Cerca
Close this search box.

 Tour Brasile TOP: Acquerello Brasiliano, I Mille Volti del Brasile – Speciale Coppia VIP 

Tour Brasile TOP: Acquerello Brasiliano, I Mille Volti del Brasile – Speciale Coppia VIP

Il Tour Brsaile TOP: Acquerello Brasiliano, I Mille Volti del Brasile – Speciale Coppia VIP è un’esperienza indimenticabile per coloro che desiderano immergersi nella ricchezza culturale del Brasile. Questo tour esclusivo offre un’opportunità unica di scoprire la bellezza di questo paese affascinante, con un focus speciale sulle sue diverse sfaccettature.

Il tour inizia con una visita alle affascinanti città di Rio de Janeiro e Salvador, dove si potranno ammirare le icone come il Cristo Redentore e il Pelourinho, rispettivamente. I visitatori potranno esplorare le strade pittoresche, gustare la cucina locale e immergersi nella musica e nella danza brasiliane.

Successivamente, il tour si sposta nell’Amazzonia, una delle meraviglie naturali più affascinanti del mondo. I partecipanti avranno l’opportunità di navigare lungo i fiumi, esplorare la flora e la fauna uniche e imparare dalle comunità indigene che vivono in questa regione straordinaria.

Nel nostro tour è prevista anche una visita delle bellissime città coloniali di TRIDENTES e soprattutto di OURO PRETO.

Tour nel Paese del Samba e del Carnevale, tra Magia, Natura Maestosa e Città Coloniali: dettagli 

Il tour Brasile Top ha una durata di 17 giorni e 15 notti. – Le Partenze sono Giornaliere e sono previsti i voli Intercontinentali in Business Class, Le escursioni con guida privata parlante Italiano.
Se interessati ad avere un pacchetto personalizzato sulla base delle Vostre esigenze inviate una richiesta scrivendo a: direzione@barbirottiviaggi.it

Quote a partire da: € 10.500,00 a persona 

 Riepilogo dei servizi inclusi 

Routing aereo: è possibile prevedere partenze e arrivi per e da altri aeroporti.  

VoloPartenza dahArrivo ahNote
Tp 831Roma Fiumicino11.35Lisbona13.45Business Class
Tp 101Lisbona14.40Belo Horizonte22.30Business Class
G31096Belo Horizonte18.39Salvador de Bahia19.26Classe Economy
JJ 3193Salvador de Bahia13.32Rio de Janeiro16.37Classe Economy
Jj 3766Rio de Janeiro12.33Manaus14.48Classe Economy
Tp 41Manaus15.45Lisbona06.45Business Class
Tp 846Lisbona09.00Roma Fiumicino12.55Business Class

Soggiorno

Località Hotel ConfermatiNtsBaseSistemazione
Belo HorizonteOuro Minas Hotel1BbDe Luxe Room
Ouro PretoPousada do Mondego2BbStandard Room
TiradentesPousada Solar da Ponte 1BbStandard Room
Salvador de BahiaVilla Bahia3BbDe Luxe Room
Rio de JaneiroWindsor Atlantica 4BbSuperior Room
ManausTropical Manaus1BbSuperior Room
AmazzoniaAmazon Premium Cruise3FbCab Superior

Legenda: Bb= Prima Colazione Fb= Pensione Completa. 

Tips: E’ possibile includere nel Tour l’estensione alle cascate dell’Iguaçu, una delle sette meraviglie naturali del mondo. 

Altri servizi inclusi

  • Assicurazione Top Booking Barbirotti: che include: Coperture spese Medico/Bagaglio e Annullamento
  • Viaggio aereo operato con voli di Linea dei vettori Tap Air Portugal in classe Business.
  • Trasferimento aeroporto di Belo Horizonte in hotel  
  • “Ouro Preto Package” con guida in italiano. Vedi dettagli nel programma a seguie
  • Trasferimento Tiradentes / aeroporto di Belo Horizonte e aeroporto di Salvador / hotel
  • Salvador City Tour Mezza Giornata con guida in italiano
  • Tour Praia do Forte con pranzo Intera Giornata con guida in italiano
  • Trasferimento hotel /aeroporto di Salvador e aeroporto di Rio / hotel
  • Tour Corcovado durata 6 ore con guida in italiano 
  • Tour Pan di Zucchero durata 6 ore con guida in italiano
  • Trasferimento hotel /aeroporto di Rio e aeroporto di Manaus /hotel
  • Manaus City Tour con guida in italiano
  • Trasferimento per Amazon Clipper Premium Rio Negro Cruise
  • Trasferimento per aeroporto di Manaus

Valutazione personale dell’Agenzia Barbirotti relativa a questa proposta di Viaggio. Classificazione: Alta–Media– Bassa.
Servizi in generale: Alti + Sostenibilità: Bassa. (vedi Faq https://www.barbirottiviaggi.it/faq/ ).

I 5 perché scegliere questo Viaggio

  • E’ una vacanza Costruita ad hoc per una Coppia Vip, che sia o meno viaggio di Nozze, e che ama il confort.
  • Per salire in Cima al Pan di Zucchero a Rio de Janeiro
  • Per visitare Salvador de Bahia, la sua magia, e ripercorrere i vicoli e i personaggi narrati da Jorge Amado.
  • Per addentrarsi nel cuore della Amazzonia percorrendo, in crociera, il fiume più lungo del mondo. 
  • Per visitare le città Barocche di Tridentes e Ouro Preto, quest’ultima Patrimonio Unesco.

Se interessato a visitare Iguazu e l’Argentina puoi visionare il “tour Viaggio di Nozze in Argentina”  

Programma di Viaggio

Scopri di più

1° Giorno: BELO HORIZONTE

E’ previsto il trasferimento dall’ aeroporto di Belo Horizonte per raggiungere l’ hotel . Segue poi il  pernottamento.

2° Giorno: OURO PRETO PACKAGE – Belo Horizonte / Ouro Preto

La giornata inizia con una deliziosa prima colazione presso l’hotel, preparando i partecipanti per una giornata piena di scoperte. Successivamente, ci si mette in macchina per raggiungere Ouro Preto, una destinazione affascinante e ricca di storia.

Durante il viaggio, si fa una tappa a Mariana, una città incantevole fondata nel 1696, che fu brevemente la capitale dello stato di Minas Gerais. Nel 1745, prese il nome attuale in onore della regina Maria Anna d’Austria, moglie del re Giovanni V. Una passeggiata per le sue pittoresche stradine permette di ammirare le case del XVIII secolo con balconi in legno, ferro battuto e addirittura in pietra saponaria.

Nella piazza Minas Gerais, si possono ammirare diversi edifici storici, tra cui la chiesa di San Francesco d’Assisi, con il suo frontespizio riccamente scolpito, la chiesa della Madonna del Carmelo, il municipio e la gogna. Ogni angolo di Mariana racconta una storia e offre uno sguardo nel passato affascinante di questa città.

Il pernottamento avviene presso la suggestiva Pousada do Mondego, dove gli ospiti possono immergersi nell’atmosfera storica e accogliente. L’hotel offre un’ospitalità di alta qualità, combinando comfort moderni con un tocco di tradizione coloniale.

Il tour continua a offrire esperienze indimenticabili, ma il pernottamento presso la Pousada do Mondego rappresenta un momento speciale in cui i partecipanti possono immergersi completamente nel fascino di Ouro Preto e lasciarsi affascinare dalla sua storia e dalla sua architettura unica.

3° Giorno: Ouro Preto 

Il tour di intera giornata inizia con una deliziosa pausa pranzo inclusa. Ouro Preto, fondata nel 1698, è un capolavoro dell’architettura coloniale brasiliana ed è stata dichiarata “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. Nonostante la fine dell’estrazione dell’oro dopo il 1789, la città ha mantenuto il suo fascino e rimane un notevole esempio architettonico dell’era della corsa all’oro in Brasile.

Nello stesso periodo, si svilupparono movimenti di liberazione ispirati dall’Illuminismo e dall’esempio concreto della rivoluzione americana. Durante il tour, le visite includono:

  • Chiesa di San Francesco d’Assisi: Un esempio di architettura religiosa progettato da Aleijadinho, con sculture in legno e pietra saponaria realizzate dallo stesso artista.
  • Museo di Mineralogia: Un’affascinante visita che offre un’ampia panoramica dei minerali del Brasile, con esposizioni di minerali provenienti da altri paesi.
  • Chiesa della Madonna del Pilar: Questa chiesa rappresenta l’apice dell’epoca dell’oro, con altari completamente dorati che catturano l’attenzione.
  • Casa dell’Opera: Un’importante struttura che testimonia la ricchezza culturale e artistica di Ouro Preto.

Il pernottamento avviene presso la suggestiva Pousada do Mondego, offrendo agli ospiti un’esperienza autentica in un ambiente storico e accogliente. La pousada combina il comfort moderno con il fascino coloniale, creando un ambiente ideale per riposare e riflettere sulle meraviglie culturali ed architettoniche di Ouro Preto.

4° Giorno: Congonhas / São João / Tiradentes

L’escursione di una giornata intera inizia con una gustosa pausa pranzo presso un ristorante tipico che offre prelibatezze della cucina regionale. Successivamente, ci si dirige a Congonhas, dove si trovano importanti opere d’arte dell’epoca della corsa all’oro. Tra le opere più interessanti, spiccano quelle di Aleijadinho, come i 12 profeti scolpiti in pietra saponaria e le 66 statue in legno di cedro policrome che raffigurano i personaggi della Via Crucis. Queste statue a grandezza naturale costituiscono il più grande tesoro artistico del Brasile.

Si prosegue poi verso São João del Rei, a circa 100 km di distanza. Questo insediamento fu fondato nel 1703, quando fu scoperto l’oro nella regione. Situata al crocevia di diverse strade all’interno della Capitania, São João del Rei ha sempre svolto un ruolo importante sia come centro politico che commerciale. La città vanta importanti monumenti religiosi e civili che fanno parte del suo patrimonio culturale, come la Chiesa della Madonna del Pilar (1721), la Chiesa della Madonna del Carmelo (1733) e la Chiesa di San Francesco d’Assisi (1749).

Durante i fine settimana, è possibile vivere un’esperienza romantica e suggestiva salendo a bordo della Maria Fumaça, una locomotiva a vapore del XIX secolo, per un viaggio panoramico fino a Tiradentes. Il prezzo del biglietto è di circa 30,00 dollari. Si prosegue quindi per Tiradentes, distante solo 15 km, dove si trova la Pousada Solar da Ponte (www.solardaponte.com.br), dove si pernotta.

Questa giornata di escursione offre un’immersione nella storia, nell’arte e nella cultura di queste affascinanti città, regalando ai partecipanti un’esperienza indimenticabile nel cuore del Brasile.

5° Giorno: Tiradentes / Belo Horizonte /Salvador de Bahia

Dopo una deliziosa prima colazione, ci si prepara per il trasferimento verso l’aeroporto di Belo Horizonte, distante circa 188 km. Il viaggio sarà confortevole e permetterà di ammirare i paesaggi mozzafiato della regione mentre ci si dirige verso la destinazione.

Successivamente, si effettua il trasferimento dall’aeroporto di Salvador all’hotel selezionato. Questa vivace città brasiliana offre una combinazione unica di cultura, storia e bellezze naturali. Gli ospiti avranno l’opportunità di esplorare le affascinanti strade, assaporare la deliziosa cucina locale e immergersi nella ricca eredità culturale della città.

Una volta arrivati in hotel, si potrà godere di un pernottamento confortevole e rilassante. L’hotel offre servizi di alta qualità e un’atmosfera accogliente, garantendo un soggiorno piacevole e rigenerante.

Il trasferimento verso l’aeroporto di Belo Horizonte e il successivo trasferimento dall’aeroporto di Salvador all’hotel offrono comodità e tranquillità durante il viaggio. Sarà un momento perfetto per riposarsi e prepararsi ad esplorare le meraviglie di Salvador, immersi nell’atmosfera unica di questa città affascinante.

6° Giorno: Half Day City Tour Salvador

Il tour inizia nel moderno sobborgo di Barra, situato alla foce della baia di Salvador. Da qui, ci muoviamo lentamente in auto o in pullman verso la parte antica della città, la zona di Pelourinho, che ospita il più grande complesso di architettura coloniale conservato in America. Una volta arrivati, ci immergiamo nelle stradine affollate, circondate da edifici dai colori pastello che risplendono di epoche passate, assorbendo le immagini e i vibranti suoni di questa città.

Durante il tour, visitiamo la maestosa Chiesa di São Francisco, con il suo interno barocco esuberante, e la vivace Piazza di Pelourinho, il cuore della città antica. Ci immergiamo nella storia e nell’atmosfera unica di questo luogo affascinante.

Successivamente, ritorniamo al nostro veicolo e ci dirigiamo verso l’hotel seguendo un percorso alternativo. Questo tour ci offre la possibilità di conoscere due aspetti diversi di Salvador, il vecchio e il nuovo, concentrandosi sull’espansione iniziale della città. È un’ottima introduzione per coloro che desiderano esplorare e comprendere appieno questa affascinante città.

Durante il percorso, avremo l’opportunità di apprezzare la bellezza architettonica, la ricca storia e l’energia pulsante di Salvador, lasciandoci affascinare dalla fusione tra tradizione e modernità. Sarà un’esperienza indimenticabile che ci permetterà di iniziare la nostra esplorazione di Salvador nel modo migliore.

7° Giorno: Full Day Praia do Forte con pranzo

Praia do Forte è un affascinante e tranquillo villaggio di pescatori situato a 80 km a nord di Salvador, ed è famoso per ospitare alcune delle più belle spiagge della Bahia. Lungo la strada per Praia do Forte, conosciuta come Coconut Highway, ci immergiamo in pittoreschi villaggi e spiagge deserte lungo la costa settentrionale.

Durante il tour, visitiamo la riserva naturale di Sapiranga, con la sua vegetazione lussureggiante e un delicato ecosistema che si sviluppa su terreni sabbiosi. Esploreremo anche le rovine di un imponente castello risalente al 1556, da cui godremo di una vista panoramica sulla costa settentrionale.

Una tappa importante del tour è la visita alla sede del progetto Tamar, il progetto brasiliano per la conservazione delle tartarughe marine. Qui avremo l’opportunità di conoscere da vicino gli sforzi per proteggere e preservare queste affascinanti creature marine.

Dopo le visite, sarà il momento di godersi un delizioso pranzo e di rilassarsi al sole o all’ombra sulle spiagge incontaminate. Potremo fare una rinfrescante nuotata nelle calde acque di queste spiagge paradisiache, lasciandoci affascinare dalla loro bellezza naturale.

Praia do Forte e le sue splendide spiagge offrono un’esperienza di relax e connessione con la natura, permettendoci di immergerci nella bellezza della costa della Bahia e di apprezzare il valore della conservazione ambientale. Sarà una giornata indimenticabile all’insegna della tranquillità e del piacere di vivere il mare e la spiaggia.

8° Giorno: Salvador / Rio de Janeiro

Dopo un’esperienza indimenticabile a Salvador, ci prepariamo per il trasferimento verso l’aeroporto. Sarà un momento per salutare questa affascinante città e portare con noi i ricordi di tutte le meraviglie vissute.

Successivamente, ci dirigiamo verso l’aeroporto di Rio de Janeiro, dove si effettua il trasferimento verso l’hotel selezionato. Rio de Janeiro, con la sua vibrante cultura, le spettacolari spiagge e i famosi luoghi di interesse, ci attende per una nuova avventura.

Una volta arrivati in hotel, ci godiamo un pernottamento rilassante. L’hotel offre comfort di alta qualità e un’atmosfera accogliente, garantendo un soggiorno piacevole e rigenerante per iniziare al meglio la nostra esplorazione di Rio de Janeiro.

Il trasferimento verso l’aeroporto di Salvador e il successivo trasferimento dall’aeroporto di Rio de Janeiro all’hotel segnano una transizione emozionante tra queste due affascinanti destinazioni brasiliane. Sarà un momento per apprezzare le diversità culturali e paesaggistiche che il Brasile ha da offrire, lasciandoci pronti per scoprire tutte le meraviglie di Rio de Janeiro durante il nostro soggiorno.

9° Giorno: Half Day Tour Corcovado (6 ore)

Da ogni punto della città, i turisti possono ammirare una delle cartoline più belle di Rio de Janeiro: la statua del Cristo Redentore che si erge sul Corcovado a 710 metri sopra il livello del mare, inaugurata nel 1931. Questo tour nella foresta della Tijuca ha inizio nel quartiere di Cosme Velho. Durante il percorso, si potrà godere di una splendida vista panoramica su Rio, che include il Pão de Açúcar, la baia di Guanabara, le spiagge del sud della città e la laguna Rodrigo de Freitas.

Dopo la visita al Corcovado, il tour prosegue verso il quartiere di São Conrado, con una breve sosta sulla spiaggia del Pepino, dove si avrà l’opportunità di ammirare i deltaplani che volteggiano nell’aria. Sarà uno spettacolo unico e affascinante da osservare, mentre questi audaci avventurieri si librano nel cielo.

Questo tour offre un’esperienza indimenticabile, permettendo di ammirare alcune delle viste più spettacolari di Rio de Janeiro. Dal Cristo Redentore al volo dei deltaplani, sarà un’esperienza che lascerà un’impronta indelebile nella memoria, catturando tutta la bellezza e l’energia di questa straordinaria città.

11° Giorno: Half Day Tour Pan di Zucchero (6 ore)

Il Pan di Zucchero è uno dei simboli più iconici della città di Rio de Janeiro. Questa imponente formazione rocciosa, alta 394 metri, può essere raggiunta attraverso un emozionante percorso in teleferica. Una volta arrivati in cima, si apre uno spettacolo visivo mozzafiato, offrendo una vista panoramica spettacolare su Rio de Janeiro e Niterói.

L’esperienza di salire al Pan di Zucchero attraverso le due teleferiche è un momento di pura eccitazione. Durante il tragitto, si può ammirare la bellezza del paesaggio circostante, con il mare che si estende all’orizzonte e la città di Rio de Janeiro che si svela in tutta la sua magnificenza.

Una volta raggiunta la cima del Pan di Zucchero, si rimane affascinati dalla vista spettacolare che si apre di fronte a noi. Si può ammirare l’intera città di Rio de Janeiro, con i suoi grattacieli, le spiagge sabbiose, le foreste lussureggianti e i monumenti iconici. Inoltre, si può ammirare anche la città di Niterói, dall’altra parte della baia, aggiungendo ulteriori prospettive panoramiche.

La vista spettacolare che si gode dall’alto del Pan di Zucchero rappresenta un’esperienza indimenticabile, in cui si può abbracciare l’intera bellezza e grandiosità di Rio de Janeiro. È un momento per fermarsi, ammirare e apprezzare la maestosità di questa incredibile città e della natura che la circonda.

12° Giorno: Rio de Janeiro / Manaus

Dopo un’esperienza entusiasmante a Rio de Janeiro, ci prepariamo per il trasferimento verso l’aeroporto. È il momento di salutare questa incredibile città e portare con noi i ricordi di tutte le meraviglie vissute.

Successivamente, ci dirigiamo verso l’aeroporto di Manaus, dove avremo il trasferimento verso l’hotel selezionato. Manaus, situata nell’imponente cuore della foresta amazzonica, ci attende per una nuova avventura immersi nella natura selvaggia e nella cultura unica della regione.

Dopo esserci sistemati in hotel, ci prepariamo per un city tour emozionante. Partiamo dall’hotel e percorriamo circa 12 miglia lungo la Ponta Negra, seguendo il corso del fiume Negro fino al centro della città. Durante il tour, visiteremo il Mercato Municipale, una struttura costruita all’inizio del secolo, dove potremo trovare una varietà di prodotti regionali come pesce, frutta ed erbe aromatiche.

Continuando il nostro percorso, costeggeremo il Palazzo del Governo e avremo una vista panoramica sul torrente circostante con le tipiche case su palafitte, un’immagine iconica dell’Amazzonia. Successivamente, visiteremo il Museo Indiano, appartenente ai salesiani cattolici, dove potremo apprezzare parte della cultura delle tribù locali che abitano lungo il Rio Negro.

Al termine delle visite, torneremo in hotel per il pernottamento. La nostra esperienza a Manaus ci permetterà di immergerci nella cultura amazzonica, scoprire la bellezza naturale della regione e apprezzare la ricchezza culturale delle tribù indigene che vi risiedono.

Il pernottamento in hotel ci offre un momento di riposo e ricarica per continuare la nostra avventura nella magnifica foresta amazzonica. Sarà un’opportunità per rilassarci e prepararci per le avventure che ci aspettano nei prossimi giorni.

13/16° Giorno: Amazon Clipper Premium – RIO NEGRO Cruise 

1° giorno

Ci incontriamo nella lobby del Tropical Hotel alle 14:00 per iniziare la nostra avventura. Dopo esserci imbarcati, ci dirigiamo verso il Rio Negro, godendoci un delizioso succo di frutta fresca e ascoltando le informazioni sui servizi disponibili a bordo.

Dopo uno spuntino leggero, ci riuniamo nella sala relax dedicata alla lettura sull’Amazzonia. Questo momento ci permetterà di iniziare a comprendere l’importanza della conservazione dell’Amazzonia e l’ecologia che la circonda. Sarà un ottimo inizio per approfondire la nostra conoscenza sulla regione.

Dopo la cena, avremo l’opportunità di esplorare le calette circostanti a bordo delle nostre canoe. Ascolteremo i suoni della fauna notturna e avremo la possibilità di osservare uccelli, rane, serpenti e caimani. Sarà un’esperienza affascinante immergersi nella natura selvaggia dell’Amazzonia, lasciandoci affascinare dalla sua ricchezza e diversità.

2° giorno

La mattina presto, iniziamo l’esplorazione dei dintorni a bordo delle nostre canoe, osservando soprattutto uccelli frugivori come pappagalli e tucani. Questi colorati abitanti dell’Amazzonia ci regaleranno uno spettacolo affascinante mentre si muovono tra gli alberi e si nutrono dei frutti della foresta.

Dopo una gustosa colazione, continuiamo con una passeggiata nella giungla, scoprendo una miriade di profumi sorprendenti che emanano dalle foglie, dai frutti, dalla vegetazione circostante e dagli stessi animali. È un’esperienza sensoriale unica che ci avvicina alla ricchezza della biodiversità dell’Amazzonia.

Verso mezzogiorno, facciamo ritorno al nostro punto di partenza e ci concediamo una rinfrescante nuotata prima del pranzo. È un momento di relax e di connessione con le acque dell’Amazzonia, immergendoci in un ambiente naturale mozzafiato.

Nel pomeriggio, ci immergiamo nella navigazione attraverso il Parco Nazionale Anavilhanas, uno dei più grandi arcipelaghi di acqua dolce al mondo. Esploriamo questo labirinto di corsi d’acqua, ammirando la bellezza degli isolotti e delle intricate vie navigabili che caratterizzano questa zona. È un’opportunità per comprendere meglio l’importanza di questa meravigliosa riserva naturale e imparare di più sulla sua flora, fauna e conservazione.

Nel tardo pomeriggio, saliamo a bordo delle canoe e continuiamo ad approfondire le nostre conoscenze su questo affascinante parco naturale. I nostri esperti ci guideranno attraverso racconti e informazioni che ci permetteranno di apprezzare appieno la diversità e l’unicità di questa area protetta.

Questa giornata di esplorazione ci offre l’opportunità di immergerci completamente nell’ambiente naturale dell’Amazzonia, avvicinandoci alla sua straordinaria flora e fauna e scoprendo l’importanza della conservazione di queste terre incontaminate. Sarà un’esperienza avvincente e arricchente che ci lascerà con ricordi indelebili dell’Amazzonia.

3° giorno

La mattinata è dedicata alla pesca dei piranha e di altri pesci tipici dell’Amazzonia. Ci immergiamo in questa attività tradizionale, cercando di catturare questi affascinanti e temuti predatori delle acque amazzoniche. Sarà un’esperienza emozionante e avremo l’opportunità di apprezzare la varietà di specie ittiche presenti in queste acque.

Dopo una gustosa colazione, visitiamo una “Comunità Natives”, dove avremo l’opportunità di scoprire i tipici frutti amazzonici come il Cupuaçu e il Tapereba, nonché le palme come l’açaí, il Tucumã e il pupunha. Ci immergiamo nella cultura locale, imparando sulla preparazione della farina di manioca e conoscendo la situazione sanitaria e l’educazione dei bambini all’interno di queste comunità. Sarà un momento di scambio culturale prezioso, in cui potremo comprendere meglio la vita e le tradizioni delle popolazioni native dell’Amazzonia.

Dopo il pranzo, atterriamo su una delle spiagge di sabbia bianca che caratterizzano il fiume, dove potremo rinfrescarci e nuotare nelle acque scure del fiume, mentre ammiriamo la presenza dei delfini rosa. È un momento di relax e connessione con la natura, godendo della bellezza e della tranquillità di queste spiagge incontaminate.

Proseguiamo poi l’esplorazione delle acque circostanti a bordo delle canoe, avventurandoci nella ricerca della fauna selvatica che popola questa regione. Sarà un’opportunità per avvistare uccelli esotici, mammiferi e altre specie che abitano l’Amazzonia, lasciandoci affascinare dalla loro bellezza e dal loro habitat naturale.

Mentre ci dirigiamo verso il Rio delle Amazzoni, ci concediamo una cena deliziosa a bordo. È un momento per gustare i sapori della cucina amazzonica e per condividere le esperienze vissute durante la giornata.

Questa giornata offre un’immersione completa nell’ambiente naturale e culturale dell’Amazzonia, permettendoci di vivere esperienze autentiche e arricchenti. Sarà un viaggio indimenticabile alla scoperta delle meraviglie di questa straordinaria regione.

4° Giorno

Questa mattina ci immergiamo nell’esplorazione del Lago Janauary Ecological Park. Quest’area è rinomata per essere un luogo ideale per osservare la fauna selvatica e per avere la possibilità di ammirare le maestose “Victoria Regia”, le ninfee giganti dell’Amazzonia. Durante la colazione, ci spostiamo verso l’Incontro delle Acque, dove i due più grandi fiumi del mondo, il Rio delle Amazzoni e il Rio Negro, si incontrano in un incredibile spettacolo naturale.

È giunto il momento di fare ritorno al pontile del Tropical Hotel, mentre godiamo delle splendide viste sul lungomare di Manaus. Arriviamo intorno alle 11:30, segnando la fine dei nostri servizi.

Questa mattina ci offre l’opportunità di esplorare un ambiente naturale straordinario, immersi nella bellezza e nella diversità dell’Amazzonia. Attraverso la visita al Lago Janauary Ecological Park e l’emozionante Incontro delle Acque, ci avviciniamo alla natura selvaggia e ci lasciamo affascinare dalla grandiosità di questi fiumi leggendari. È un momento di contemplazione e di connessione con l’ambiente che ci circonda, concludendo così il nostro viaggio con un’esperienza unica e indimenticabile.

16° Giorno

Trasferimento per aeroporto di Manaus e volo di rientro per l’Italia.

Fine dei servizi

VISITANDO IL BRASILE

Scopri quali sono le informazioni necessarie da sapere prima di partire.

Consigli utili di viaggio

  • Ora Locale: è – 4 ore in Brasile, fatta eccezione per Manaus dove il fuso orario è di ben – 5 ore.
  • Lingua: la lingua ufficiale è il portoghese, ma risulta essere diffuso anche l’inglese e lo spagnolo
  • Valuta: la valuta è il real. 
  • Documenti:Per partecipare al viaggio, è necessario essere in possesso di un passaporto valido con una validità residua di almeno 6 mesi. Inoltre, per soggiorni superiori ai 3 mesi, è richiesto il visto, che deve essere ottenuto dalle autorità consolari competenti.
  • Telefono: per riuscire a chiamare dal Brasile verso l’ Italia bisogna comporre il numero 0039 e poi aggiungere il prefisso. Chi invece deve telefonare dall’Italia verso il Brasile deve comporre lo 0055 e poi aggiungere il prefisso della città senza lo zero (ad esempio Rio 21, Foz do Iguaçu 45, Manaus 92, Recife 81, Salvador 71) e dal numero dell’abbonato.                                           
  • Corrente Elettrica: parliamo di 110V nella città di Rio, di Sao Paulo e di Manaus , invece la città di Brasilia e di Recife utilizzano 220 V.

Vaccinazioni

Se si desidera visitare le affascinanti regioni del Pantanal, del Mato Grosso e dell’Amazzonia, è importante notare che è richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla. Questa misura precauzionale è necessaria per proteggere sia i visitatori che la popolazione locale da questa malattia tropicale.

Nelle altre zone del Paese, non è richiesta alcuna vaccinazione specifica. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un medico o un centro per le malattie tropicali prima di intraprendere un viaggio in Brasile, in modo da ricevere le informazioni più aggiornate sulle vaccinazioni consigliate e sulla profilassi da adottare in base al proprio stato di salute e alla destinazione scelta.

È opportuno portare con sé disinfettanti intestinali, antibiotici, repellenti per insetti, creme solari e lenitivi per le scottature. Questi articoli possono essere utili per prevenire e gestire eventuali inconvenienti legati all’ambiente naturale, all’esposizione al sole e agli insetti.

Infine, è importante ricordare che il rischio di contagio dell’AIDS è presente in tutto il mondo, compreso il Brasile. Si consiglia di adottare precauzioni universali per prevenire la trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili, come l’uso di preservativi durante i rapporti sessuali.

Assicurarsi di prendere tutte le misure necessarie per garantire un viaggio sicuro e salutare in Brasile, consultando esperti medici e seguendo le raccomandazioni ufficiali in materia di salute e sicurezza.

Clima

Il Brasile presenta tre diverse fasce climatiche distintive:

  • Clima equatoriale caldo e umido: caratteristico dell’Amazzonia, con una temperatura media annua di circa 27°C. La stagione delle piogge va da gennaio a maggio, quando le precipitazioni sono più frequenti e intense.
  • Clima tropicale: presente nella zona del Mato Grosso, con una temperatura media annua compresa tra 20°C e 25°C. La stagione delle piogge si verifica tra ottobre e marzo, durante la quale si possono verificare piogge abbondanti.
  • Clima temperato: si osserva nella regione a sud di Rio de Janeiro. Qui le temperature sono generalmente miti durante tutto l’anno. Tuttavia, nel Rio Grande do Sul, situato più a sud, gli inverni possono essere un po’ rigidi. Lungo le coste, si registra un’abbondanza di piogge.

È importante notare che le stagioni nel Brasile sono invertite rispetto all’Europa. Ad esempio, mentre in Europa si è in inverno, in Brasile si è in estate, e viceversa. Pertanto, quando si pianifica un viaggio in Brasile, è necessario considerare le differenze stagionali e le condizioni climatiche nelle diverse regioni del paese.

Prendere in considerazione le informazioni climatiche può essere utile per pianificare le attività e scegliere l’abbigliamento adeguato durante il viaggio. È sempre consigliabile consultare fonti affidabili per le previsioni meteorologiche locali prima di partire, in modo da essere preparati e godersi appieno l’esperienza in Brasile.

Abbigliamento

Quando si prepara la valigia per un viaggio in Brasile, è consigliabile includere capi estivi o primaverili, preferibilmente realizzati in cotone. Questi tessuti leggeri e traspiranti aiuteranno a sopportare le temperature calde e umide che caratterizzano molte regioni del paese.

Inoltre, è importante non dimenticare di includere accessori essenziali per proteggersi dai raggi solari intensi. Un cappello a tesa larga e occhiali da sole forniranno una protezione extra contro il sole. È consigliabile anche portare con sé creme protettive solari ad alta protezione per proteggere la pelle dai dannosi raggi UV.

È utile ricordare che le condizioni climatiche possono variare a seconda della regione che si visita. Mentre alcune zone possono essere caratterizzate da temperature calde tutto l’anno, altre possono essere soggette a piogge stagionali o presentare variazioni di temperatura durante il giorno e la notte. Pertanto, è consigliabile verificare le previsioni meteorologiche specifiche per la destinazione scelta e adattare il proprio abbigliamento di conseguenza.

Con un’adeguata preparazione e una valigia ben organizzata, sarete pronti ad affrontare il clima brasiliano e godervi appieno tutte le meraviglie che il paese ha da offrire.

Salute

Durante il viaggio in Brasile, è importante prendere in considerazione diversi fattori che possono influire sulla salute del viaggiatore, come il repentino cambiamento climatico, l’altitudine, i cambiamenti nelle abitudini e nella dieta. Ecco alcuni utili consigli:

  • Evitare eccessi: è consigliabile evitare l’esposizione eccessiva al sole, l’assunzione eccessiva di cibo e bevande alcoliche. Questi abusi possono mettere a dura prova l’organismo e rendere più difficile l’adattamento alle nuove condizioni.
  • Alimentazione equilibrata: cercare di evitare cibi molto grassi, in quanto possono rendere più difficile l’adattamento dell’organismo. Optare per una dieta equilibrata e ricca di frutta, verdura e cibi leggeri.
  • Attenzione ai cambi di altitudine: durante gli spostamenti tra diverse altitudini, l’organismo ha bisogno di tempo per adattarsi ai cambiamenti. Evitare sforzi eccessivi e prestare attenzione a eventuali sintomi di mal di montagna o di adattamento.
  • Protezione solare: evitare l’eccessiva esposizione al sole per prevenire scottature. Utilizzare sempre creme solari ad alta protezione e indossare cappelli e occhiali da sole per proteggere la pelle e gli occhi dai dannosi raggi UV.

Shopping

La maggior parte dei negozi e dei centri commerciali in Brasile osserva un orario che va dalle 9:00 alle 18:00, con una pausa pranzo dalle 12:00 alle 14:00. Nelle grandi città come San Paolo, si possono fare acquisti interessanti, poiché la città si sta affermando come capitale della moda. In tutto il Paese, ci sono anche molti centri commerciali che offrono una vasta gamma di prodotti artigianali locali, tra cui strumenti musicali, tessuti, oggetti in legno, sigari e pietre preziose. Gli shopping center sono ben forniti e funzionali, offrendo una varietà di negozi per soddisfare le esigenze dei visitatori.

Gastronomia

La cucina brasiliana è un ricco mosaico di specialità regionali che si sono sviluppate grazie alla fusione di diverse culture. L’influenza indigena, africana (portata dagli schiavi) e le tradizioni culinarie europee, soprattutto portoghesi, si fondono per creare una varietà di piatti unici.

Oltre ai piatti e alle bevande comuni a tutto il paese, ogni regione ha le proprie cucine tradizionali. Al Sud, ad esempio, troviamo la cucina gaucha, nota per i suoi barbecue e le carni alla griglia. Al Sudeste, la cucina mineira si fa apprezzare per i suoi piatti semplici e saporiti, come il feijão tropeiro (un piatto a base di fagioli, farina di manioca e carne secca). Nel Nordeste, la cucina baiana è rinomata per i suoi piatti piccanti a base di frutti di mare e ingredienti afro-brasiliani.

Nella cucina brasiliana, i piatti sono spesso abbondanti e non molto elaborati. Tra gli alimenti base ci sono il riso bianco (arroz), i fagioli neri (feijão) e la farina di manioca (farofa). Questi ingredienti fondamentali si trovano nel piatto nazionale per eccellenza: la feijoada. La feijoada è uno stufato gustoso a base di carne, accompagnato da grani di pepe e bucce d’arancia, che simboleggia la ricchezza e la diversità culinaria del Brasile.

La cucina brasiliana offre una grande varietà di sapori e piatti deliziosi, che rappresentano l’anima culinaria del paese. Un viaggio in Brasile è l’opportunità perfetta per immergersi nella cultura culinaria locale e assaporare la diversità di sapori che questo affascinante paese ha da offrire.

Negli antipasti, l’offerta è limitata, ma quando si passa alle pietanze, la scelta si amplia notevolmente. La carne, di eccellente qualità, può essere gustata in vari modi. Si possono ordinare filet (bistecche) o optare per un churrasco, dove il manzo o lo zebù vengono arrostiti alla griglia. Alcuni piatti molto apprezzati includono la carne do sol, che viene grigliata e servita con riso, fagioli e verdure, l’empadão, un delizioso pasticcio con carne, uova, verdure e olive, e il barreado del Paraná, uno stufato che comprende diverse varietà di carne, spezie e viene accompagnato da banane e farofa.

La carne di maiale è protagonista nella cucina del Minas Gerais. Piatti come il tutu à mineira, una pasta di fagioli servita con pancetta grigliata, farofa e cavolo bollito, e il feijão-de-tropeiro, un piatto a base di fagioli, farofa, salsiccia o carne di maiale e torresmo, sono molto popolari. Il pollo (frango) è protagonista in numerosi piatti, spesso abbinato a verdure e legumi. Celebre è il pollo alla mineira, che viene soffritto nel grasso di maiale e servito con riso, cavolo, quiabo (una verdura simile ai fagioli) e angu. Altri piatti a base di pollo includono il frango ao molho pardo, pollo con verdure e salsa speziata, e lo xinxim de galinha, un fricassé di pollo condito con limone e aglio, accompagnato da gamberetti e olio di palma di tipo dendê.

Il brodo di pollo e gallina, chiamato caldo, e zuppe come la canja, sono altre deliziose opzioni. Un piatto gustoso da provare è il pato no tucupí, tipico del Paraná, un arrosto di anatra condito con aglio e bagnato nella salsa tucupí, ottenuta dal succo di manioca e jambu.

La cucina brasiliana offre una grande varietà di piatti gustosi e affascinanti, con un mix di influenze culturali che si riflette nella ricchezza dei sapori e degli ingredienti utilizzati. Ogni regione presenta le sue specialità culinarie, rendendo il Brasile un vero paradiso per gli amanti del buon cibo.

Il Brasile offre una vasta selezione di piatti a base di pesce, o peixe, cucinati in modi deliziosi e variati. Il dourado (pesce di acqua dolce) e il pargo (dentice di mare) sono eccellenti quando accompagnati da succo di limone e patatine fritte. Il piramcun amazzonico viene cotto al forno nel succo di limone e aromatizzato con spezie. A Fortaleza, si può gustare il delizioso peixe á delicia, grigliato o alla brace con latte di cocco e banane.

Tra i piatti di origine africana, troviamo il vatapá, una preparazione a base di frutti di mare con salsa al cocco, pasta di manioca e olio di dendê. Il tacacá, invece, è un piatto indigeno a base di gamberetti essiccati, preparato con ingredienti come la manioca, il pepe e il jambu. Simile al tacacá è il bobó de camarão, preparato con gamberetti secchi, pasta di manioca cotta, noci e latte di cocco. Il camarão á paulista è un piatto a base di gamberetti freschi, sgusciati e fritti in olio d’oliva con aglio e sale. La casquinha de siri è un granchio preparato con farina di manioca e farcito.

La torta capixaba, tipica dell’Espirito Santo, è una prelibatezza a base di frutti di mare, granchio, gamberetti secchi, aragosta, pesce fresco, baccalà e midollo di palma, mescolati nell’uovo sbattuto e poi cotti in forno. Il carurú, di origine africana, è un piatto a base vegetale fatto con verdure bollite, gamberetti, cipolla, sale e grani di pepe, condito con pasta di gombo (un frutto) e olio di dendê, e servito con il garoupa (pesce di mare). Da provare sono anche gli acarajé, polpette baiane a base di fagioli, cipolla, vatapá, gamberi secchi, peperoncino e pomodoro a pezzetti.

I dolci brasiliani sono prevalentemente a base di frutta, un’alimentazione in cui il Brasile ha pochi rivali nel mondo. Ci sono dolci al cocco (cocada), alla zucca, al latte, alla fragola, all’ananas, al cedro, al mamão, al maracujá, alla goiaba e molti altri, tutti deliziosi e digeribili. Una specie di macedonia di frutta tipica è il carioca prato de verão, mentre la cartola pernambucana è una banana fritta spolverata di cannella con una fetta di formaggio bianco.

La cucina brasiliana offre una vasta gamma di piatti gustosi e dolci irresistibili, che soddisfano i palati di tutti i visitatori. La varietà e la freschezza degli ingredienti rendono l’esperienza culinaria in Brasile unica e indimenticabile.

Parlando delle bevande, i succhi di frutta sono insuperabili: tra i tanti, consigliamo quelli all’acerola, alla graviola e alla goiaba. Un’ottima bevanda è il guaraná, simile alla Coca Cola. La birra è leggera e ottima; la migliore è quella prodotta dall’Antartica, seguita dalla Brahma e dalla Kaiser. Il Brasile ha un solo vino di qualità, il Miolo, prodotto nel Sud, e un discreto vino da dessert, il Dom Bosco. È famoso anche per la cachaça, un liquore distillato dalla canna da zucchero, disponibile in diverse varietà (esistono oltre 110 marche). La cachaça è anche la base dei cocktail brasiliani più conosciuti, come la caipirinha (lime, zucchero, ghiaccio tritato) e la batida (zucchero e succhi di frutta). La caipiroska è una variante con la vodka al posto della cachaça, mentre la caipirissima si fa con il rum. Oltre al caffè, va menzionato anche il chimarráo, un tè verde piuttosto forte bevuto nel Sud, un infuso di erva mate che si beve senza zucchero e che si dice abbia proprietà medicinali.

La sera in Brasile

Per quanto riguarda la serata, la vita notturna brasiliana è una vera esplosione di luci, soprattutto nel fine settimana. Ci sono numerosi piano-bar e locali dove si può ascoltare musica dal vivo, soprattutto bossa nova. Non mancano le classiche discoteche e i locali in cui si balla al ritmo di samba, pagode e forró fino all’alba. La varietà di locali e stili musicali rende la serata brasiliana sempre divertente e coinvolgente.

Curiosità

In Brasile, il gesto dell’OK americano è assolutamente vietato, poiché qui ha un significato offensivo, simile a un gesto di sfida. Invece, il gesto del pollice rivolto verso l’alto rappresenta l’OK brasiliano.

Un aspetto curioso riguarda i funerali in Brasile: sono come una festa. Si potrebbe chiedere: “Cosa stiamo festeggiando stasera?” e la risposta potrebbe essere la morte di un caro amico o un parente. Questo accade in Brasile, dove sta diffondendosi una nuova tendenza: salutare il “caro estinto” con feste che includono abbondanza di alcol e banchetti, al ritmo di samba con rum e caipirinha per tutti. A Rio de Janeiro, addirittura si fa a gara per avere la lapide più divertente. Dopo una vita di povertà e oppressione, i carioca vogliono almeno godersi la morte.

Rio De Janeiro

Rio de Janeiro è una vibrante metropoli che negli ultimi anni ha visto miglioramenti significativi nella sua immagine. Molti edifici sono stati restaurati, le strade ripavimentate e mantenute pulite, e la linea della metropolitana è stata modernizzata e resa più sicura con l’installazione di telecamere a circuito interno e presenza di posti di polizia.

La città ha subito trasformazioni, ma la sua bellezza straordinaria rimane immutata. Questo si deve alla straordinaria fusione tra la modernità evidente e l’esuberanza tropicale. Un connubio magico che si manifesta anche attraverso le piante lussureggianti e rigogliose che crescono visibilmente tra i grattacieli del quartiere commerciale.

Rio de Janeiro è una città che cattura l’immaginazione di chiunque la visiti. Le sue spiagge iconiche, come Copacabana e Ipanema, offrono una vista spettacolare sull’oceano, mentre i monumenti famosi come il Cristo Redentore e il Pão de Açúcar aggiungono un tocco di grandiosità alla skyline della città. E non dimentichiamo il carnavale, una festa straordinaria che trasforma la città in un tripudio di colori, musica e allegria.

La miscela unica di modernità e natura rigogliosa rende Rio de Janeiro un luogo affascinante da esplorare. È una città che offre una vasta gamma di esperienze, dalla vivace vita notturna alla ricca scena artistica e culturale. Rio è una destinazione che non delude mai, affascinando i visitatori con la sua energia contagiosa e la sua bellezza senza tempo.

Spiagge di Rio De Janeiro

Rio de Janeiro è circondata da una sequenza ininterrotta di spiagge che si estendono lungo la costa dell’Oceano Atlantico, iniziando dalla Baia di Guanabara, che rappresenta il centro sociale più importante della città.

Flamengo

Situata lungo il Parco del Flamengo, questa spiaggia si affaccia sulle acque tranquille della Baia di Guanabara. Nella zona si trovano importanti attrazioni come il Museo di Arte Moderna, il Monumento ai Caduti nella Seconda Guerra Mondiale e il Museo Carmen Miranda. Il Parco ospita anche una marina con barche a noleggio e campi sportivi.

Botafogo

Questa spiaggia fa parte del litorale di Botafogo ed ha una lunghezza di 800 metri. Qui si trova lo Yacht Club di Rio, un luogo ideale per gli amanti della vela e delle attività nautiche.

Urca

Situata in un quartiere residenziale esclusivo, ai piedi del “Morro da Urca” e adiacente al Pão de Açúcar, questa piccola spiaggia offre acque calme e tranquille. È un luogo perfetto per rilassarsi e godersi il panorama mozzafiato delle montagne circostanti.

Praia Vermelha

È la prima spiaggia all’interno della Baia di Guanabara, con una lunghezza di circa 243 metri. La sabbia è grossa e di colore giallo. Nelle vicinanze si trova una piazza con un parco giochi per bambini e la stazione della funivia che porta i visitatori al Monte Urca e all’iconico Pão de Açúcar, da dove si può ammirare la vista panoramica più spettacolare sulla città.

Leme/Copacabana

Questa spiaggia inizia al Monte del Leme e si estende fino al vecchio Forte di Copacabana, prendendo il nome dai quartieri circostanti. Copacabana, senza dubbio, è la spiaggia più famosa e iconica al mondo. I suoi 3,9 chilometri di sabbia bianca formano una curva perfetta lungo l’Avenida Atlântica, caratterizzata dai celebri marciapiedi in mosaico che rappresentano il movimento delle onde.

Le spiagge di Rio de Janeiro sono un vero spettacolo naturale, offrendo un luogo ideale per rilassarsi, prendere il sole, fare sport acquatici e ammirare il panorama mozzafiato che circonda la città.

Rio de Janeiro offre una varietà di spiagge che rappresentano una vera attrazione per i visitatori.

Arpoador

Questa spiaggia è molto popolare tra i surfisti. Caratterizzata dalla grande roccia “Pedra do Arpoador”, che dà il nome alla spiaggia, separa anche una piccola porzione di sabbia nota come spiaggia del Diavolo, dove le acque sono violente e pericolose.

Ipanema/Leblon

La spiaggia di Ipanema inizia dall’Arpoador e si estende fino alla spiaggia di Leblon. Con i suoi 3,7 chilometri di sabbia bianca baciata dal sole, queste due spiagge aggiungono un tocco dorato alla bellezza e alla sensualità dei loro frequentatori.

Barra/Recreio dos Bandeirantes

 La spiaggia di Barra, con i suoi 18,3 chilometri di rara bellezza, si trova nel quartiere omonimo ed è diventata una delle principali attrazioni di Rio. La sabbia dorata, la vegetazione costiera, le acque cristalline e il vento costante anche nei giorni più caldi la rendono un luogo ricercato dagli amanti della natura. Alla fine della spiaggia di Barra si trova la spiaggia di Recreio dos Bandeirantes, con una bellezza quasi intatta, affacciata sul mare aperto.

Grumari

Circondata dalle montagne, questa spiaggia dalla sabbia rossastra invita al riposo e alla contemplazione della natura.

Le spiagge di Rio de Janeiro offrono paesaggi mozzafiato e una varietà di attività per i visitatori, che possono godere del sole, fare surf, passeggiare sulla sabbia o semplicemente rilassarsi ammirando la bellezza naturale che le circonda.

Cosa vedere nella città di Rio De Janeiro

L’appuntamento è nella Praça General Tiburcio a Praia Vermelha, presso la stazione di partenza della teleferica che porta ai morros (colli) di Urca e Pão de Açúcar. La teleferica è aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 22:00 e permette di salire prima ai 220 metri del Morro de Urca e poi ai 394 metri del Pão de Açúcar, da cui si può ammirare una meravigliosa vista su Rio, comprese la spiaggia di Copacabana, l’insenatura di Botafogo e la baia di Guanabara fino alla fortezza di Santa Cruz a Niterói.

Una volta scesi dalla teleferica, si può prendere un taxi per raggiungere il quartiere di Botafogo. In Rua das Palmeiras 55 si trova il Museu do Índio, accessibile tramite la stazione della metropolitana di Botafogo. Il museo offre una interessante esposizione fotografica, ceramiche, maschere e armi che illustrano la vita delle tribù indigene brasiliane. Nello stesso edificio si trova anche il negozio Artindia, dove è possibile acquistare oggetti di artigianato.

Proseguendo l’itinerario, si scende verso il quartiere di Flamengo. Lungo l’Avenida Rui Barbosa si trova il piccolo Museu Carmen Miranda, dedicato alla famosa cantante e attrice brasiliana, con una ricca collezione di fotografie, dischi e altri ricordi legati alla sua carriera. Per concludere la mattinata in bellezza, è consigliato visitare il Museu Chácara do Céu, situato in Rua Murtinho Nobre 93, facilmente raggiungibile in taxi. Qui si possono ammirare splendide opere d’arte, tra cui dipinti, sculture, disegni e incisioni di artisti europei e brasiliani come Matisse, Picasso, Dalí e Portinari.

Si prosegue quindi nel bairro Centro fino a raggiungere Praça XV de Novembro, l’antica piazza che ospita il Terreiro do Carmo, nel cuore di Rio e non lontano dal porto. Qui si può lasciare il taxi e continuare a piedi. Facendo un rapido giro d’orizzonte, lo sguardo si posa prima sull’Arco dos Telles, costruito nel 1755 dal giudice Francisco Telles de Menezes, che collega Rua dos Mercadores a Travessa do Comércio e Rua Ouvidor; poi sulla Fontana Piramidale, risalente al 1789 e attribuita a Mestre Valentim (Valentim da Fonseca e Silva), sul lato verso il mare; infine, sul Paço (palazzo) Imperial (aperto da martedì a domenica dalle 12:00 alle 18:30), che fu la residenza ufficiale della famiglia reale portoghese dal 1809 al 1889.

Nella stessa area si trova il Ristorante Atrium, situato in Praça XV de Novembro 48, dove è possibile fare una pausa per il pranzo. Il ristorante occupa alcune sale al pianterreno del Paço Imperial. Dopo il pasto, si può riprendere la passeggiata. Oltre la piazza, lungo Rua Primeiro de Março, la strada principale che attraversa longitudinalmente il bairro, si trovano due affascinanti chiese.

La chiesa di Nossa Senhora do Carmo da Antiga Sé, aperta dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00, fu teatro dell’incoronazione imperiale di Dom Pedro I ed è stata costruita nel 1761. Nel corso degli anni ha assunto i ruoli di Cappella Reale, Cappella Imperiale e Cattedrale Metropolitana (fino al 1970, quando è stata inaugurata la moderna cattedrale in Avenida Chile).

La seconda chiesa, l’Ordem Terceira do Monte do Carmo, aperta ogni giorno dalle 8:00 alle 14:00, fu costruita da Manuel Alves Setubal e consacrata nel 1770. Sulla facciata si trova un prezioso medaglione raffigurante la Vergine, portato da Lisbona. All’interno, gli eleganti e pregiati intagli rococò della cappella maggiore sono opera di Luís da Fonseca Rosa e Mestre Valentim, mentre l’altare maggiore è realizzato in argento lavorato e una cappella è addirittura dipinta in oro bianco. Tra i monumenti e le chiese si trovano anche interessanti negozi.

Gli appassionati di sigari e tabacco non possono perdere la visita alla TABAQUERIA AFRICANA, situata in Largo do Paço 38, un vero tempio per i fumatori. In una traversa, in Avenida Presidente António Carlos 1641, si trova l’imponente Palácio Tiradentes, con la sua caratteristica facciata a colonnato, che è la sede dell’Assemblea Legislativa dello Stato e può essere visitato dal lunedì al venerdì dalle 13:00 alle 17:00.

Continuando lungo Rua Primeiro de Março in direzione opposta, dopo la chiesa di Santa Cruz dos Militares (aperta dal lunedì al venerdì dalle 13:30 alle 15:30), eretta tra il 1770 e il 1811 e ispirata alla chiesa romana del Gesù, si incontrano altri due notevoli edifici sacri. La chiesa di Nossa Senhora da Candelária, situata in Praça Pio X, è aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 16:00. La sua costruzione, iniziata nel 1775 e terminata nel tardo XIX secolo, presenta una pianta a croce latina, porte in bronzo e un interno rivestito in marmo, oltre a pregevoli dipinti murali che raccontano la sua storia. All’imbocco di Rua Dom Gerardo si trova il monastero di Sáo Bento (al numero civico 68), accessibile anche tramite un ascensore situato al numero civico 40 della stessa via. Il monastero è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 11:00 e dalle 14:30 alle 18:00. La domenica alle 10:00 si celebra la solenne messa scandita da canti gregoriani. Questo luogo sacro è uno dei più significativi esempi del Barocco brasiliano, eretto tra il 1663 e il 1691, con 14 pannelli dipinti dell’epoca e grate di legno jacarandá realizzate tra il 1698 e il 1706 da frei Domingos da Conceiçào.

Rua Dom Gerardo conduce alla parallela di Rua Primeiro de Março, Avenida Rio Branco, che va percorsa in direzione opposta fino all’incrocio con Rua Ouvidor. La successiva parallela è Rua Gonçalves Dias, dove al numero 32 si trova la celebre Confeitaria Colombo, un locale con interni di grande bellezza che nulla ha da invidiare ai più belli locali liberty europei. Poco più in alto, nella piazza omonima, si erge la chiesa di Sao Francisco de Paula, risalente al 1801 e notevole soprattutto per i pregevoli intagli nella cappella di Nossa Senhora das Vitória, opera di Mestre Valentim. Nelle vicinanze, in Rua Sete de Setembro, si trova la fornita Livraria Antiquário Walter & Filho, dove tra scaffali pieni di vecchi libri è possibile trovare anche qualche raro volume d’arte o letteratura. In Rua da Carioca si trovano il negozio di articoli musicali Casa Oliveira, e al numero civico 39 il Bar Luiz, aperto nel 1887 e annoverato come il più antico ristorante della città.

Nella piazza Largo da Carioca, si possono ammirare la chiesa e il convento di Santo António, aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00 e il sabato dalle 8:00 alle 11:00. La chiesa, costruita nel 1608, presenta una decorazione dorata nella cappella maggiore e busti di santi francescani nella balaustra del coro. All’interno si trova anche una piccola ma significativa pinacoteca.

Al numero 199 di Avenida Rio Branco si trova il Museu Nacional de Belas Artes, che ospita una ricca collezione di 15.000 opere d’arte, tra cui mobili pregiati, dipinti e sculture di maestri europei come Giovan Battista Tiepolo, Taunay, Boudin, Rodin e Picasso, oltre a capolavori di artisti brasiliani come Pedro Américo, Portinari, Di Cavalcanti, Tarsila do Amaral e Lasar Segall. Quasi di fronte, in Praça Floriano, si trova il Theatro Municipal, che offre visite guidate. Al piano inferiore, con ingresso da Avenida Rio Branco, si può ammirare il Café do Teatro Salão Assyrius, del 1904, interamente rivestito di piastrelle ornate di suggestivi ricami a mosaico.

Alla fine della lunga Avenida Rio Branco, si attraversa Praça Gandhi e si arriva al Parque do Flamengo, di fronte al mare. A destra, in Avenida Infante Dom Henrique 75, si può ammirare il grande complesso del Monumento ai Caduti della Seconda Guerra Mondiale, opera di Alfredo Ceschiatti. Nel vicino Museu do Monumento, un audiovisivo elettronico sulla FEB (Força Expedicionária Brasileira), una biblioteca, un archivio e numerosi cimeli e materiali bellici illustrano la partecipazione brasiliana al conflitto al fianco degli Stati Uniti. Nella stessa Avenida, ma a sinistra, si trova la sede del MAM, Museu de Arte Moderna.

Ci si può dirigere al bairro Laranjeiras prendendo un taxi, dove al numero 53 di Rua Ipiranga si trova uno dei migliori negozi di artigianato della città, Pé de Boi. Alla fine della strada, nel bel mezzo di un bel parco con ingresso in Rua Paulo Cesar de Andrade 407, si trova il Palácio das Laranjeiras, un edificio costruito in stile eclettico che un tempo era la residenza dei presidenti della repubblica prima del trasferimento della capitale a Brasilia e ora è la sede ufficiale del Governatore dello Stato. Prima di visitare il Corcovado, vale la pena fare una visita al piccolo Museu Internacional de Arte Naif in Rua Cosme Velho 561.

Al numero 513 della stessa via si trova la stazione del “trenzinho do Corcovado”, il trenino che sale ai 709 metri dell’altissimo morro carioca. Inaugurata dall’imperatore Dom Pedro II nel 1884, il trenino parte ogni mezz’ora dalle 9:00 alle 18:30 e il viaggio dura 17 minuti in salita e 20 minuti in discesa. Dalla stazione di arrivo, è necessario salire ancora 222 gradini che conducono al punto più alto del belvedere, sotto la statua del Cristo Redentore, scolpita da Paul Landowsky. La statua ha un’altezza di 38 metri, compresa la base, e pesa 1.145 tonnellate. Inaugurata il 12 ottobre 1931, offre una vista spettacolare, soprattutto al mattino presto e al tramonto, che spazia sui quartieri meridionali di Gávea, Leblon, Ipanema e Copacabana. Sono disponibili un lanchonete e alcuni negozi di souvenir per i visitatori. Se siete stati fotografati sul trenino all’andata, troverete in vendita un piatto di plastica con la vostra foto accanto alla scritta “Corcovado” in un negozio vicino alla stazione quando scendete.

Il quartiere di Santa Teresa, situato su una collina nel centro della città, è caratterizzato da antiche costruzioni, vicoli stretti e strade in salita percorse dalle automobili e dal famoso “bondinho” (tram). Questo quartiere residenziale, con splendide ville, è frequentato da intellettuali e artisti. Ristoranti tipici e pittoreschi animano il quartiere, che è uno dei più eccentrici di Rio.

È importante tenere presente che alcune zone di Rio sono sconsigliate ai turisti a causa della presenza della malavita urbana e della diffusa povertà. Le zone più pericolose includono Alto da Boa Vista, Avenida Niemeyer, Linha Vermelha (la Linea Rossa) e Grajaú Jacarepaguá. Ci sono molti borseggiatori anche a Copacabana, una delle zone più frequentate dai turisti, così come a Ipanema e Leblon, i due quartieri più ricchi di Rio. È consigliabile evitare di passeggiare di notte sulle spiagge di Copacabana e Ipanema. È consigliato girare con poco denaro, lasciare i documenti in hotel, non tenere a vista telecamere, fotocamere e telefoni cellulari, e avere sempre con sé un biglietto da visita dell’hotel.

Shopping

Il centro commerciale Forum, situato in Rua Visconde de Piraja 547, offre una vasta selezione di negozi. Potrete trovare il negozio Salinas, specializzato in costumi da bagno con colori vivaci, tessuti fiorati e tinta unita. Da Bum Bum, un altro negozio nel centro commerciale Forum, troverete bikini all’ultima moda.

Se siete interessati a articoli di cancelleria e scrittura, vi consiglio di visitare Papelaria Uniao in Rua do Ouvidor 77. Questa storica cartoleria, fondata oltre un secolo fa, offre set originali di carta da lettera e penne stilografiche.

Per gli amanti degli erboristeria e delle profumerie, vi suggerisco di fare un salto alla Drogaria Piraja in Rua Visconde de Piraja 525. Qui potrete trovare una vasta selezione di prodotti erboristici e profumi, nonché il famoso guaranà.

Se siete appassionati di sigari, non potete perdervi la Tabaqueria Africana in Largo do Paço 38, Centro. Questo negozio, aperto nel 1846, è il più antico negozio di sigari del Brasile. Oltre a una vasta selezione di sigari di tutte le marche e pipe artigianali, offre anche 80 varietà di tabacco nazionale e 50 varietà straniere.

Dintorni di Rio De Janeiro

Petropolis, situata a 66 km da Rio, è una città conosciuta come “la città imperiale”. Si trova ad un’altitudine di 810 metri e conserva monumenti del periodo dell’impero, come il Palazzo di Cristallo, la Cattedrale di Sao Pedro de Alcantara e il Palazzo Estivo Imperiale, trasformato in uno dei più ricchi musei del Brasile.

Con il suo clima mite, Petropolis offre ai visitatori una piacevole esperienza culinaria in un bellissimo paesaggio. Lungo la rua Teresa, è famoso il commercio di articoli di abbigliamento in maglia e cotone, lavorati a mano.

Per raggiungere Petropolis, si consiglia di prendere gli autobus dalla Stazione Meneses Cortes in Rua Primeiro del Março.

Tuttavia, è importante fare attenzione quando si visita Petropolis, specialmente di notte, a causa dell’aumento della criminalità negli ultimi anni. Si consiglia di visitare la città durante il giorno e preferibilmente con una guida abilitata o partecipando a un tour di gruppo.

SALVADOR DE BAHIA

Salvador da Bahia, conosciuta anche come Bahia o Salvador, è la più antica capitale del Brasile e incarna profondamente l’animo brasiliano. La sua anima africana è radicata fin dal 1538, quando arrivarono i primi schiavi neri. In certi luoghi, le strade e i palazzi sembrano fermi agli anni dell’opulenza coloniale, quando la coltivazione della canna da zucchero e l’esportazione dell’oro e dei diamanti della Chapada Diamantina fecero di Salvador il centro commerciale, culturale e artistico più fiorente del viceré portoghese.

Salvador è anche la città più popolosa del Nordeste brasiliano.

Le spiagge di Salvador offrono uno spettacolo mozzafiato, dove il cielo azzurro scuro si fonde con il mare verde all’orizzonte. Amaralina, Pituba, Rio Vermelho, Chega-Nego e Jardim-de-Alá sono alcune delle spiagge che i visitatori non possono dimenticare. La spiaggia di Barra ospita un faro che un tempo guidava le navi portoghesi nella Bahia durante l’epoca coloniale. La spiaggia di Itapuá è rinomata per la bellezza dei suoi alberi di palme, lagune e dune bianche.

Oltre alla bellezza naturale, le spiagge di Salvador sono luoghi di intensa attività sociale. Gli sport acquatici, le escursioni in veliero e i ristoranti abbondano lungo le coste. Durante le numerose feste religiose e le manifestazioni folcloristiche che si concentrano sulle spiagge, l’attività diventa ancora più intensa. Un esempio è la festa in onore di Nosso Senhor dos Navegantes, durante la quale una processione animata riunisce centinaia di imbarcazioni che salpano per rendere omaggio al santo patrono.

Isole 

L’Isola d’Itaparica è famosa per le sue spiagge con acque limpide e calde, circondate da paesaggi verdi e una ricca flora e fauna. L’isola è una preziosa riserva ecologica e risale al XVI secolo, con importanti luoghi storici come il Forte São Lourenço, chiese e due dimore dell’epoca, una delle quali fu la residenza della Famiglia Imperiale. Situata a 12 miglia da Salvador, comode barche trasportano i visitatori all’isola, offrendo diverse opzioni di itinerari e la possibilità di fare shopping di artigianato locale selezionato.

L’Isola della Marea si estende per circa 8 km ed è caratterizzata da una ricca vegetazione e panorami mozzafiato. Non dispone di acqua dolce, ma le sue principali spiagge come Itabamoabo, Bacia das Neves, Oratorio e Botelho offrono un’esperienza unica. L’isola ospita uno dei più splendidi esempi di architettura religiosa: la Cappella di Santa Maria delle Nevi.

L’Isola dei Frati, con una lunghezza di soli 5 km, presenta paesaggi bellissimi. Le sue spiagge incantevoli, con sabbia bianca e acque cristalline, sono adornate da alberi di cocco e arricchite dalla presenza di vari monumenti storici coloniali. Tra le spiagge si trovano Loreto, Paramana, Costa de Fora, Tobar, Tobarzinho, Vibração, Ponta de Nossa Senhora, Tapera e Enseada.

A 30 km dal centro si trova la Laguna di Abaeté, le cui acque nere si estendono fino alle dune di sabbia bianca. La laguna è circondata da una bassa vegetazione tipica delle zone costiere ed è un luogo ideale per fare passeggiate e godersi serenate sotto la luce della luna.

Cosa vedere a Salvador De Bahia

L’itinerario nel centro storico di Salvador inizia in praça Thomé de Souza, raggiungibile con l’Elevador Lacerda che parte da praça Visconde de Cairo. Questo ascensore, attivo dal 1868, collega la Cidade Baixa con la Cidade Alta ed è ora elettrico e veloce, ma in passato era azionato a vapore. Simbolo di Bahia, l’Elevador arriva sul lato nord-ovest della vasta piazza dedicata al fondatore e primo governatore della città, offrendo una magnifica vista panoramica della Baia de Todos os Santos e della Cidade Baixa, con il suo Mercado Modelo. All’ingresso del mercato si può assistere alla famosa “capoeira”, un’arte marziale praticata dagli artisti di strada che si esibiscono sia nei locali brasiliani che per le strade. Al Mercado, è comune vedere le “baianas”, donne vestite con il tradizionale abito bianco a pieghe della Bahia coloniale, che vendono dolci a base di cocco e piatti piccanti come “vatapá”, “acarajé” e “xinxim”, trasportati su un vassoio equilibrato sulla testa. All’interno del Mercado Modelo ci sono anche numerosi ristoranti dove si può gustare ottimo cibo.

Guardando a sinistra rispetto al mare, si nota il Palacio Rio Branco, costruito nel 1919 sul sito in cui Thomé de Souza aveva la sua sede di governo. Proseguendo a nord-est lungo rua da Misericordia, dopo la Chiesa della Misericordia si arriva in Praça da Sé. Alla fine sulla destra si entra nei Terreiro de Jesus, una delle piazze più affascinanti del centro storico. Subito a sinistra c’è la Catedral, costruita tra il 1604 e il 1656, che fu il principale punto di riferimento per la comunità gesuitica brasiliana. All’interno, si trovano altari in stile barocco e neoclassico, pareti rivestite in marmo di Lioz, un bellissimo soffitto nella navata centrale e quadri e immagini sacre anche nella sagrestia. Alla destra della cattedrale si erge l’imponente palazzo dell’Antiga Faculdade de Medicina, costruito nel 1808, che ospita l’interessante Museo afro-brasileiro con ceramiche, oggetti in legno e abiti pittoreschi per i riti del candomblé, così come il Museo de Arqueologia e Etnologia. Affacciata sul Terreiro de Jesus, accanto al rinomato ristorante La Cantina da Lua, si trova la chiesa di Sao Pedro dos Clérigos in stile rococò, mentre dall’altra parte della piazza si trova la Chiesa dell’Ordem Terceira de Sao Domingos de Gusmão, risalente al 1731, con il soffitto dipinto da José Joaquim da Rocha nel 1882, un importante pittore del Minas Gerais.

Si prosegue a destra di questa chiesa, lungo la pittoresca e pendente praça Padre Anchieta, dove si ergono le vivaci facciate di edifici coloniali recentemente restaurati. Proprio all’estremità della piazza, oltre la Croce posta al centro, si trova la magnifica chiesa del Convento de São Francisco, una delle massime espressioni del Barocco bahiano e coloniale. Il convento, costruito nel 1587 e poi distrutto durante il conflitto con gli Olandesi, fu ricostruito nel 1686. Al suo interno si trova un patio rivestito di azulejos (ceramiche portoghesi con particolari decorazioni azzurre), mentre la chiesa stessa fu realizzata tra il 1708 e il 1750 ed è un tripudio di ricchezze: gli altari sono ricoperti di lamine d’oro, un pesante lampadario d’argento pende dal soffitto e le balaustre sono in legno jacarandá nero. Ovunque si trovano sculture intagliate raffiguranti fiori, animali, cherubini e angeli.

Dopo pochi metri, sulla sinistra, imboccando rua Inácio Accioli, si trova la chiesa dell’Ordem Terceira de São Francisco, costruita nel 1703 in stile barocco. È l’unica chiesa in Brasile con la facciata in cantaria cinerina, una pietra da taglio brasiliana, e all’interno ospita un piccolo museo di arte sacra. In rua Accioli, ci si può fermare per pranzare al ristorante Maria Mata Mauro, che offre un menu a base di pesce, tra cui il badejo ao molho de gengibre (nasello in salsa allo zenzero), e deliziosi dessert. Sempre in rua Accioli si trovano diversi negozi, come la Tabaqueria Rosa do Prado al numero 5, dove si possono acquistare i migliori charutos (sigari di produzione bahiana). Per gli amanti dell’antiquariato, proprio accanto c’è l’ingresso di Muzeum, situato in un edificio del XVIII secolo, dove sono esposti mobili, ceramiche, lampadari e persino vecchi montanti per porte in ferro battuto. La via si immette poi in rua Frei Vicente, dove merita una sosta il ristorante Sorriso da Dada’ al numero 5, noto per le sue specialità, tra cui il tempero de Dadá, un succulento piatto a base di gamberoni.

Rua Frei Vicente termina all’incrocio con rua Gregório de Matos, una delle vie centrali più ricche di negozi, curiosità e bellezze. Al numero 18 si trova la galleria d’arte Casa de Arte Oxum, al 32 il negozio Peló Folclórico che offre oggetti di artigianato locale e strumenti musicali, tra cui il berimbau, uno strumento a percussione tipico del Brasile. Al civico 33, il Museu Tempostal mostra cartoline d’epoca di Salvador, mentre al 45, all’interno dell’edificio Solar do Ferrão, il Museu Abelardo Rodrigues ospita la più grande collezione privata di arte sacra del Brasile, con oltre 800 pezzi tra oreficeria, incisioni e statue di santi in stile barocco. Infine, al 47 si trova il Teatro Miguel Santana, sede del Balé Folclórico da Bahia, dove la compagnia si esibisce in danze tradizionali e nella roda de capoeira, un’antica arte marziale praticata dagli schiavi africani.

Alla fine di rua Gregório de Matos si giunge a largo do Pelourinho, dove inizia l’omonimo quartiere.

Il percorso nel centro storico di Salvador inizia in praça Thomé de Souza, raggiungibile con l’Elevador Lacerda che parte da praça Visconde de Cairo. Questo ascensore, attivo dal 1868, collega la Cidade Baixa con la Cidade Alta e funziona oggi in modo rapido ed elettrico, anche se in passato era azionato a vapore. Dalla sua cima, nella vasta piazza intitolata al fondatore della città, si può ammirare una magnifica vista panoramica della Baia de Todos los Santos e della Cidade Baixa, dove si trova il Mercado Modelo. Qui è possibile assistere alla famosa “capoeira”, un’arte marziale praticata dagli artisti di strada che non ha nulla da invidiare alle esibizioni nei famosi locali brasiliani. Nelle vicinanze, è possibile vedere anche la figura caratteristica della “baiana”, una donna che indossa il tradizionale abito bianco pieghettato della Bahia coloniale e vende dolci al cocco e piatti piccanti come “vatapá”, “acarajé” e “xinxim”, trasportando tutto su un vassoio equilibrato sulla testa. Nel Mercado Modelo si possono trovare anche numerosi ristoranti dove si mangia molto bene.

Guardando a sinistra rispetto al mare, si può notare il Palacio Rio Branco, costruito nel 1919 sul luogo in cui Thomé de Souza aveva la sua sede di governo. Procedendo a nord-est lungo rua da Misericórdia, dopo la Chiesa della Misericórdia si arriva in praça da Sé. In fondo a destra, si entra nei Terreiro de Jesus, una delle piazze più suggestive del centro storico. Subito a sinistra si trova la Catedral, costruita tra il 1604 e il 1656, che fu il principale punto di riferimento per la comunità gesuitica brasiliana. All’interno della cattedrale si possono ammirare altari in stile barocco e neoclassico, pareti rivestite di marmo di Lioz e un bellissimo soffitto nella navata centrale. Quadri e immagini sacre si trovano anche nella sagrestia. A destra della cattedrale si erge l’imponente palazzo dell’Antiga Faculdade de Medicina, eretto nel 1808, che ospita l’interessante Museu Afro-Brasileiro con ceramiche, oggetti in legno e abiti pittoreschi utilizzati nei riti del candomblé, oltre al Museu de Arqueologia e Etnologia. Accanto al rinomato ristorante La Cantina da Lua, c’è la chiesa di São Pedro dos Clérigos, in stile rococò. Dall’altra parte dell’ampia piazza si trova la Chiesa dell’Ordem Terceira de São Domingos de Gusmão, costruita nel 1731 e con il soffitto dipinto da José Joaquim da Rocha nel 1882, un importante pittore di Minas Gerais.

Si prosegue a destra di questa chiesa, lungo la lunga e ripida praça Padre Anchieta, dove si trovano le facciate colorate di edifici coloniali recentemente restaurati. All’estremità della piazza, oltre la Croce posta al centro, si trova la splendida chiesa del Convento de São Francisco, una delle massime espressioni del Barocco bahiano e coloniale. Il convento, eretto nel 1587 e poi distrutto durante il conflitto con gli Olandesi, fu ricostruito nel 1686. All’interno, c’è un patio rivestito di azulejos (ceramiche portoghesi con particolari decorazioni blu), mentre la chiesa stessa fu costruita tra il 1708 e il 1750 ed è un tripudio di ricchezze: gli altari sono ricoperti di foglie d’oro, un pesante lampadario d’argento pende dal soffitto e le balaustre sono in legno di jacarandá nero. Ovunque si trovano sculture intagliate raffiguranti fiori, animali, cherubini e angeli.

Dopo pochi metri, sulla sinistra, imboccando rua Inácio Accioli, si trova la chiesa dell’Ordem Terceira de São Francisco, costruita nel 1703 in stile barocco. È l’unica chiesa in Brasile con la facciata in cantaria cinerina, una pietra da taglio brasiliana, e al suo interno ospita un piccolo museo d’arte sacra. In rua Accioli, si può fare una pausa per pranzare al ristorante Sorriso da Dada’, che offre un menu a base di pesce, tra cui il delizioso badejo ao molho de gengibre (nasello in salsa allo zenzero), e squisiti dessert. Sempre in rua Accioli, ci sono diversi negozi, come la Tabaqueria Rosa do Prado al civico 5, dove è possibile acquistare i migliori charutos (sigari di produzione bahiana). 

La sera a Salvador de Bahia

A Salvador, la città di Bahia, è possibile trovare divertimento sia in spiaggia che nei locali. Uno dei quartieri più vivaci è il Pelourinho, noto come la capitale della vita notturna di Salvador. Le sue stradine lastricate sono piene di bar e spesso si possono assistere alle esibizioni dei blocos, gruppi musicali che si esibiscono quasi tutte le sere. Se siete appassionati di musica dal vivo, vi consigliamo di visitare il Teatro Castro Alves, dove si esibiscono i più importanti artisti del panorama musicale brasiliano.

Brasilia

Brasilia, diventata capitale del Brasile nel 1960, è stata riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Storico e Culturale dell’Umanità solo ventisette anni dopo, nel 1987. È l’unica città del XX secolo ad aver ricevuto questo prestigioso titolo. Questa città immaginifica è caratterizzata dalla fusione del bianco degli straordinari edifici con il verde della natura circostante. Situata su un altopiano nel cuore dello Stato di Goias, a un’altitudine di 100 metri, si affaccia su un lago artificiale.

La pianta di Brasilia è stata ideata dall’architetto Lucio Costa, mentre il Palazzo del Governo e altri edifici sono stati progettati dall’architetto Oscar Niemeyer con la collaborazione di scultori e pittori brasiliani. La disposizione della città assomiglia a un aeroplano con le ali spiegate.

Tuttavia, Brasilia non è una città da esplorare a piedi poiché le distanze sono enormi. È necessario disporre di un veicolo per spostarsi da un punto all’altro. La città è stata costruita con un rigido ordine logico: ci sono quartieri finanziari, commerciali, sportivi e diplomatici.

Brasilia è una vera e propria testimonianza del Movimento Moderno, ma a causa di ciò paga un prezzo significativo: non è una città che si adatta alle dimensioni umane e potrebbe avere molto poco dell’essenza e della cultura brasiliana. L’architettura moderna si riflette anche nello stile di vita degli abitanti, che è moderno, al passo con i tempi e talvolta all’avanguardia. Essendo una realtà cosmopolita, la città ospita numerosi festival di rilevanza internazionale, oltre alle principali attività governative dell’intero paese e circa 90 ambasciate.

Brasilia è il luogo in cui si trovano le ambasciate e le principali organizzazioni nazionali e internazionali legate al Brasile. Nella pianificazione urbanistica della città sono stati dedicati spazi anche al Museo Nazionale del Brasile e alla Biblioteca Nazionale, che svolgono un ruolo significativo nella cultura e nella conoscenza della nazione.

Cosa vedere a Brasilia

Una lunga passeggiata per Brasilia svelerà agli occhi dei visitatori molte meraviglie. Si può iniziare dalla piazza Praça dos Três Poderes, dove si trovano i principali edifici governativi come il Congresso Nazionale, il Palácio do Planalto e il Palácio di Justiça. Queste strutture architettoniche si fondono armoniosamente con sculture e monumenti realizzati da noti artisti.

Esplorare Brasilia è facile, poiché la città è divisa in settori ben definiti, attraversati da ampie strade alberate.

Ecco alcuni consigli di luoghi da visitare:

  • Lago Paranoá: un’oasi di tranquillità amata dai brasiliani per praticare sport acquatici e godersi momenti di relax lontano dai palazzi di marmo, vetro e acciaio.
  • Cattedrale Metropolitana di Brasília: progettata da Oscar Niemeyer e completata nel 1970, ha una forma circolare e 16 pilastri curvi collegati da vetrate che furono create da Marianne Peretti.

Esplorando Brasilia, i visitatori avranno l’opportunità di ammirare l’architettura moderna unica della città e di immergersi nella sua vibrante atmosfera culturale.

Brasilia offre molte attrazioni interessanti per i visitatori. Ecco alcuni luoghi da non perdere durante la visita alla capitale brasiliana:

Santuario Don Bosco

Questo splendido santuario è caratterizzato da archi alti 16 metri che sostengono vetrate di vari toni di blu. La combinazione dei colori blu, intervallati da punti più chiari, crea l’effetto di un cielo stellato che cambia aspetto a seconda del sole. Un vero punto focale del santuario è il lampadario centrale, composto da 7.400 bicchieri di vetro di Murano. Il Santuario Don Bosco si trova presso l’Avenida W3 sud, quadra 702. È aperto dal lunedì al venerdì dalle 07:00 alle 19:00 e la domenica dalle 07:00 alle 20:00, con una pausa di tre ore per pranzo.

Torre della Televisione

Progettata da Lucio Costa, questa torre è un punto di riferimento da visitare a Brasilia. Dalla sua cima, si può ammirare uno dei panorami più belli della città, specialmente al tramonto. Attorno alla torre, c’è anche una tradizionale fiera dell’artigianato. Sia la fiera che il belvedere sono aperti il sabato, la domenica e nei giorni festivi dalle 08:00 alle 17:45.

Centro Culturale Banco do Brasil – CCBB

 Questo centro culturale ospita mostre temporanee, esposizioni d’arte, spettacoli teatrali e di danza. Dispone anche di bar e un auditorium. Si trova nel Setor dos Clubes Esportivos Sul (SCES), trecho 2, lote 22.

Memorial dei Popoli Indigeni

Questo museo presenta utensili indigeni, come ceramiche, vasi e amache. Si trova sull’Asse Monumentale, in Praça do Buriti, di fronte al Memorial JK.

Parco della Città – Sarah Kubitschek

Questo parco si estende su un’area di quattro milioni di metri quadrati ed è attrezzato con campi sportivi, piste da skate, piste ciclabili, aree giochi per bambini e molto altro ancora. L’ingresso principale si trova sull’Asse Monumentale Sud.

Giardino Botanico di Brasília

Inaugurato nel 1985, questo giardino botanico offre percorsi immersi nel verde, un belvedere da cui si può ammirare una vasta parte del parco, aree per i picnic e un centro visitatori.

Parco Nazionale di Brasília

 Conosciuto anche come Acqua Minerale, questo parco offre ampie aree verdi, sorgenti d’acqua e piscine naturali. È possibile avvistare scimmie e uccelli nella fauna locale. Il parco è aperto dal martedì alla domenica dalle 09:00 alle 17:00 ed è situato nel Settore delle Mansoes Dom Bosco, Conjunto 12, Lago Sud (l’ingresso è a offerta libera).

Esplorando queste attrazioni, i visitatori potranno apprezzare la bellezza naturale e l’architettura moderna di Brasilia, facendo esperienze uniche durante la loro visita.

Brasilia, la capitale del Brasile, offre anche affascinanti panorami naturali che rimarranno impressi nei cuori dei visitatori. Uno di questi è il lago artificiale Paranoá, circondato da incantevoli spiagge adatte al nuoto. La bellezza del lago viene ancora esaltata dalla presenza di spazi verdi che si estendono oltre le sue rive. Uno di questi spicca per la sua fama ed è il rinomato Parque de Cidade, un lussureggiante giardino botanico che rappresenta un rifugio ideale per rinfrescarsi nelle calde giornate estive. Inoltre, il parco ospita spesso grandi eventi pubblici, come concerti e altre iniziative sociali. Un’altra area naturale nelle vicinanze del lago è il Parque Nacional de Brasilia, noto anche come Acqua Minerale. Questo parco, inaugurato nel 1985, deve il suo nome alle sorgenti e alle piscine d’acqua che si formano a partire dai pozzi sulle rive del Córrego Acampamento. Al suo interno, è possibile ammirare la fauna locale composta da scimmie e uccelli.

Brasilia, oltre alla sua straordinaria prosperità, offre ai turisti provenienti da tutto il mondo una varietà di eventi che spaziano dalle tradizioni radicate alla vivacità della popolazione locale. L’evento più atteso è senza dubbio il magnifico Carnevale, che ha inizio il venerdì precedente il Mercoledì delle Ceneri e si protrae per cinque giorni, secondo solo al famoso Carnevale di Rio de Janeiro per sfarzo e grandiosità. Inoltre, le tradizioni popolari locali offrono la possibilità di partecipare a eventi celebrativi, tra cui spicca la capoeira, una forma di lotta mascherata da eleganti movimenti di danza. La capoeira, che commemora le lotte tribali degli schiavi africani, è diventata una pratica culturale diffusa e ammirevole anche nella capitale. È un’occasione unica per immergersi nella ricca storia culturale e partecipare alle festività coinvolgenti che animano la vita di Brasilia.

Cosa fare la sera a Brasilia

Quando il sole si nasconde dietro l’orizzonte, Brasilia si accende di luci e di vita. Bar, ristoranti e locali notturni si animano con balli e musica dal vivo. Nel centro della città, soprattutto nei centri commerciali, si trovano numerosi locali, cinema, teatri, discoteche e sale da ballo che aprono le loro porte per una vivace serata. Vicino ai parchi cittadini, dove si può godere di una piacevole frescura, si trovano spesso saloni dedicati ai balli popolari. In una città così vasta, anche per chi ha poco tempo a disposizione, è facile trovare un locale adatto ai propri gusti, sia nella zona di Asa Sul che nella zona centrale vicino al lago del sud. La vita notturna di Brasilia offre opportunità per tutti, garantendo divertimento e intrattenimento in un ambiente vibrante e accogliente.

Attrazioni

Le 5 imperdibili attrazioni di Brasilia:

  • Esplora il Plano Piloto, il quartiere più importante della città, caratterizzato da due assi che si incrociano.
  • Salite sulla Torre della Televisione, alta 75 metri, per godere di una vista mozzafiato sulla città nella sua affascinante bellezza.
  • Ammira la Cattedrale, un’opera futuristica progettata dal celebre architetto Niemeyer, che è diventata un simbolo di Brasilia.
  • Attraversa il Ponte Juscelino Kubitschek, considerato il “ponte più bello del mondo” nel 2003, e ammira la sua straordinaria architettura.
  • Rilassati nel parco che circonda il Lago Paranoá, il preferito dai brasiliani, per una pausa immersa nel verde.

Curiosità

Secondo una leggenda diffusa durante la creazione della città, il santo di origini italiane Giovanni Bosco avrebbe avuto una visione profetica nel 1883. Nello specifico vide una città del futuro in un Paese lontano, che molto probabilmente poteva coincidere con Brasilia.

RECIFE Regioni del Nordeste – Pernambuco

Recife, situata nella regione del Nordeste del Brasile, nello Stato di Pernambuco, è conosciuta come la “Venezia brasiliana” per i suoi numerosi canali e corsi d’acqua che la circondano, nonché per i molteplici ponti che la attraversano. Il nome della città deriva dalla barriera corallina che protegge le spiagge di Pina e Boa Viagem dalla forza del mare.

Questa vivace città, dal ricco panorama culturale, ha una storia coloniale complessa. Ha svolto il ruolo di “porta d’ingresso” per i portoghesi per molti anni, ma è stata anche occupata dagli olandesi. Tuttavia, Recife ha saputo sfruttare a suo favore il suo passato storico complesso. Nei quartieri storici, si mescolano chiese e palazzi barocchi, intagli dorati in legno e case lungo i fiumi con facciate tipiche di Amsterdam. Tra le attrazioni, spiccano il Forte das Cinco Pontas, costruito dagli olandesi all’inizio del XVII secolo, e la Cattedrale.

Recife è anche un importante centro culturale e folcloristico, rinomato per i suoi ritmi musicali come il “Frevo”, il “Maracatu” e il “Xaxado”, nonché per le numerose manifestazioni folcloristiche e l’artigianato locale. Da non perdere il Mercato di San Jose, che si tiene nel centro storico tra chiese e palazzi barocchi, offrendo un’esperienza autentica.

Gran parte dei migliori ristoranti e bar si trovano sulla famosa spiaggia di Boa Viagem, che è il fulcro della vita sociale di Recife. Tra questi, il ristorante BOTECO in Av. Boa Viagem, tel. 332 514 28, offre ottima cucina a prezzi convenienti e merita una visita.

Eventi a Brasilia

Il Carnevale di Recife è una festa vivace e rinomata a livello nazionale, che attira ogni anno migliaia di partecipanti. La festa ha inizio una settimana prima della data ufficiale, con i “trios elétricos” (camion attrezzati per la musica dal vivo) che animano il quartiere di Boa Viagem. Già dal venerdì, la gente esce in strada per divertirsi al ritmo del frevo e per ammirare le danze dei gruppi di maracatu, ciranda, caboclinhos, afoxé, reggae e manguebeat (movimento culturale nato a Recife negli anni ’90). La città è animata da numerosi punti di intrattenimento, con la presenza di artisti locali e nazionali.

Uno degli apici della festa è il sabato, quando oltre un milione di partecipanti segue il blocco Galo da Madrugada. Nella notte tra domenica e lunedì, si svolge la Notte dei Tamburi Silenziosi, al Pátio do Terço, dove i Maracatus rendono omaggio agli schiavi morti durante la prigionia. Questo momento rappresenta una profonda riflessione sulla storia e la cultura della città.

Il Carnevale di Recife offre un’esperienza unica, con la sua atmosfera festosa, la musica coinvolgente e le tradizioni culturali radicate. È una festa da non perdere per chi desidera immergersi nella cultura brasiliana e vivere momenti di gioia e divertimento indimenticabili.

Cosa vedere a Brasilia

Bairro do Recife (quartiere di Recife)

Il luogo in cui la città è nata, il punto di partenza della sua storia e il suo attuale centro storico. Questo importante quartiere ospita edifici secolari revitalizzati, trasformati in bar, ristoranti, teatri, musei, gallerie d’arte e tesori architettonici di inestimabile valore. Tra i blocchi che compongono Recife Antigo – come viene chiamato – si trova la prima sinagoga delle Americhe. Costruita nel XVII secolo, Kahal Zur Israel conserva ancora alcune delle sue caratteristiche originali, come le pareti e i pavimenti, ed ospita un centro culturale e un piccolo museo. La Torre Malakoff, eretta nel XIX secolo come osservatorio astronomico, si trova all’interno del Forte do Brum, risalente al 1630. Nell’area si trovano anche bar, discoteche e ristoranti di alta qualità, che ne fanno un punto di riferimento per la vita notturna della città.

Basilica e Convento di Nossa Senhora do Carmo

Un capolavoro barocco costruito alla fine del XVIII secolo. Il suo altare dorato è finemente intagliato e decorato con oro e pietre preziose. Una delle sale è rivestita con piastrelle portoghesi. È aperta ai visitatori tutti i giorni: dal lunedì al venerdì, dalle 7:00 alle 19:00; il sabato, dalle 7:00 alle 12:00; e la domenica, dalle 8:00 alle 12:00 e dalle 18:00 alle 21:00.

Cappella Dorata

Una delle chiese barocche più spettacolari del paese, costruita tra il XVIII e il XIX secolo. Presenta un altare riccamente intagliato e dorato e splendidi dipinti sul soffitto. Fa parte di un complesso di edifici eretti dai francescani, che include il convento con pannelli in piastrelle decorate con motivi religiosi e il Museo Francescano d’Arte Sacra, che espone dipinti e oggetti sacri. È aperta alle visite dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 11:30 e dalle 14:00 alle 17:00. Il sabato, dalle 8:00 alle 11:30.

Cattedrale di São Pedro dos Clérigos

Costruita nel 1782, è una fedele riproduzione del Santuario di Santa Maria Maggiore a Roma. All’interno si possono ammirare un altare in jacarandá e un pulpito dorato finemente intagliato. Il soffitto della cappella maggiore è decorato con le armi di San Pietro, le immagini dei dodici apostoli e dei quattro evangelisti. La cattedrale si trova nel Pátio de São Pedro, una graziosa piazza che ospita edifici storici.

Chiesa di Nossa Senhora do Rosário dos Homens Pretos (Madonna del Rosario degli Uomini Neri)

Questa chiesa, eretta nel XVIII secolo dagli schiavi, vanta un altare principale dorato e intagliato. Gli altari laterali ospitano immagini del XVIII secolo. Si trova nel quartiere di Santo Antônio, in Rua Estreita do Rosário. È aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18:00, e il sabato dalle 8:00 alle 12:00.

Chiesa del Santíssimo Sacramento (Matriz de Santo Antônio)

 Questa chiesa barocca, risalente al 1790, è anche conosciuta come Matriz de Santo Antônio, in onore del suo patrono. L’interno è ornato da un’imponente illuminazione di cristallo e dalle immagini di Santo Antônio e San Sebastiano. Si trova nel quartiere di Santo Antônio, in Piazza da Independência. È aperta tutti i giorni dalle 7:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Spiagge

Boa Viagem, do Pina, Candeias e Piedade: Le spiagge di Recife sono urbanizzate e lungo la costa si trovano bar, ristoranti e hotel. Boa Viagem, la più frequentata, offre tranquille piscine naturali dalle acque azzurre che si formano tra la sabbia e le scogliere. Si consiglia di fare il bagno solo nelle aree protette dalle scogliere e il surf è vietato.

Musei

Museo dell’Uomo del Nordest

 Le opere esposte rappresentano la cultura del Pernambuco attraverso tre temi principali: il ciclo di produzione dello zucchero, il modo di vita dei nordestini e le manifestazioni folcloristiche e religiose. 

Instituto Ricardo Brennand

Situato in un palazzo che riproduce lo stile medievale, le sue collezioni comprendono pezzi del periodo della dominazione olandese a Recife, oltre a armi bianche e armature. 

Officina di Ceramica Francisco Brennand

All’interno di enormi capannoni e spazi all’aperto, tra monumenti e giardini, sono esposte le opere in ceramica di Francisco Brennand, uno dei più importanti scultori contemporanei del Brasile. Il museo è ospitato in un’antica fabbrica di mattoni appartenuta alla famiglia dello scultore. Fondazione Gilberto Freyre: Situata in una casa-grande del XVIII secolo, che era la residenza del proprietario di una fazenda durante il periodo coloniale, la fondazione espone opere d’arte, pezzi d’artigianato, collezioni di libri e oggetti appartenuti al sociologo e scrittore pernambucano Gilberto Freyre.

 Museo della Città di Recife

Situato in una dependance del Forte das Cinco Pontas, il museo espone fotografie, riproduzioni di antichi dipinti e oggetti che raccontano la storia della città di Recife sin dal periodo della dominazione olandese.

Shopping 

Casa della Cultura di Pernambuco – Rua Floriano Peixoto, quartiere Santo Antônio – Artigianato (ceramica, corda, pelle, legno, paglia, pizzo a fusello). L’antica Casa di Detenzione di Recife è stata restaurata nel 1975 ed è diventata un centro culturale regionale. Ospita il museo del Frevo, negozi di artigianato, bar e uffici turistici allestiti nelle antiche celle. Aperta dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 18:00 e la domenica dalle 10:00 alle 17:00.

 Mercato di São José – Piazza D. Vital, quartiere São José – Aperto dal lunedì al sabato dalle 6:00 alle 17:30 e la domenica dalle 6:00 alle 12:00. Fiera dell’Arte e dell’Artigianato di Boa Viagem – Piazza Nossa Senhora de Boa Viagem – Una delle fiere più antiche del Brasile con 212 stand.

Dintorni di Recife Olinda

A 7 km a nord di Recife si trova la graziosa cittadina di Olinda, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco. Il suo nome pare derivi dall’esclamazione di un emissario portoghese che, ammirando le bellezze delle colline, disse: “O linda situaçao para uma vila”, che significa “Che meraviglioso luogo per costruire una città”. Olinda è un affascinante esempio di architettura coloniale del XVII secolo ed è stata uno dei centri culturali più importanti del Brasile, con una vivace scena letteraria, teatrale, pittorica e scultorea. La città è piccola e può essere esplorata facilmente a piedi, con le sue strade strette e ripide, i tetti spioventi e le case imbiancate di bianco e rosa. Dalla collina dell’Alto da Sé si può godere di una vista panoramica mozzafiato e ascoltare i talentuosi cantastorie locali chiamati “repentistas”. Il Carnevale di Olinda dura 11 giorni e offre balli, notti di samba e di afoxé. Il Carnevale di Olinda insieme a quello di Recife attira un gran numero di visitatori.

Porto de Galinhas: Una volta chiamata “Praia do Porto”, si trova nella provincia di Ipojuca lungo la costa sud di Pernambuco, a 60 km dall’aeroporto di Recife. Godendo di un clima tropicale con temperature intorno ai 30 gradi tutto l’anno, Porto de Galinhas è famosa per le sue spiagge di fronte alle cosiddette “piscine naturali”, formate dalle barriere coralline e dalle acque cristalline. È possibile raggiungere queste piscine naturali utilizzando le tipiche zattere del nordest chiamate “jangade”. Il nome della città deriva dal fatto che dopo l’abolizione della schiavitù, gli schiavi continuarono a sbarcare nel Brasile dal porto della città con il nome in codice “Galinhas” (galline). Porto de Galinhas è una creazione perfetta della natura e rappresenta una delle spiagge più belle del litorale brasiliano. Nonostante la crescita urbana, ha mantenuto intatte le sue bellezze naturali, estendendosi lungo una baia con palme da cocco, mangrovie e alberi di acagiù. Durante la bassa marea, si formano centinaia di piscine naturali dalle acque calme e cristalline, abitate da pesci tropicali dai vivaci colori. La cittadina di Porto de Galinhas è molto piccola, con stradine affascinanti, ristoranti e piccoli negozi. Lungo l’avenue principale si trovano negozi di artigianato, locali e ristoranti che offrono un ottimo servizio a prezzi convenienti. Nelle vicinanze di Porto de Galinhas ci sono alcune splendide spiagge che possono essere visitate utilizzando i caratteristici buggy che permettono di percorrere anche le strade sabbiose. A sud di Porto de Galinhas si trovano paradisi ecologici come il “delta de Maracaípe” e le famose spiagge di Carneiros e Guadalupe, oltre alla spiaggia di Praia de Maracaipe. Più a nord, sulla costa brasiliana, si trova Cupe, una spiaggia attrezzata frequentata dai giovani. A quindici minuti dalla cittadina si trova la splendida baia di Calhetas, un luogo ideale per la pesca e le immersioni.

MANAUS Amazzonia

Manaus, situata nello stato dell’Amazzonia, fu fondata nel 1609 come avamposto militare portoghese con il nome di Forte de Sao José da Barra do Rio Negro. In seguito, cambiò nome in Manaos e infine Manaus. La città conobbe il suo periodo di massimo splendore durante il boom del caucciù.

Ancora oggi è possibile ammirare testimonianze di quel periodo, come il Teatro Amazonas, uno splendido esempio di architettura Art Nouveau che è stato completamente restaurato nel 1990. Vi è anche la Dogana, trasportata dall’Inghilterra pezzo per pezzo, che svolge ancora il suo ruolo, e il Mercato Centrale Adolpho Lisboa, costruito nello stile dell’antico mercato Les Halles di Parigi.

La posizione geografica di Manaus, nel cuore dell’Amazzonia, la rende un punto di partenza ideale per esplorare questa magnifica regione. Si possono organizzare escursioni dal vecchio porto per scoprire la foresta amazzonica in motoscafo. Una meta da non perdere è “o encontro das águas”, la confluenza delle acque scure del Rio Negro con quelle gialle del Rio Solimões, che scorrono fianco a fianco per 80 km prima di unirsi per formare il Rio delle Amazzoni.

Un’altra destinazione suggestiva è l’igarapé (affluente) Tarumã, con una flora straordinaria e una cascata che si trova alla sua confluenza con il Rio Negro.

Per un’esperienza panoramica unica, è possibile prenotare un volo di 30 minuti in idrovolante con Amazonia Expedition al costo di circa $90 a persona. Si consiglia di contattare il numero di telefono 092/3084-0484 o inviare un’e-mail a amexpedition@aergo.com.br.

Cosa vedere

Il Teatro Amazonas si trova proprio al centro della città ed è considerato uno dei teatri più belli di tutto il Brasile. È simbolo della grandezza di Manaus alla fine del XIX secolo e ancora oggi ospita spettacoli di artisti di fama internazionale.

Il Porto Fluttuante e l’Alfandega sono luoghi che si adattano alle variazioni del livello dell’acqua e rappresentano una tappa obbligata per coloro che vogliono esplorare l’Amazzonia.

Il Vecchio Mercato, con la sua struttura in ferro battuto, e le spiagge lungo il fiume, come quella di Ponta Negra, sono sempre molto frequentate durante le feste e i fine settimana.

Nei dintorni di Manaus, vale la pena visitare l’Ecoparco Amazzonico, che si trova a circa mezz’ora di nave dalla città. È il primo contatto con l’immensa foresta amazzonica e offre alloggi tradizionali chiamati “Lodge”, che richiamano lo stile indigeno.

Per esplorare l’Amazzonia, si può partire dalla città accompagnati dalle guide locali che si possono trovare presso le numerose agenzie turistiche di Manaus. Questo angolo del Brasile offre ancora un’esperienza autentica e selvaggia per ammirare la straordinaria vegetazione e la ricca fauna che popola la regione.

OURO PRETO Minas Gerais 

Ouro Preto, situata a 98 km da Belo Horizonte nello stato di Minas Gerais, è una città che conserva intatto il suo ricco patrimonio storico e artistico risalente alle colonie portoghesi del XVI secolo. In ogni angolo delle sue strade coloniali si possono ammirare esempi di arte sacra in stile barocco, come chiese, monumenti, fontane e sculture raffiguranti scene religiose.

Le case mantengono ancora la loro struttura coloniale e le strade sono strette e acciottolate, punteggiate da angusti ingressi che conducono a scantinati, dove un tempo erano detenuti gli schiavi neri e che oggi sono stati trasformati in ristoranti e locali serali.

Per raggiungere Ouro Preto da Belo Horizonte, si può prendere un autobus (il biglietto di andata e ritorno costa circa 7$ e il tragitto dura circa 1 ora e 45 minuti) attraversando un paesaggio collinare di grande bellezza, oppure optare per un taxi, che è economico e molto più comodo.

Fondata nel 1693, Ouro Preto è stata per lungo tempo la capitale culturale e commerciale delle città coloniali che fanno parte del cosiddetto “circuito dell’oro”. Il nome della città significa “oro nero” perché il prezioso metallo, presente in abbondanza nella zona circostante, era ricoperto da un sottile strato di ossido di ferro che lo rendeva inizialmente irriconoscibile.

Nelle vicinanze della Praça Tiradentes, la piazza principale, si concentrano le attività di vendita di pietre preziose da parte dei commercianti che cercano di attirare i turisti. È importante fare attenzione per evitare truffe.

La città vanta ben 13 chiese e 2 basiliche in stile barocco. Tra le più importanti si trovano la Matriz de Nossa Senhora do Pilar (aperta dal martedì alla domenica dalle 9:00 alle 10:45 e dalle 12:00 alle 16:45, ingresso circa € 2) e la Matriz de Nossa Senhora do Conceiçáo (aperta dal martedì al sabato dalle 8:30 alle 11:45 e dalle 13:30 alle 16:45, domenica dalle 12:00 alle 17:00, ingresso circa € 2,50).

Da non perdere è anche la visita all’Igreja de São Francisco de Assis, considerata una delle più importanti opere d’arte coloniale brasiliane.

Per scoprire meglio Ouro Preto, consigliamo di contattare il signor Jesus Da Silva, che parla perfettamente italiano e può fare da guida turistica, consigliare locali e ristoranti, e anche assistervi nell’acquisto di pietre preziose. Potete contattarlo ai seguenti numeri: 031/35511901 – 031/96280364 – 031/99611066 oppure chiedere di lui presso il vostro albergo.

Dintorni

Lavras Novas è un pittoresco e antico villaggio indigeno circondato da maestose montagne. Si può raggiungere da Ouro Preto prendendo un autobus che parte tutti i giorni alle 17:15 e fa ritorno il giorno successivo alle 06:45. In auto, si può raggiungere attraverso una strada ripida e dissestata, ma che offre panorami splendidi lungo il percorso.

Nelle vicinanze del centro abitato si trovano due cascate: la cascata di Chapada, che presenta piscine naturali ideali per fare il bagno, e la cascata di Moinho, situata a 2 km a nord, più tranquilla e meno frequentata.

L’escursione al villaggio e alle cascate ha un costo approssimativo di € 30 a persona, e offre un’esperienza unica immersa nella natura.

IGUACU                                                    

Nello stato del Paranà, all’interno di un triangolo di confine tra la provincia argentina di Misiones e il Paraguay, si apre uno spettacolo mozzafiato: le cascate dell’Iguazú.

Qui, la natura si manifesta in un turbine di suoni e potenza senza eguali. Non è tanto l’altezza delle cascate a impressionare, ma la loro forza e l’ambiente circostante. Ci si trova immersi nell’acqua torbida e rossastra, tra la massa liquida che si apre tra la fitta foresta e le rocce basaltiche scure.

L’acqua cade con fragore da un salto all’altro, trasformandosi in minute goccioline che creano arcobaleni infiniti alla luce del sole. Al tramonto, sul versante brasiliano delle cascate dell’Iguazú, ci si lascia senza parole di fronte allo spettacolo del sole che si nasconde dietro la foresta.

La lussureggiante natura, i parchi nazionali (uno sul versante brasiliano e uno su quello argentino), attraversati dai poderosi fiumi, l’eccellenza delle strutture alberghiere, la facilità di accesso dagli aeroporti principali del Brasile e dell’Argentina e la gentilezza delle persone fanno di questa regione immersa nella foresta un luogo imperdibile da visitare in Brasile.

Il Parco Nazionale dell’Iguaçu, uno dei primi in America Latina, istituito nel 1939 per proteggere le cascate, si estende su una superficie di circa 1.700 chilometri quadrati di foresta pluviale. Qui, tucani, pappagalli e cocorite convivono armoniosamente con scimmie, tapiri e giaguari, tra migliaia di palme e orchidee. Il parco preserva circa 2.000 specie di piante e circa 1.100 specie di uccelli e mammiferi. Nella foresta, volano farfalle di grandi dimensioni dai vivaci colori, mentre i procioni si avvicinano ai visitatori alla ricerca di cibo.

L’ortografia del nome “Iguaçu” varia nelle tre nazioni interessate: “Iguaçu” in Brasile, “Iguazù” in Argentina e “Iguassu” in Paraguay. Il fiume Iguaçu, che si estende per circa 1.300 chilometri, ha origine a 1.300 metri sulle montagne costiere di Serra do Mar, nel Paraná e in Santa Catarina. Dopo aver ricevuto le acque di numerosi affluenti, scorre tra splendidi tratti di foresta fino ad arrivare al grande salto d’acqua, che si estende per circa tre chilometri. Le cascate furono scoperte nel 1541 quando il loro fragore, udibile a 15 chilometri di distanza, guidò l’esploratore spagnolo Alvar Nunez “Cabeza de Vaca” in questo luogo. La loro potenza è impressionante, con una portata media di 1.500 metri cubi d’acqua al secondo.

Le cascate dell’Iguaçu sono caratterizzate dalla famosa “Garganta do Diabo” (Gola del Diavolo), una parete d’acqua alta 80 metri con numerosi getti, che si estende su una larghezza di 200 metri e una lunghezza di 400 metri. Ci sono anche altre cascate, come Bossetti e Alvar Nunez “Cabeza de Vaca”, che possono essere visitate attraverso passerelle e sentieri che offrono una vista ravvicinata.

La visita alle cascate richiede almeno due giorni e include anche il lato argentino, che comprende la porzione più estesa delle cascate. Dopo aver attraversato la frontiera argentina, raggiungibile in taxi o autobus (non sono richiesti visti, ma è necessario avere un passaporto per i controlli), si percorre una strada di circa 3 chilometri che attraversa la foresta. Improvvisamente, gli alberi si aprono e si giunge al ponte Presidente Tancredo Neves, che attraversa il fiume Iguaçu. Da qui, si può ammirare la confluenza del Rio Iguaçu (che separa l’Argentina dal Brasile) nel Rio Paraná (che separa l’Argentina dal Paraguay) da una posizione elevata.

Una volta oltrepassata la frontiera argentina, le strade si inoltrano in una fitta foresta con alberi che si ergono fino a circa 30 metri dal suolo. Il lato argentino delle cascate è anch’esso un parco naturale di 550 chilometri quadrati che ospita una varietà di piante e animali, tra cui colibrì, farfalle meravigliose e quattro specie di tucani. Dal punto di ingresso del parco, è possibile seguire tre percorsi per visitare le cascate, che si annunciano già in lontananza con il fragore e le nuvole di vapore acqueo che si alzano.

Il Passeio Inferior è un percorso di 1,5 chilometri che consente di ammirare le cascate da una prospettiva inferiore, a stretto contatto con l’acqua. È anche possibile usufruire di un servizio gratuito di barche (disponibili dalle 8:00 alle 17:30) per raggiungere l’Isla San Martin.

Il Passeio Superior arriva fino al Salto Adám y Eva, offrendo una vista panoramica delle cascate dall’alto.

Il terzo percorso conduce alla Garganta do Diabo tramite una passerella, offrendo una visione ipnotizzante delle cascate. Qui, i rondinelli si avventurano contro il getto d’acqua tra le nuvole di vapore, creando uno spettacolo degno di una scena dantesca. Il rumore assordante e l’atmosfera umida nebulizzata dalle gocce d’acqua offrono un’esperienza unica, arricchita dalla vista di splendidi arcobaleni.

Tornando sul lato brasiliano, si raggiunge una torretta panoramica e si prosegue verso le cascate di Santa Maria attraverso un percorso pedonale che consente di ammirare ancora una volta la Garganta do Diabo.

È possibile fare un volo di 7 minuti in elicottero sulle cascate con piccoli apparecchi, che si trovano all’ingresso del parco. Durante questo emozionante volo sopra le cascate, si possono vivere momenti mozzafiato mentre l’elicottero si avvicina al pelo dell’acqua del Rio Iguaçu. Tuttavia, l’opportunità di questi voli è oggetto di discussione, poiché vi sono preoccupazioni riguardo alla salvaguardia dell’ambiente. Tuttavia, già dalla finestra dell’aereo, quando si atterra all’aeroporto di Foz do Iguaçu, si può ammirare una prima, emozionante panoramica di questa spettacolare cascata, mentre i piloti sorvolano la maestosa massa d’acqua con ampie virate.

A nord di Foz do Iguaçu si trova la più grande centrale idroelettrica del mondo, con una potenza di 12,6 milioni di chilowatt, che fornisce energia al Paraguay e al Brasile meridionale. Si tratta della diga di Itaipu, il cui nome significa “Sasso che parla”. Quest’opera imponente ha bloccato il flusso del Rio Paraná (senza influire sulle acque che alimentano le cascate dell’Iguaçu), creando un lago di 1.400 chilometri quadrati a monte. Purtroppo, a causa di questo progetto, alcune meravigliose cascate chiamate Sete Quedas sono state sommerse, nonostante avessero una portata d’acqua ancora più elevata delle cascate dell’Iguaçu. Nonostante siano state adottate misure per preservare le specie vegetali e animali che sarebbero state coinvolte (presso Itaipu è presente un centro visitatori che illustra tutto il processo di costruzione della diga gigante), le condizioni meteorologiche e ambientali della zona hanno subito gli effetti del lago artificiale.

Vale la pena fare una breve escursione alla diga di Itaipu, informazioni possono essere ottenute anche presso gli alberghi di Iguaçu, dove sono disponibili visite guidate della durata di un’ora. Durante il tour, si attraversa l’intera struttura in autobus, con il lago da un lato e le imponenti condotte che portano l’acqua alle potenti turbine dall’altro, creando un’impressionante visione panoramica.

NATAL Rio Grande Do Norte

La città di Natal, conosciuta anche come “La Città del Sole”, si trova nella regione del nordest del Brasile, nel punto più orientale dell’America Latina. Beneficia di 300 giorni di sole all’anno, con una temperatura media di circa 28 gradi e una piacevole brezza proveniente dall’oceano.

Le numerose spiagge con sabbia bianca quasi deserte, le piscine naturali, le onde ideali per il surf, le imponenti dune e le palme da cocco creano un’atmosfera estiva che dura tutto l’anno, rendendo Natal una meta turistica ideale per rilassarsi e godersi momenti spensierati. Non dimenticherete facilmente le emozionanti escursioni in buggy verso la spiaggia di Pipa e le immense distese di dune di Genipabu.

Fondata il giorno di Natale del 1599 dal capitano portoghese Manuel Mascarenhas Homem, il villaggio di Natal ha visto la sua crescita intorno alla Fortezza dei Re Magi, così chiamata perché la sua costruzione iniziò il 6 gennaio 1598. Dal punto di vista architettonico, Natal è una città moderna con ampie strade e spazi verdi, interamente progettata negli anni ’30 dall’architetto italiano Giacomo Palumbo. Occupando un’area di 172 chilometri quadrati e con una popolazione di circa 800.000 abitanti, Natal è pulita, vivace e, soprattutto, accogliente.

Per gli spostamenti da e per l’aeroporto, l’aeroporto Augusto Severo si trova a 15 km a sud di Natal e offre servizi di trasferimento tramite autobus o taxi che troverete all’esterno dell’aeroporto.

Per spostarsi a Natal, ci sono due stazioni degli autobus: la Rodoviaria Velha, situata nel centro, da cui partono gli autobus per le spiagge Praia dea Artistas, Ponta Negra e per il Parco delle Dune di Genipabu, e la Rodoviaria Nova, a 6 km a sud dal centro, per gli autobus a lunga percorrenza, dove è possibile acquistare i biglietti a bordo.

Per chiamare Natal dall’Italia, è necessario comporre il prefisso internazionale 0055, seguito dal prefisso della località senza lo zero (Natal 84) e il numero desiderato dell’abbonato.

Le spiagge di Natal sono i luoghi più popolari e frequentati. Durante l’estate brasiliana, dopo una giornata di tintarella, le spiagge si trasformano in scenari di feste, danze e balli, spesso improvvisati, che durano fino all’alba.

Praia Dos Artistas

Praia Dos Artistas è la spiaggia più famosa e amata dai giovani, ed è una meta popolare per i surfisti e i turisti che si fermano per una cena nei caratteristici ristoranti di pesce sulla baia.

Praia De Areia Preta

Praia De Areia Preta è una spiaggia mondana che si trova proprio sotto il faro di Natal. Lungo il lungomare, ci sono una serie di baracas e chioschi molto frequentati, oltre a discoteche alla moda.

Praia Do Meio

Praia Do Meio si estende oltre Praia Dos Artistas e tra le rocce si formano piccole piscine naturali con acqua poco profonda e trasparente. È consigliabile indossare scarpe di gomma per raggiungerle. Il calcadao, il lungomare, di questa breve insenatura è pieno di bancarelle che vendono maglie delle squadre di calcio brasiliane.

Praia Do Forte

Praia Do Forte si trova all’estremità di Avenida Café Filho e, grazie alle sue acque calme, è un luogo ideale per fare il bagno e rilassarsi. La spiaggia offre anche una vista spettacolare sulla Fortezza dei Re Magi, uno dei simboli di Natal.

La costa settentrionale del Rio Grande Do Norte si estende per quasi 200 km ed è caratterizzata da una bellezza selvaggia e incontaminata. Qui, le dune sabbiose si perdono nelle acque dell’Oceano Atlantico, creando un paesaggio mozzafiato.

Praia De Jacumã

Situata a 33 km a nord di Natal, questa spiaggia è famosa per la sua laguna omonima. Le sue onde basse la rendono un luogo ideale per nuotare e rilassarsi. Qui si possono praticare sport acquatici come l’aero-bunda e lo ski-bunda, e si può gustare delizioso cibo sulla spiaggia al ristorante Naf Naf (prezzo fisso a buffet: circa 17€, bevande escluse).

Touros

Questo villaggio di pescatori si trova a 83 km a nord di Natal ed è considerato uno dei poli turistici più promettenti del Rio Grande do Norte. Qui si possono ammirare tratti di spiaggia intatti e suggestive. Accanto alla spiaggia di Touros si trovano anche le spiagge di Cajuero e Calanhar, quest’ultima con un faro che è il secondo più alto al mondo, raggiungibile salendo 296 scalini (ingresso libero). È possibile prendere un autobus dalla Rodoviaria Nova di Natal con 7 corse giornaliere per Touros (circa €1, durata 90 minuti).

Praia de Genipabu

Situata a soli 25 km dalla capitale, è la spiaggia più famosa dello stato e si estende per diversi chilometri. Le dune dell’omonimo parco degradano verso l’oceano, creando una spiaggia ben attrezzata. È possibile noleggiare sdraio da uno dei numerosi ambulanti presenti sulla spiaggia (circa €5). Da qui è facile raggiungere le spiagge di Gracandu e Pitangui, un villaggio di pescatori con una laguna tra le dune.

Maracajaú e le piscine naturali

Situato a 63 km a nord di Natal, Maracajaú è un centro di pescatori famoso per le sue piscine naturali. Al largo della costa, una barriera corallina circonda tratti di mare poco profondi, creando uno spettacolo unico. Un motoscafo trasporta i visitatori per 4 miglia marine fino alle barche posizionate davanti alle piscine. Qui viene fornita l’attrezzatura per fare snorkeling e immersioni. Anche chi non ha il brevetto può immergersi con le bombole sotto la supervisione di un istruttore. Dopo l’escursione, è possibile gustare un pranzo a base di pesce al ristorante Aquarium (circa €15, bevande escluse).

Le spiagge della Costa Sud

A sud di Natal, la costa è caratterizzata da ampie e incontaminate spiagge, tranquille perché meno frequentate. I vari lidi conducono spesso a piccoli e affascinanti centri, a cominciare da Ponta Negra. Ponta Negra: Situata a 14 km da Natal, è una spiaggia molto vivace, divertente e ricca di locali. È famoso il Morro do Careca, un’imponente duna che scende con un’inclinazione di 50 gradi direttamente nel mare. Proseguendo verso sud, si trovano Cotovelo, Pirangi Nord e Pirangi Sud, distanti 15 km da Natal. Le ultime due sono separate da un fiume e circondate da palme. Qui è possibile ammirare il cajueiro, l’albero di anacardi più grande del mondo, la cui chioma copre un’area di 8.550 mq e continua ancora a crescere. Shopping: Si possono acquistare amache di cotone con bordi merlettati realizzati all’uncinetto, oggetti in ceramica marajoara e tapajonica, cesti in fibra di palma e legno, dolci, radici aromatiche e spezie. Per fare shopping si può visitare il Centro de Artesanato – Praia dos Artistas – un mercatino artigianale con bancarelle coperte, dove è possibile acquistare oggetti della tradizione popolare brasiliana.