e dei ristoranti, che sono più puliti e accessibili. Quando si tratta di mance, ricordate che nei ristoranti e negli alberghi queste non sono incluse nella fattura. Una mancia standard è intorno al 10%. Se date qualcosa ai mendicanti, preferite cibo o al massimo una singola moneta. Date attenzione ai veri mendicanti, quelli che anche i locali aiutano.

Note di Fumo e Celebrazioni

Il fumo è parte della vita quotidiana in India, ma ricordate che il consumo e il possesso di droghe sono illegali e severamente puniti. Partecipate alle festività locali per un’esperienza culturale autentica. Holi, con la sua gioiosa sparatoria di polvere colorata, è una delle feste hindu più animate. Baisakhi è una festa sikh che coinvolge danze e celebrazioni. E Diwali, la Festa dei Dolci, vede l’accensione di lampade a olio per illuminare il ritorno del dio Rama.

Acquisti d’Incanto

L’India è un paradiso per lo shopping, con una gamma incredibile di prodotti. Troverete sete, cotoni vivaci, sari e scialli. Le sculture in legno e avorio, oggetti in legno di sandalo, gioielli di tormalina multicolore, tappeti di lana e seta, e gioielli in pietre preziose vi incanteranno. Vi consigliamo di acquistare oggetti preziosi presso negozi governativi per prezzi fissi e autenticità garantita. La contrattazione è una tradizione divertente, quindi non esitate a partecipare. Ricordate di richiedere certificati per oggetti d’antiquariato.

Un viaggio in India è un’immersione nelle sfumature di cultura, colore e tradizione. Siate rispettosi delle usanze locali, catturate i momenti con la vostra macchina fotografica e portate a casa tesori unici e indimenticabili.

Gastronomia

Un Caleidoscopio di Sapori

La cucina indiana è una danza affascinante di gusti e profumi che variano da regione a regione. Mentre al Sud regna il piccante e la semivegetariana è protagonista, al Nord, grazie all’influenza musulmana, si gode di sapori meno ardenti e di piatti a base di carne come pollo e montone. La carne bovina e suina è rara, essendo spesso evitate per motivi culturali e religiosi.

Un Viaggio tra i Sapori

Un pasto in India è un’esperienza unica. Si compone di un’ampia varietà di verdure e occasionalmente carne o pesce, accompagnati da riso e lenticchie (il famoso dhal). Il pranzo indiano non segue portate separate, ma è presentato come un insieme armonico. Il riso si posiziona al centro, circondato da salse, carne e verdure. Il contatto tattile con il cibo è fondamentale, e sia cucinare che mangiare sono considerati vere e proprie arti, ognuno lascia il proprio tocco personale. La cucina indiana è un connubio di creatività e tradizione, riflesso della cultura del Paese: intensa, ma al contempo raffinata e armoniosa. I sapori sono audaci, ma al tempo stesso delicati.

Un Mondo di Delizie

Non mancano le salse, spesso piccanti, e i diversi tipi di pane locale come chapati, nan e rhoti. Non lasciatevi sfuggire il paneer, formaggio cotto indiano, né i celebri piatti tandori, dove carne o pesce vengono marinati in una miscela di limone, spezie e yogurt, per poi essere cotti in un forno di terracotta speciale. Se vi trovate al Nord, potreste notare meno frutta nei piatti, mentre al Sud troverete un’abbondanza di frutta gustosa e succosa.

L’Arte di Gustare

In India, ogni boccone è un’opportunità per sperimentare l’intreccio di gusti e culture. Ogni regione ha le sue specialità, e ogni piatto racconta una storia. Assaporate il mix di spezie, il calore dei curry e la freschezza delle erbe aromatiche. Da mangiare con le mani o con la tradizionale tecnica del rotolo di pane, ogni pasto è un viaggio sensoriale attraverso la ricchezza culinaria dell’India.

Nuova Delhi

La storia di New Delhi, cuore pulsante della più grande democrazia mondiale, risale a oltre 3000 anni fa, narrata persino nel leggendario poema indiano “Mahabharata” come la visione dell’antica “Indraprastha”. Attraverso sette epoche, Delhi ha combattuto per la sua sopravvivenza, e ogni dinastia regnante – indù, musulmana, moghul o britannica – ha lasciato una ricca eredità culturale e architettonica, tracciata nei templi e nei mercati, nei palazzi e nelle fortezze, nei monumenti funebri e nelle torri. Fu da Delhi che l’Imperatore persiano Nadir Shah portò via il magnifico Trono del Pavone e il celebre diamante Kohinoor, oggi custoditi tra i Gioielli della Corona Britannica.

Delhi, sede di due città in una, offre un patrimonio storico senza pari, composto da oltre 1500 monumenti storici e vasti parchi e giardini. Situata all’estremità occidentale della pianura del Gange, la città confina a est con l’Uttar Pradesh e altrimenti con l’Haryana. Un viaggio a Delhi permette di esplorare due città al prezzo di una. La “Delhi Antica”, capitale dell’India musulmana dal XVII al XIX secolo, è un’area vivace con affascinanti moschee, monumenti e fortezze. Questo luogo vibrante è ricco di mercati sgargianti, strade intricate e un caos irresistibile.

La Fortezza Rossa, costruita dall’imperatore moghul Shah Jahan nel 1638, sfida il cielo di Old Delhi con i suoi possenti muri di arenaria rossa. Dentro le sue mura si celano gioielli architettonici come la Casa del Tamburo, la Sala delle Udienze Pubbliche, la Moschea della Perla e il Palazzo del Colore. Non perdete lo spettacolo di luci e suoni che racconta la storia dell’India con il forte come sfondo. La Jama Masjid, la più grande moschea dell’India, cattura l’attenzione con i suoi maestosi minareti e le splendide decorazioni.

Chandni Chowk, la principale strada di Old Delhi, è un’odissea nel traffico e nei colori tipici dell’India. Il mercato delle spezie di Khari Baoli continua a emettere i profumi delle erbe e delle spezie che attirano visitatori e commercianti. Nel distretto di cremazione, Raj Ghat commemora Mahatma Gandhi, Shanti Vana onora Jawaharlal Nehru, Vijay Ghat celebra Lal Bahadur Shastri e Shakti Sthal custodisce la memoria di Indira Gandhi. Questi monumenti si ergono lungo le rive del fiume Jamuna, simboleggiando l’unione tra la vecchia e la nuova Delhi.

Un Tesoro di Storia: Delhi è un affascinante viaggio attraverso i secoli, con un panorama di architettura e cultura che cattura l’immaginazione. Tra mercati caotici, maestose fortezze e affascinanti monumenti, questa città offre un’introduzione coinvolgente alla storia dell’India e alle sue innumerevoli sfaccettature.

Esplorando Nuova Delhi: Una Traccia di Imperialismo Britannico e Ordine Urbanistico

Nuova Delhi, la città imperiale scaturita dall’epoca del Raj britannico, si distingue per le sue ampie strade alberate e gli imponenti edifici governativi. Questo angolo della metropoli ha un senso peculiare di ordine, unico nel suo genere e in netto contrasto con il resto della città. Emerge come testimonianza delle ambizioni imperiali britanniche, incastonata in un contesto urbano caotico e mutevole. In meno di vent’anni, l’intera area si rivelò storica ma ormai superata. L’architetto Edward Lutyens guidò l’opera, e il risultato fu l’uso del marmo e della pietra, incarnando la grandezza e la sovranità britannica. Sebbene la struttura degli edifici ricordi l’architettura moghul, la forma classica non abbraccia appieno lo stile indiano. Tuttavia, la città è spaziosa e maestosa, rispecchiando uno spazio ancora notevolmente fruibile nonostante le grandi aree prive di ombra.

Nel nucleo di Nuova Delhi si trova Connaught Place, epicentro delle attività. Qui si radunano uffici delle compagnie aeree, agenzie di viaggio e istituti bancari. Questa zona è circondata da cinema e locali, anche se le restrizioni sulla vendita di alcol hanno un impatto negativo sulla vita notturna. La vastità della città è facilmente esplorabile, e il tessuto urbano è agevole da attraversare.

Nuova Delhi offre un affascinante sguardo nell’era coloniale britannica, evidenziando i tratti architettonici e urbanistici che testimoniano l’egemonia dell’impero. Le ampie vie alberate e gli edifici maestosi catturano l’immaginazione, rappresentando un capitolo di storia che si mescola con la vivacità della città moderna.

Cosa vedere a Nuova Delhi

Esplora i Tesori di Nuova Delhi: Monumenti e Luoghi Ispiratori

  • Rashtrapati Bhavan: Questo edificio, un tempo dimora del viceré e ora residenza ufficiale del presidente dell’India, offre una vista magnifica lungo il Rajpath. Non puoi perderti l’ammirevole edificio coloniale che unisce con curiosità elementi architettonici Moghul e occidentali. Un’attrazione in aggiunta è il Giardino Moghul, che si estende su 130 ettari e si apre al pubblico durante il mese di febbraio.
  • Tomba di Humayun: Questa maestosa tomba rappresenta il meglio conservato esempio dell’architettura moghul dei primi tempi. È uno dei gioielli architettonici della città, costruita nel XVI secolo da Haji Begum, moglie di Humayun, secondo imperatore moghul. Elementi architettonici che si rifaranno poi al Taj Mahal di Agra arricchiscono la struttura. Il complesso comprende un maestoso edificio con ampi archi d’ingresso e una sontuosa cupola, circondato da giardini geometrici. Qui troverai anche la tomba della moglie di Humayun e, inaspettatamente, quella del suo barbiere.
  • Qutab Minar: Una torre vittoria alta 73 metri, costruita nel 1193 da Qutab-ud-din Aibak subito dopo la sconfitta dell’ultimo regno hindu. Questa torre è un simbolo della legge islamica che regnava sulla città. Con cinque piani, ciascuno con un balcone, si affina dalla base, con 15 metri di diametro, ai 2 metri e mezzo in cima. I primi tre piani sono di arenaria rossa, i successivi di marmo e arenaria. Le ripide scale a spirale possono causare vertigini e sensazioni di claustrofobia persino ai più coraggiosi scalatori. Nel 1979, durante una gita scolastica, un incidente tragico portò alla morte di alcune persone, chiudendo successivamente l’accesso pubblico all’interno della torre. Alla base della torre sorge la Moschea Quwwat-ul-Islam, la prima moschea costruita in India. Un’iscrizione sulla porta orientale rivela che la moschea fu costruita utilizzando i materiali provenienti dalla demolizione di 27 templi idolatri hindu. Nel cortile, una colonna alta 7 metri, si dice che esaudisca i desideri di chi riesce ad abbracciarla completamente, dando le spalle.
  • Tempio Bahai: Terminato nel 1986, questo tempio sorge in mezzo a laghetti e giardini ed è aperto a credenti di ogni fede per pregare o meditare in silenzio. Conosciuto come “il tempio del loto”, questo è il tempio madre dell’India, con la sua distintiva forma ispirata al fiore di loto, simbolo sacro del paese. I suoi 27 “petali” di marmo si raggruppano in nove lati, ognuno separato dagli altri. Nove porte conducono a una sala centrale con una capienza di 2500 persone. Con un’altura di poco più di quaranta metri, sembra quasi che fluttui sulla superficie di dieci ettari alla periferia della capitale. Pre-lavorati in Italia, i marmi sono stati assemblati a mano dai locali, rendendo questo il sito più visitato di tutto il subcontinente indiano, con una media di 12,000 visitatori al giorno. Il momento migliore per visitarlo è al crepuscolo, quando è illuminato.
  • India Gate: Questo imponente arco alto 42 metri è stato eretto in memoria dei soldati indiani caduti nella Prima Guerra Mondiale. Posto all’estremità di Rajpath, l’ingresso alla Residenza Presidenziale “Rashtrapati Bhawan” e altri edifici governativi, l’India Gate assume un fascino particolare quando è illuminato di notte.
  • Teen Murti House: Questa fu la residenza di Jawaharlal Nehru, il primo Primo Ministro dell’India indipendente, e in seguito è stata trasformata in museo. La struttura ospita interessanti memorabilia della vita e dei tempi di Nehru. Durante la stagione turistica, uno spettacolo “Son et Lumière” narra la sua vita e il movimento per l’indipendenza. Il museo è aperto dalle 10:00 alle 17:00 (ingresso libero), ma è chiuso il lunedì.
  • Jantar Mantar: osservatorio astronomico in pietracostruito nel 1724

Scopri il Fascino dello Shopping a Delhi: Un’Esperienza Unica

  • Un Paradiso per lo Shopping: Delhi è un autentico paradiso per gli amanti dello shopping. Qui, puoi trovare una vasta gamma di articoli, dalle autentiche creazioni artigianali locali alle rinomate marche internazionali di design, spesso tutte nel medesimo quartiere commerciale. Un aspetto unico di Delhi è la sua capacità di offrire una variegata selezione di prodotti provenienti da ogni angolo dell’India, il tutto a prezzi incredibilmente competitivi. Per chiunque visiti Delhi, fare shopping è in cima alla lista delle “cose da fare”. Qui, i visitatori possono esplorare un’ampia gamma di articoli tipicamente indiani, tra cui tappeti, seta, gioielli, cuoio, argento, oggetti artigianali e tessuti di cotone stampato a mano. Ogni oggetto è disponibile a diversi livelli di prezzo, a seconda della qualità e dell’origine del negozio.
  • Chandni Chowk: Per immergerti nell’esperienza dello shopping a Delhi, puoi iniziare la tua esplorazione da Chandni Chowk, nonostante il caotico traffico e la folla. I monumenti storici di questa zona raccontano ancora la storia degli ultimi tre secoli. Negozi di articoli d’antiquariato si celano dietro la maestosa moschea di Jama Masjid, mentre altri si trovano all’entrata del Forte Rosso, dove un tempo fioriva il Meena Bazar. Connaught Place, la rinomata area commerciale di Nuova Delhi, è stata concepita nel 1911 come parte della capitale imperiale.

Dintorni da Esplorare

Nei dintorni di Delhi, nello stato confinante di Haryana, ci sono luoghi ideali per pic-nic, tra cui il suggestivo Lago Badkhal, situato a soli 32 km da Delhi.
Tughlaqabad: I resti di un forte del XIV secolo, una testimonianza storica avvolta in mistero.
Surajkund: A soli 18 km da Delhi, nello stato di Haryana. Questo luogo ospita la Fiera dell’Artigianato Indiano nei primi 14 giorni di ogni anno, un’occasione perfetta per immergersi nella ricchezza culturale del paese.
Fatehpur Sikri e Mathura: Facilmente raggiungibili in treno, pullman o auto per un’entusiasmante visita di un giorno.
Rishikesh e Hardwar: Queste due città sacre si ergono sulle rive del Gange, a 220 km da Delhi. Oltre a essere luoghi di pellegrinaggio, ospitano varie scuole di yoga e centri religiosi. Servizi di pullman regolari partono dall’Interstate Bus Terminus di Kashmir Gate per raggiungere queste destinazioni spirituali.

Agra

Agra, una Città Incantata: Situata a 204 km a sud di Delhi, Agra è stata la città preferita dagli imperatori Moghul fin dai primi giorni. Qui, il fondatore della dinastia, Babur, creò il suo primo giardino persiano sulle rive del fiume Yamuna. Suo nipote Akbar innalzò le imponenti mura del maestoso Forte Rosso, mentre all’interno delle sue pareti Jehangir eresse sontuosi palazzi rosa, chiostri e giardini. Shahjahan arricchì la città con maestose moschee e padiglioni in marmo intarsiato di gemme. Agra è rinomata in tutto il mondo come la città del Taj Mahal, un monumento all’amore e all’immaginazione, un autentico simbolo dell’India.

Principali Attrazioni da Non Perdere

Taj Mahal

Sorge su una riva sopraelevata del fiume Yamuna, mentre sulla riva opposta si alzano nebbie e vapori, come a separare due mondi. Questo “monumento all’amore” è un sogno scolpito nel marmo latteo. Non esiste altro monumento simile al Taj Mahal, in grado di eguagliarne la bellezza e lo splendore. In un giardino ornamentale, si erge maestoso questo edificio di marmo, costruito nel 1652 dall’imperatore Moghul Shah Jahan in memoria della sua adorata moglie Mumtaz Mahal, prematuramente scomparsa. Ogni dettaglio è sorprendente, con pietre semipreziose intarsiate nel marmo per formare disegni straordinari, grazie alla tecnica conosciuta come “pietra dura”. I cenotafi dell’imperatore e della moglie si celano dietro una grata preziosa in pietra. Taj Mahal significa “Palazzo della Corona” ed è, indubbiamente, la più bella e ben conservata tomba al mondo. Costruito dal quinto imperatore Mughal, Shah Jahan, nel 1631, in onore della sua seconda moglie, Mumtaz Mahal, principessa persiana. L’architettura e la preziosità degli ornamenti possono essere apprezzate meglio attraverso gli occhi dell’amore che l’Imperatore provava per la moglie. È davvero un “simbolo di amore eterno”. Con il passare dei decenni, il Taj Mahal ha continuato a brillare di emozione e mistero. Il miglior momento per ammirarlo è al chiaro di luna, quando le pietre semipreziose incastonate nel marmo bianco catturano i raggi della luna, creando uno spettacolo magico di luci e riflessi.

Forte di Agra

Situato sulle rive del fiume Yamuna, a 2 km a nord-ovest dal Taj Mahal, il Forte di Agra fu costruito in arenaria rossa da Akbar nel 1565. Questo imponente complesso funse da base militare e residenza imperiale. Le possenti mura del forte circondano una vasta area e ospitano meraviglie come la Moschea della Perla, considerata una delle più belle dell’India. I vari palazzi all’interno, tra cui il Jahangir Mahal, la Diwan-i-Khas e la Moti Masjid, formano praticamente una piccola città all’interno del forte stesso.

Itimad-Ud-Daulah

Conosciuta anche come “Baby Taj”, questa tomba fu costruita da Nur Jahan, una delle imperatrici Moghul, per commemorare suo padre Ghiasud-Din-Beg tra il 1622 e il 1628. Gli elementi decorativi utilizzati nella costruzione influenzarono anche la realizzazione del Taj Mahal.

Mausoleo di Akbar

A soli 10 km da Agra, nella pittoresca città di Sikandra, si trova un capolavoro architettonico che spesso è ombreggiato dallo splendore del Taj Mahal. Questo mausoleo grandioso è un esempio di fusione tra gli stili architettonici islamico e induista. Benché spesso sottovalutato, il mausoleo di Akbar è un’opera straordinaria. Iniziato da Akbar stesso nella tradizione timuride, fu completato dal suo erede Jahangir. La struttura attuale, rimodellata da Jahangir, è un capolavoro eloquente e affascinante.

Orchha

Nel cuore dello stato di Madhya Pradesh, a 199 km da Gwalior, sorge la città di Orchha. Fondata nel XVI secolo da Rudra Pratap della dinastia Bundela, Orchha affianca le sponde del fiume Betwa ed è rinomata per i suoi palazzi e templi. Il Jehangir Mahal è uno dei monumenti più importanti, testimone del regno di Raja Bir Singh Ju Deo. Altri luoghi di interesse includono il Raj Mahal con i suoi affreschi religiosi e il Rai Parveen Mahal, dedicato a una musicista e poetessa favorita del maharaja Indramani. Orchha è una gemma dal passato, da esplorare con attenzione.

Fatehpur Sikri

A soli 37 km da Agra, Fatehpur Sikri vi farà sentire come se foste tornati indietro nel tempo. Questa città imperiale della dinastia Mughal, costruita tra il 1571 e il 1584, è un viaggio nel XV secolo. Realizzata principalmente in arenaria rossa, fu la capitale dell’Impero Mughal per pochi anni, abbandonata per la mancanza d’acqua. Fatehpur Sikri ospita importanti monumenti come la Jama Masjid, la Casa di Birbal, il Diwan-i-Am e il Diwan-i-Khas, oltre alla straordinaria tomba del Santo musulmano Sheik Salim Chisti.

Mathura e Vrindavan

A 54 km da Agra sorge Mathura, la città sacra in cui nacque il Dio Krishna, una delle incarnazioni di Vishnu. Ogni anno, a metà agosto, si celebra “Janmashtami”, la nascita di Krishna, con spettacoli di danze e drammi. Non dimenticare di visitare il Museo di Mathura. A 63 km si trova Vrindavan, associata al culto di Krishna e ricca di templi affascinanti.

Gwalior

A 119 km da Agra, nella regione del Madhya Pradesh, Gwalior è una gemma storica. Il suo antico forte, tra i più grandi del paese, domina la città con la sua grandiosità. I palazzi, i templi e i cenotafi dei regnanti passati aggiungono fascino a questa città intrisa di storia.

Bikaner

La Storia di Bikaner: Fondata nel lontano 1488 da Rao Bikaji, discendente del fondatore di Jodhpur Rao Jodh, Bikaner è un gioiello situato all’estremo nord delle città desertiche. Posta ai confini del vasto deserto del Thar, è avvolta da maestose mura lunghe 7 km, con cinque entrate imponenti costruite nel XVIII secolo. Tuttavia, il suo forte e il sontuoso palazzo, entrambi realizzati in arenaria rossa, si ergono maestosamente al di fuori di queste mura.

Cosa vedere a Bikaner

  • Lallgarh Palace: Questo sontuoso palazzo, noto anche come il Forte Rosso, si trova a tre km dal cuore della città. Eretto in memoria del padre di Maharaja Ganga Singh, Maharaja Lal Singh, questo palazzo è un esempio affascinante di architettura che combina elementi orientali ed occidentali. Disegnato da Sir Swinton Jacob, una parte del palazzo ospita ancora la residenza del Maharaja, mentre il resto è stato trasformato in un affascinante albergo. Qui troverete una sala da biliardo, un salotto per giocare a carte e fumare, e una collezione interessante di fotografie e trofei di caccia.
  • Junagarh Fort: Costruito tra il 1588 e il 1593 da Raja Raj Singh, un generale dell’esercito dell’imperatore Akbar, il Forte Junagarh è una meraviglia architettonica. Con un muro di cinta di 96 metri, 37 bastioni e due maestose entrate, come la “Suraj Pol” o Porta del Sole, questo forte ha una storia affascinante. All’interno, il Chandra Mahal e il Phool Mahal, con i loro dettagli specchianti e sculture, incanteranno i visitatori, così come il Karan Mahal, costruito in onore di una vittoria sul despota Aurangzeb. Non dimenticate di esplorare il Durga Niwas, un cortile decorato splendidamente, e il Ganga Niwas.
  • Bhandeshwar Jain Temples: Questo affascinante tempio del XVI secolo è dedicato al XXIIIesimo tirthankara Parshvanathji, un luogo di spiritualità e bellezza.
  • Devi Kund: Un luogo intriso di significato storico, qui sorgono i chatris, cenotafi, in memoria della dinastia Bikaji Rathore.
  • Karni Mata Temple (il tempio dei topi): A soli 25 km da Bikaner, a Deshnoke, si trova questo tempio di 600 anni dedicato a Karni Mata, una mistica venerata come una reincarnazione della dea Durga. La leggenda narra che predisse la vittoria di Rao Bika. In questo tempio, i topi sono considerati sacri, in quanto si crede che le anime dei devoti di Karni Mata si reincarnino in questi piccoli esseri. La leggenda del leggendario topo bianco porta con sé una fortuna incredibile.

Jaipur

Questa città è stata costruita seguendo i principi del Shilpa Shastra, l’antico trattato indù sull’architettura e la scultura. Circondata da maestose mura, attraverso sette porte che rappresentano le sue suddivisioni interne, Jaipur si dispiega in una planimetria armoniosa e affascina con le sue strade lastricate. Ma la bellezza di Jaipur non risiede solo negli edifici, bensì anche nei colori che popolano le sue strade: gli abiti vivaci delle donne, i turbanti sgargianti degli uomini e i mercatini pittoreschi che vantano i migliori prodotti dell’artigianato indiano a prezzi irresistibili.

Jaipur è conosciuta come la “città rosa”, un titolo ottenuto grazie al colore rosa che riveste gli edifici. Questa scelta non è casuale: il rosa, nelle sue diverse tonalità e sfumature, è un colore di buon auspicio nel Rajasthan. Questa tonalità fu scelta nel 1863 per accogliere il principe Alberto, consorte della regina Vittoria d’Inghilterra. Questa sfumatura rosa conferisce a Jaipur un’atmosfera accogliente, che mitiga i contrasti e cattura l’attenzione dei visitatori. Esplorando questa città, si possono scorgere l’armonia urbanistica e la pianificazione perfetta con cui è stata eretta.

Jaipur è un esempio unico di pianificazione urbana che riflette gli antichi trattati di architettura. Nel disegno delle strade e degli edifici, si riflettono le leggi dell’ordine universale secondo la visione induista. Questo concetto si basa su quadrati perfetti, simbolo sacro di stabilità, i quali sono suddivisi dalle strade in quadrati parziali che rappresentano i segni dello zodiaco. Questi quadrati sono dedicati alle divinità induiste, influenzando la disposizione delle abitazioni. Le divinità più importanti occupano le zone centrali, riservate ai bramini, la casta sacerdotale, e seguendo la gerarchia divina, le altre zone sono assegnate in base all’importanza.

Oggi, Jaipur è una città che si estende oltre le sue mura fortificate. Circondata da colline spoglie e costruita su un antico lago prosciugato, è caratterizzata da ampi viali e un’armonia architettonica straordinaria. Con una popolazione di circa 1,8 milioni di abitanti, la città ha mantenuto la sua essenza, con la maggior parte delle sue attrazioni all’interno delle mura della “città rosa”. Le sette porte della città vecchia conducono a luoghi affascinanti come il Johari Bazaar, il rinomato mercato dei gioiellieri.

Cosa vedere

  • Amber Fort: A soli 11 km da Jaipur, sorge maestoso l’Amber Fort, un palazzo fortezza situato su un’altura. Questa magnifica fortezza in marmo è stata commissionata dal valoroso maharaja Man Singh, comandante dell’esercito di Akbar, nel 1592. Completata da Jai Singh prima del trasferimento a Jaipur, questa fortezza di stile rajput si erge sulla collina affacciandosi su un lago, godendo di una posizione davvero mozzafiato. La facciata austera dell’Amber Fort si contrappone agli interni fastosi, eleganti e raffinati. Un’esperienza unica è la salita ai ripidi bastioni a dorso d’elefante, con molti di essi ornati da splendide pitture. La terrazza d’entrata è uno spettacolo mozzafiato, una cornice bianca accecante che incanta. Gli interni includono sale rivestite di cristalli e specchi, cortili panoramici e terrazze con vista sul lago Maota. Il percorso attraverso questo gioiello di architettura offre una serie di meraviglie, tra cui la Jai Mandir, la sala della vittoria, e la Sukh Niwas, la sala del piacere.
  • Bazaar di Jaipur: L’anima autentica di Jaipur si riflette nei suoi vivaci bazaar, che fanno risplendere i colori e i tessuti fatti a mano dell’artigianato locale. Qui hai la rara opportunità di osservare direttamente gli artigiani mentre creano i tuoi desideri, rendendo ogni acquisto un’esperienza unica.
  • City Palace: Questo palazzo imponente continua a essere la residenza del Maharaja di Jaipur. Con cortili incantevoli, musei e un’armeria, il City Palace ti trasporterà nella grandezza storica. Il Pritam Niwas Chowk, conosciuto come il Cortile del Pavone, è una delle attrazioni più iconiche, caratterizzato dalla Peacock Gate. Esplora le quattro porte finemente scolpite, ciascuna raffigurante una stagione diversa. Il museo all’interno del palazzo custodisce abiti e scialli reali, tra cui abiti mastodontici appartenuti al maharaja Sawai Madho Sing I, alto 2 metri e pesante circa 250 kg.
  • Hawa Mahal (Palazzo dei Venti): Costruito nel 1799 dal Maharaja Sawai Pratap Singh, l’Hawa Mahal si erge imponente lungo una delle principali strade di Jaipur. Con la sua facciata di cinque piani finemente decorata, offre una vista mozzafiato sulla città. Questo palazzo serviva da “cortina” per le donne di corte, consentendo loro di osservare la vita cittadina senza essere viste. La facciata sembra un alveare rosa e bianco di logge e finestre intarsiate, creando un’affascinante combinazione di stile e funzione.
  • Jantar Mantar: Questo osservatorio astronomico, fondato da Jai Singh II nel 1728, offre un’esperienza unica per gli appassionati di astronomia. Con complessi strumenti astronomici in pietra, come il Samrat Yantra e il Raj Yantra, fornisce misurazioni astronomiche incredibilmente accurate. Ogni strumento ha una specifica funzione e contribuisce alla comprensione del mondo celeste.
  • Ghirlanda di Forti: Jaipur è ornata da una “ghirlanda” di forti che evocano l’antica grandezza. Fra i più famosi vi è l’Amber Fort, il Jaigarh Fort e il Nahargarh Fort, ciascuno con la sua storia unica e panorami spettacolari. L’Iswari Minar Swarga Sul, un minareto che sembra perforare il cielo, è un simbolo della città e offre una vista mozzafiato su Jaipur.

Consigli per il Viaggio

Indossa abiti caldi durante i safari, soprattutto durante i mesi invernali. L’abbigliamento adatto ti permetterà di goderti appieno le meraviglie di Ranthambore. Non dimenticare di portare una macchina fotografica per catturare gli incredibili momenti con la fauna selvatica. Prepara il tuo spirito avventuriero e immergiti nell’incanto di Ranthambore National Park, un’esperienza unica che ti porterà a stretto contatto con la natura selvaggia dell’India.

Jodhpur

Benvenuti a Jodhpur, conosciuta anche come “La Città Blu” e “Marwar”. Questa affascinante città si estende ai confini del deserto del Thar, offrendo una vista spettacolare sulle dune di sabbia, arbusti, terreni rocciosi e alberi spinosi. Circondata da mura alte 10 km, Jodhpur è un gioiello fortificato che affonda le sue radici nell’antichità. Fondata nel 1459 da Rao Jodh, capo del clan Rathore, questa città un tempo conosciuta come “la terra della morte” ora brilla come un’oasi nel deserto.

Jodhpur è una perla nel deserto, circondata da un imponente muro difensivo con otto porte che celebrano vittorie passate. Fondata dai Rathore, dichiarati discendenti diretti dell’eroe epico indiano “Rama”, la città ha prosperato come importante centro commerciale nel XVI secolo. Ancora oggi, Jodhpur è rinomata per il commercio di lana, bestiame, cammelli e sale.

Luoghi da Esplorare a Jodhpur

  • Forte Mehrangarh: Il maestoso Forte Mehrangarh, costruito nel 1459, sovrasta la città di Jodhpur. Questo monumento imponente è una testimonianza del passato glorioso di Jodhpur. Le sue pareti alte e ripide, situate a 400 piedi sopra il terreno, rendono l’accesso al forte una sfida. All’interno, Mothi Mahal, Phool Mahal, Sheesh Mahal, Silek Khana e Daulat Khana sono adornati con dettagli intagliati e finestre elaborate, riportando in vita lo splendore medievale.
  • Umaid Bhawan: Questo palazzo, costruito nel XX secolo, rappresenta l’opulenza del periodo di pace. Un progetto che ha dato lavoro a migliaia di persone in un momento di carestia, Umaid Bhawan è un’opera architettonica occidentale con una cupola unica in Rajasthan. Con 300 camere, un teatro, otto sale da pranzo e una sala da ballo, il palazzo offre uno sguardo nell’affascinante storia reale.
  • Jaswant Thada: Questo cenotafio di marmo bianco è un omaggio al Maharaja Jaswant Singh II, costruito nel 1899. I quattro cenotaffi commemorano le gesta coraggiose dei sovrani passati.
  • Tempio Maha Mandir: Questo “Grande Tempio” è un luogo di tranquillità, situato sulla strada per Mandore. Le sue 84 colonne e le decorazioni intricate rendono questo tempio un capolavoro architettonico.
  • Esplora il Bazaar e lo Shopping: Il Sadar Bazar, vivace e colorato, ospita un affascinante bazaar vicino alla Torre dell’Orologio. Qui troverai una varietà di oggetti artigianali, tessuti, gioielli in argento e altro ancora, immergendoti nell’arte e nella cultura locali.

Khajuraho, Madhya Pradesh

Il Madhya Pradesh, una terra in cui storia e mistero si intrecciano, dove il passato e il presente si fondono in un affascinante connubio. Questa regione ospita segreti silenziosi che riflettono un passato dimenticato, mentre le colline verdi e le foreste dense creano un paesaggio senza tempo. È un luogo dove le tribù orgogliose mantengono tradizioni antiche e dove uomini e donne da ogni angolo del paese si sono uniti attraverso i secoli in cerca di nuove opportunità. Guerrieri, re e architetti hanno contribuito a plasmare questa terra, rendendola un mosaico unico di cultura, storia e spiritualità.

Khajuraho, un tranquillo villaggio nel nord del Madhya Pradesh, incanta con la sua unicità nell’ambito dell’architettura religiosa indiana. Questa località, un tempo capitale della dinastia Chandela tra il 950 e il 1050, è rinomata per i suoi maestosi templi in pietra, testimonianza del ricco patrimonio culturale dell’India.

Khajuraho è un vibrante e affascinante villaggio, abitato da oltre 3000 persone e animato da insetti, bufali, vacche, capre, maiali, cani, uccelli multicolori e altro ancora. Nel vicinato, riserve naturali con tigri, cervi, antilopi e una ricca varietà di uccelli. Il nome del villaggio è ispirato alla pianta del Khajur (palma da dattero), che abbonda in quest’area.

La dinastia Chandela, leggendaria discendente della Luna, ha lasciato un’eredità senza paragoni a Khajuraho. Questi sovrani hanno costruito templi di straordinaria bellezza dedicati a Vishnu, Shiva e altri Dei dell’induismo. Oggi, dei 85 templi originali ne rimangono 22, tutti splendenti nel loro stato di conservazione.

Fino al 1335, pellegrini affluivano qui per cerimonie sacre. Sebbene i musulmani ne vietarono le celebrazioni, il culto continuò silenziosamente tra le fitte foreste circostanti. I templi di Khajuraho sono emblemi esotici e stupefacenti dell’India, che dispensa meraviglie senza limiti.

Khajuraho è celebre per i suoi templi impreziositi da sculture raffinate e affreschi intricati. Questi templi simboleggiano l’unione cosmica degli opposti, dal divino maschile al divino femminile. Al loro interno, gli ambienti intimi accolgono immagini sacre delle divinità, mentre all’esterno le pareti rivelano la vita quotidiana, compresi gli accoppiamenti sacri, le danze e le lotte.

Questo villaggio è un viaggio nel passato e nel presente dell’India. Attraverso il bazar animato, gli antichi templi e le stradine acciottolate, si riflette l’essenza duale dell’India moderna e millenaria. Sotto gli sguardi delle cime montuose e nei cortili silenziosi, l’anima dell’India continua a risuonare.

La storia millenaria di Khajuraho si mescola con la natura selvaggia che la circonda, creando un equilibrio straordinario. In un istante, ti troverai a contemplare templi intrisi di sacralità e ad ammirare panorami incontaminati, riflettendo la danza eterna tra l’essere umano e il cosmo.

Esplora il Fascino Mistico di Khajuraho, Madhya Pradesh

Benvenuti nel Cuore dell’India: Il Madhya Pradesh, una terra in cui storia e mistero si intrecciano, dove il passato e il presente si fondono in un affascinante connubio. Questa regione ospita segreti silenziosi che riflettono un passato dimenticato, mentre le colline verdi e le foreste dense creano un paesaggio senza tempo. È un luogo dove le tribù orgogliose mantengono tradizioni antiche e dove uomini e donne da ogni angolo del paese si sono uniti attraverso i secoli in cerca di nuove opportunità. Guerrieri, re e architetti hanno contribuito a plasmare questa terra, rendendola un mosaico unico di cultura, storia e spiritualità.

Khajuraho, un tranquillo villaggio nel nord del Madhya Pradesh, incanta con la sua unicità nell’ambito dell’architettura religiosa indiana. Questa località, un tempo capitale della dinastia Chandela tra il 950 e il 1050, è rinomata per i suoi maestosi templi in pietra, testimonianza del ricco patrimonio culturale dell’India.

Khajuraho è un vibrante e affascinante villaggio, abitato da oltre 3000 persone e animato da insetti, bufali, vacche, capre, maiali, cani, uccelli multicolori e altro ancora. Nel vicinato, riserve naturali con tigri, cervi, antilopi e una ricca varietà di uccelli. Il nome del villaggio è ispirato alla pianta del Khajur (palma da dattero), che abbonda in quest’area.

La dinastia Chandela, leggendaria discendente della Luna, ha lasciato un’eredità senza paragoni a Khajuraho. Questi sovrani hanno costruito templi di straordinaria bellezza dedicati a Vishnu, Shiva e altri Dei dell’induismo. Oggi, dei 85 templi originali ne rimangono 22, tutti splendenti nel loro stato di conservazione.

Fino al 1335, pellegrini affluivano qui per cerimonie sacre. Sebbene i musulmani ne vietarono le celebrazioni, il culto continuò silenziosamente tra le fitte foreste circostanti. I templi di Khajuraho sono emblemi esotici e stupefacenti dell’India, che dispensa meraviglie senza limiti.

Khajuraho è celebre per i suoi templi impreziositi da sculture raffinate e affreschi intricati. Questi templi simboleggiano l’unione cosmica degli opposti, dal divino maschile al divino femminile. Al loro interno, gli ambienti intimi accolgono immagini sacre delle divinità, mentre all’esterno le pareti rivelano la vita quotidiana, compresi gli accoppiamenti sacri, le danze e le lotte.

Questo villaggio è un viaggio nel passato e nel presente dell’India. Attraverso il bazar animato, gli antichi templi e le stradine acciottolate, si riflette l’essenza duale dell’India moderna e millenaria. Sotto gli sguardi delle cime montuose e nei cortili silenziosi, l’anima dell’India continua a risuonare.

La storia millenaria di Khajuraho si mescola con la natura selvaggia che la circonda, creando un equilibrio straordinario. In un istante, ti troverai a contemplare templi intrisi di sacralità e ad ammirare panorami incontaminati, riflettendo la danza eterna tra l’essere umano e il cosmo.

Udaipur, Rajasthan

Udaipur, conosciuta come “la città bianca”, è un gioiello incastonato tra le acque turchesi dei suoi laghi e le morbide colline delle Aravalli. Situata nel meridione del Rajasthan, questa città incanta con la sua bellezza senza tempo e le sue tracce storiche. I palazzi candidi, i giardini sontuosi e i riflessi sereni dei laghi trasformano Udaipur in un miraggio nel cuore del deserto. La sua storia affonda le radici nel 1567, quando il sovrano Rana Udai Singh II fu costretto a fuggire dopo la conquista di Chittaur per il terzo tentativo da parte degli eserciti di Akbar. La leggenda narra che, vicino al lago Pichola, Udai Singh incontrò un saggio che lo guidò nella fondazione della nuova capitale: Udaipur. Questa città è definita “l’ispirazione di poeti, artisti e scrittori” e rimane una delle mete più romantiche dell’India.

Attrazioni da Esplorare

  • Lake Palace: Questo palazzo incantato, costruito nel XVII secolo su una base naturale di roccia nel lago Pichola, è un’opera d’arte architettonica. Con chiostri, terrazze, fontane e giardini, il Lake Palace accoglie i visitatori con eleganti camere adornate da archi a cuspide e pietre intarsiate. Questo palazzo un tempo galleggiava in modo magico sulla superficie del lago, ma l’acqua è notevolmente diminuita negli ultimi anni. Nonostante ciò, l’hotel rimane un’icona di lusso e raffinatezza.
  • City Palace: Ergendosi sopra il lago Pichola, il City Palace è un paradiso di marmo e granito. Costruito all’inizio del XVIII secolo, questo palazzo possiede uno splendido Tempio Jagdish e il “Giardino delle Vergini”, un’opera d’arte con piscine e padiglioni in marmo. La struttura è un mix di stili architettonici che rappresentano la magnificenza dei Maharana di Udaipur.
  • Jagdish Temple: Il tempio Jagdish Ji è un tributo alla persistenza artistica e spirituale dell’India. Costruito nel 1651, il tempio è famoso per le sue sculture dettagliate e il suo importante ruolo nella vita religiosa di Udaipur. Gli appassionati possono assistere alla cerimonia “aarti” serale, una purificazione con il fuoco, che lascia un’impressione duratura.
  • Esplora la Cultura: Il Pratap Museum ospita antiche sculture, dipinti e persino il turbante del principe Khurram, noto come Shahajahan, il costruttore del famoso Taj Mahal. Dudh Talai, il “Giardino di Rocce”, offre tramonti mozzafiato sul lago Pichhola e una fontana musicale incantevole. Non perdere il Gulab Bagh e lo Zoo, un giardino di rose con una biblioteca di antichi manoscritti.
  • Udaipur: Un Incanto Senza Tempo: Questa città abbraccia l’essenza dell’India antica e moderna. Lasciati affascinare dai suoi laghi azzurri, dai palazzi in marmo bianco e dalle vibrazioni storiche che si fondono con la vivacità di oggi. Udaipur ti attende con le sue leggende romantiche, la sua architettura maestosa e l’atmosfera incantata dei suoi dintorni.

Esplora la Mistica Varanasi: La Gemma Spirituale della Valle del Gange

Varanasi, conosciuta anche come Benares, è una città unica situata a forma di mezzaluna sulla riva sinistra del sacro fiume Gange. Con una storia che si estende per oltre 2000 anni, questa è la più antica città dell’India e una destinazione che incanta l’anima. Varanasi è una capitale religiosa che abbraccia tutte le virtù dei luoghi di pellegrinaggio, accogliendo chiunque, indipendentemente dal credo o dai peccati commessi, offrendo un passaggio diretto al paradiso. Il cuore di questa città è consacrato a Shiva, e la sua influenza si estende anche all’ambito intellettuale, essendo stata patria di filosofi, artisti e romanzieri che hanno contribuito allo sviluppo della lingua hindi, quasi una lingua nazionale dell’India. Il nome “Varanasi” è una combinazione dei fiumi Varuna e Assi, ancora presenti a nord e a sud della città, rispettivamente. Oltre ai templi e ai ghats, Varanasi è rinomata per aver dato i natali a talentuosi artisti, musicisti e artigiani.

Pianifica il Tuo Viaggio:

  • L’aeroporto Babatpur, a 22 km da Sarnath, è il punto di ingresso per voli Indian Airlines da diverse metropoli. Varanasi è collegata da voli a destinazioni come Agra, Khajuraho, Calcutta, Mumbai, Lucknow e Bhubaneshwar. Un importante snodo ferroviario collega Varanasi alle principali città dell’India.
  • Varanasi non è una destinazione per tutti, ma quelli che la scoprono spesso rimangono affascinati. La città ospita circa un centinaio di ghats lungo le rive del Gange, luoghi dove i pellegrini si immergono per abluzioni sacre. Questi ghats si estendono per 5 km sulla stessa sponda, accogliendo sadhu, uomini, donne e pellegrini da tutto il mondo. La scena è un caleidoscopio di riti di bagno, offerte e preghiere. Lungo la riva, l’immagine di sporcizia è affiancata da animali, tra cui mucche, cani, maiali e scimmie. L’acqua grigia e torbida del Gange, nonostante il suo aspetto, è bevuta da pellegrini e utilizzata per fare il tè. Varanasi è famosa anche per i suoi ghats di cremazione, con il Ghat di Manikarnika che è tra i più sacri. Le cerimonie di cremazione si svolgono apertamente, offrendo uno sguardo al ciclo della vita e della morte.
  • Varanasi, con tutte le sue contraddizioni e complessità, è un luogo di profonda spiritualità e riflessione. È un’opportunità di gettare uno sguardo intimo sulla cultura e sulle credenze dell’India. Mentre cammini attraverso gli stretti vicoli, assisti a riti sacri e osservi la vita che si svolge lungo le rive del Gange, potresti provare un mix di sensazioni intense. Rispetta i riti e le cerimonie, e se desideri scattare foto, fallo con discrezione per non disturbare la sacralità di questi momenti.
  • Varanasi, con tutte le sue sfaccettature, ti spinge a esplorare la profondità dell’anima indiana. Mentre osservi la danza del sacro e del profano, potresti trovare una connessione con l’essenza stessa della vita. La tua esperienza a Varanasi sarà un ricordo indelebile che lascia un’impronta duratura nel tuo cuore.

Cosa vedere

Tempio di Vishwanath: L’Incredibile “Tempio d’Oro” di Shiva

Immergiti nella maestosità del Tempio di Vishwanath, noto come il “Tempio d’Oro”, che si erge con fierezza dedicato al Dio Shiva. Una straordinaria lamina dorata, donata dal Maharaja Ranjit Singh, riveste la cupola alta 15,5 metri. Questo santuario ha subito distruzioni e ricostruzioni a opera di invasori, ma ha continuato a brillare nella sua magnificenza. Nel 1776, la Rani Ahilyabai di Indore ha rinnovato questo gioiello, conferendogli nuova vita.

Tempio di Durga: Tesoro dell’Architettura del 18° Secolo

Esplora l’architettura Nagara presso il Tempio di Durga, costruito nel XVIII secolo. Questo tempio è un simbolo di importanza a Varanasi e presenta una shikhara con numerose piccole guglie sovrapposte, una visione affascinante che ti incanterà.

Tempio di Bharat Mata: Ode all’India Materna

Lasciati affascinare dal Tempio di Bharat Mata, un tributo alla Madre India. Situato a soli un chilometro dalla stazione di Varanasi, questo tempio è un gioiello situato presso il Mahatma Gandhi Vidyapeeth, edificato da Babu Shiv Prasad Kashi Gupt.

Banaras Hindu University: Un Monumento all’Apprendimento

Esplora la grandiosità dell’Asia presso la Banaras Hindu University, fondata dal Pandit Madan Mohan Malviya. Questo campus ospita il rinomato Museo Bharat Kala Kendra e il celebre Tempio di Vishwanath. La BHU è un centro di apprendimento che ti incanterà con il suo prestigio e la sua cultura.

Esplora i Mercati e i Vicoli di Varanasi

Non perderti l’opportunità di esplorare i mercati vivaci di Varanasi, rinomati per i loro tesori artigianali in rame, giocattoli laccati, sete lussuose e strumenti musicali come i sitar. Perdetevi nei labirintici vicoli che si snodano dietro gli iconici ghats, scoprendo angoli nascosti di questa affascinante città.

Una Danza di Spiritualità Lungo il Gange

Varanasi è l’epitome della spiritualità indiana, che si manifesta in ogni angolo della città. Lungo le rive del Gange, assisti alla toccante cerimonia del Puja al Dashashwamedha Ghat, dove cinque sacerdoti celebrano l’offerta della luce al fiume. Questo spettacolo intriso di spiritualità è un’esperienza indimenticabile che si svolge ogni sera intorno alle 18:00.

Esperienze Autentiche a Portata di Mano

Partecipa attivamente alla cerimonia del Puja, sia osservando dalla barca sul fiume che unendoti ai locali sulle gradinate del ghat. Lasciati coinvolgere da questa esperienza unica e condividi il momento con i residenti che ti accoglieranno a braccia aperte.

Esplorazione nei Dintorni: Sarnath

Non lontano da Varanasi, a soli 10 km di distanza, si trova Sarnath, uno dei centri buddisti più importanti dell’India. Questo luogo ha un significato speciale poiché è dove il Buddha ha tenuto il suo primo discorso pubblico e ha fondato la prima comunità buddista. Esplora vari stupa e monumenti in un grande giardino alberato e visita il ricco museo all’ingresso.

Sarnath: Un Ritorno al Buddismo

Sarnath, un luogo di rinnovata presenza buddista in India, custodisce con amore reliquie e monumenti che raccontano una storia di pace e rinascita. Attraverso la guida di esperti, immergiti nell’amore e nella tranquillità di questo luogo affascinante.

Varanasi: Un Viaggio che Cambia la Tua Visione

Varanasi, con tutte le sue complessità e contraddizioni, è un luogo che può cambiare la tua prospettiva sulla vita e sulla spiritualità. Esplora con cuore aperto, immergendoti nelle tradizioni, nelle cerimonie e nell’atmosfera unica di questa città. Lasciati ispirare e trascina con te la profonda serenità di Varanasi nel tuo cuore.