Visitando Tokyo

Tokyo, capitale del Giappone, è una metropoli immensa, vibrante e ricca di stimoli. Ospita circa 13 milioni di abitanti, che corrispondono al 10% dell’intera popolazione giapponese, e costituisce uno degli agglomerati urbani più grandi del mondo. L’area centrale e più popolata della metropoli, affacciata sulla Baia di Tokyo, è suddivisa in 23 quartieri speciali, fra i quali il centro amministrativo di Shinjuku, in cui ha sede il Governo Metropolitano.

Scopri di più

Cosa vedere a Tokyo

Scopri di più

Tokyo Metropolitan Government Office

Questa è la sede dell’amministrazione politica e pubblica di Tokyo. Con i suoi 243 metri è uno degli edifici più alti della città e dall’osservatorio gratuito agli ultimi piani delle due torri si può ammirare un panorama mozzafiato.

Nishi-Shinjuku

La zona dei grattacieli: in quest’area si trovano alcuni fra i più alti e famosi grattacieli di Tokyo, fra cui le torri di Kenzo Tange ed il Tokyo Metropolitan Government Office. Si raggiunge facilmente a piedi partendo dall’uscita ovest della stazione di Shinjuku.

Shinjuku

Costituisce uno dei centri più frenetici e trafficati di Tokyo, e racchiude in pochi chilometri alcune delle più evidenti contraddizioni tipiche della metropoli giapponese. Nella lussuosa zona di Nishi-Shinjuku, ad ovest della stazione, spiccano nel cielo i grattacieli, fra cui le due imponenti torri del Tokyo Metropolitan Building. Proprio qui hanno sede diversi alberghi prestigiosi, come il Park Hyatt ed il Keio Hotel. Ad est invece c’è l’area dei divertimenti notturni, dominata dalle luci, dai suoni, e dalle strette stradine in cui si celano le peggiori bettole. Qui si trova Kabukicho, il distretto a luci rosse più trasgressivo della città. Arrivare a Shinjuku in treno, le prime volte, può essere un’esperienza disorientante, a causa dell’enormità della stazione e dei fiumi di persone che la affollano praticamente a qualsiasi ora del giorno e della notte. Quello di Shinjuku è infatti lo snodo ferroviario più trafficato al mondo, con oltre tre milioni e mezzo di pendolari che vi transitano ogni giorno. Sbucare all’uscita sbagliata della stazione e perdersi è abbastanza comune per chi non conosce bene questa zona, per questo motivo vi consiglio di tenere a mente i punti di riferimento e le informazioni che vi darò in questa guida.

Mode Gakuen Cocoon Tower

Fra i grattacieli di Shinjuku il Mode Gakuen Cocoon Tower spicca per il suo stile architettonico inconfondibile. Alto 203 metri, ospita al suo interno 50 piani dedicati principalmente a classi in grado di contenere oltre 10.000 studenti, ed una libreria veramente ben fornita.

Kabukicho

E’ il quartiere a luci rosse più trasgressivo dell’intera metropoli di Tokyo. Locali notturni, host club e love hotel la fanno da padroni. Nonostante la brutta fama, si tratta comunque di una zona piuttosto sicura e priva di particolari pericoli.

Studio Alta

E’ un centro commerciale in cui si trovano principalmente negozi di moda per ragazze. E’ molto famoso a Shinjuku ed è spesso il posto in cui i giovani si danno appuntamento per incontrarsi in questo quartiere.

Shinjuku Gyoen

Uno dei parchi più belli di Tokyo, luogo ideale per prendersi una pausa rilassante dalla frenesia della metropoli. E’ anche uno dei posti migliori in cui ammirare la fioritura dei ciliegi in primavera. L’ingresso è a pagamento e costa 200 yen.

Korean Town

A nord della stazione di Shinjuku si trova il quartiere coreano di Shin Okubo. Merita una visita soprattutto per i caratteristici ristoranti in cui si può assaporare dell’ottima carne alla griglia ed altre specialità della cucina coreana.

Shibuya

Con le sue luci, i grandi schermi e le persone che affollano le strade ad ogni ora del giorno e della notte, Shibuya è senza ombra di dubbio uno dei quartieri più movimentati e dinamici della metropoli di Tokyo, importante centro del commercio e del divertimento notturno. Il simbolo di Shibuya è la statua del cane Hachiko che si trova di fronte alla stazione ed è un punto di ritrovo per moltissimi giovani. Questo quartiere è caratterizzato da una gran quantità di locali notturni, pub, club, izakaya e love hotel. Sono presenti anche diversi centri commerciali molto grandi e tantissimi negozi, ristoranti e cafè.

Akihabara

Akihabara – elettronica, manga e maid cafè: il quartiere dell’elettronica, dei videogiochi, degli anime e dei manga ed il paradiso in terra per ogni otaku.Akiba(diminutivo con cui viene spesso chiamata Akihabara) è famosa in tutto il mondo per essere all’avanguardia nella tecnologia e nel divertimento elettronico. Una caratteristica di Akihabara è la presenza di molti cafè e locali di vario genere in cui lavorano ragazze vestite da governanti, le cosiddettemaid.

Tempio Meiji Jingu

E’ un importante tempio shintoista immerso nella meravigliosa natura del parco Yoyogi. Se siete fortunati visitando il tempio potete imbattervi in una cerimonia di matrimonio.

Yoyogi Koen

E’ il più grande parco di Tokyo, è il posto ideale per fare una passeggiata in mezzo alla natura, soprattutto in primavera e in estate. All’interno del parco si trova il Meiji Jingu.

Takeshita Dori

E’ la via dello shopping più famosa di Harajuku, è frequentata principalmente da giovani ed è ricca di piccoli negozi di moda e accessori fashion.

Omotesando Hills

E’ un lungo viale alberato che conduce fino al Meiji Jingu, si trovano molti ristoranti, cafè e negozi alla moda, è generalmente frequentato da meno giovani e più adulti rispetto a Takeshita Dori.

Oriental Bazar

E’ uno dei più grandi negozi di souvenir di Tokyo, vende molti oggetti in stile classico giapponese, fra cui abiti tradizionali ed accessori ispirati ai samurai.

Kiddy Land

E’ il negozio di giocattoli più famoso di Harjuku, situato fra i negozi del viale di Omotesando. Si estende su sei piani tutti dedicati alla vendita di giocattoli di ogni genere.

LaForet Harajuku

Un grande centro commerciale di sette piani con molti negozi di moda e boutiques, principalmente dedicati alle ragazze. All’ultimo piano dell’edificio si trova il Museo LaForet, che spesso ospita mostre e vari eventi.

Togo Jinja

Santuario shintoista in memoria dell’Ammiraglio Togo, che nel 1905 sconfisse la flotta russa durante la guerra. La prima domenica di ogni mese davanti al tempio si tiene il “Togo Antique Market”.

Ota Memorial

E’ un museo d’arte in cui sono esposti dipinti Ukiyo-e ed una collezione di stampe di Ota Seizo.

Sunshine City

E’ il primo progetto di “città dentro la città” realizzato a Tokyo, la sua apertura risale al 1978. Il centro di questo complesso di edifici è il Sunshine 60, un grattacielo alto 240 metri con un bellissimo osservatorio all’ultimo piano.

Shibuya Crossing

Nel centro di Shibuya c’è quello che può considerarsi l’attraversamento pedonale più trafficato del mondo, attraversato ogni giorno da un numero incredibilmente grande di persone. Circondato da maxischermi e da luci che illuminano la notte come se fosse giorno.

Statua del cane Hachiko

E’ il simbolo di Shibuya, si trova davanti ad una delle uscite della stazione (chiamata uscita di Hachiko) e di fronte al Shibuya Crossing. Davanti a questa statua si danno appuntamento ogni giorno tantissimi giovani. 

Center Gai

E’ un’area pedonale situata nel cuore di Shibuya, sempre affollata soprattutto da giovani. Ci sono molti negozi alla moda, game center, ristoranti e locali notturni. Supeinzaka: significa “salita spagnola”, si chiama così perché è una stradina pedonale affiancata da molti cafè e negozi che assomiglia molto ad una tipica via spagnola.

Love Hotel Hill

E’ l’insieme di vie in cui c’è la più alta concentrazione di love hotel, ce ne sono ad ogni angolo della strada e se ne possono contare decine. Quest’area si trova a poche centinaia di metri dal centro del quartiere. 

Shibuya 109

E’ uno dei centri commerciali più popolari di Tokyo. Situato a due passi dalla stazione di Shibuya, la sua grande insegna “109” spicca fra gli alti palazzi.

Parco

E” un grande centro commerciale dedicato principalmente alla moda fashion, al suo interno si trovano il negozio Mugiwara Store ed il ristorante tematico dedicato a One Piece.

Mandarake

Fa parte di una famosa catena di negozi specializzati nella vendita di anime e manga usati, modellini, cosplay, videogiochi per vecchie console ed articoli da otaku.

Museo d’arte Tuguri

Si trova in una zona molto tranquilla del quartiere di Shibuya. Nelle sue gallerie sono esposti centinaia di pezzi di porcellane giapponesi, cinesi e coreane.

NHK Studiopark

Si può assistere alla produzione di programmi televisivi della tv pubblica giapponese NHK e vedere il lavoro che viene fatto dietro le quinte.

Bunkamura

E’ il villaggio della cultura di Shibuya, composto da due cinema, una sala concerti, un teatro, un museo, diversi negozi e ristoranti.

Sunshine International Aquarium

Nel World Import Mart, edificio situato all’interno di Sunshine City, si trova il Sunshine International Aquarium, un grande acquario che ospita creature acquatiche d’acqua dolce e salata provenienti da tutto il mondo.
Sunshine Namja Town: è un parco dei divertimenti a tema, situato all’interno di Sunshine City.

Amlux

E’ un grande salone d’esposizione auto della Toyota situato nel complesso edilizio Sunshine City. Al suo interno sono esposti i nuovi modelli di auto e accessori Toyota.

Tobu

E’ uno dei più grandi centri commerciali di Tokyo, si estende sopra all’uscita ovest della stazione di Ikebukuro.

Seibu

Sopra all’uscita est della stazione di Ikebukuro si trova il grande centro commerciale Seibu.

Tempio Senso-ji

Conosciuto anche come Tempio di Asakusa Kannon, è costituito da un edificio principale e da una pagoda a cinque piani ed è il tempio più antico di Tokyo.

Kaminarimon

Significa “Porta del tuono”, si trova di fronte a Nakamise-dori, la via piena di negozietti che porta al tempio Senso-ji.

Nakamise-dori

E’ il nome della via che va da Kaminarimon ad Hozomon, è un susseguirsi di piccoli negozi che vendono principalmente souvenir ed oggetti della tradizione giapponese.

Hozomon

Conosciuto anche come “Palazzo del tesoro” è il portale che si trova di fronte al tempio Senso-ji, è stato costruito per la prima volta nel 942 e ricostruito dopo la sua distruzione causata da un incendio.

Roppongi Hills

E’ un grande complesso urbano all’interno di Roppongi, una città dentro la città. Quest’area comprende un vasto numero di negozi, appartamenti, uffici, ristoranti, cinema, ecc..

Mori Tower

Il più famoso grattacielo di Roppongi Hills, al suo interno ospita 54 piani di negozi, ristoranti, bar, cinema, uffici, il Mori Art Museum ed il Tokyo City View, da cui si può ammirare uno stupendo panorama.

Tokyo Midtown

E’ un complesso di edifici residenziali, uffici, ristoranti, cafè, negozi e musei. Quest’area è stata inaugurata nel 2007.
National Art Center Tokyo: è stato fondato nel 2007, porta la firma dall’architetto Kisho Kurokawa ed è il più grande museo d’arte del Giappone.

TV Asahi

La sede centrale della TV Asahi si trova all’interno di Roppongi Hills, parte dell’edificio è aperto al pubblico.

Tokyo Tower

Si può ammirare e raggiungere facilmente a piedi la Tokyo Tower, uno dei simboli di Tokyo, alta 333 metri e situata all’interno dello Shiba Park.

Hard Rock Cafè

Uno dei locali più celebri di Roppongi, situato in zona centrale a pochi minuti dall’uscita 3 della stazione, vicino al Roppongi Crossing.

Asakusa

il quartiere storico di Tokyo: una delle zone più caratteristiche della città. Il centro del quartiere è il famoso tempio Senso-ji, circondato da stradine piene di negozietti e bancarelle che vendono oggetti tradizionali giapponesi e souvenir. Durante il giorno nei pressi del tempio si trovano numerosi turisti, quando si fa sera l’atmosfera di tutta la zona diventa molto tranquilla e rilassante.

I risciò di Asakusa

Nell’area circostante al tempio Senso-ji solitamente si trovano molti risciò, che in giapponese si chiamano “jinrikisha”. Potete fare un giro turistico del quartiere su uno di questi carretti trainati a mano.

Parco divertimenti di Hanayashiki

Inaugurato nel 1853, potete fare un giro sulle montagne russe più antiche del Giappone. 

Sumida Koen

Il parco si trova lungo il fiume Sumida ed è particolarmente bello da visitare in primavera, quando fioriscono i ciliegi nel periodo degli hanami che va dalla fine di marzo ad inizio aprile.

Crociera sul fiume Sumida

Da Asakusa partono continuamente battelli sui quali è possibile fare un bel giro turistico sul fiume Sumida, è molto bella la crociera da Asakusa all’isola artificiale di Odaiba. 

Kappabashi Shopping Street

E’ la via degli articoli da cucina, in questa zona ci sono numerosi negozi che vendono piatti e tipici oggetti giapponesi per la cucina.

Palazzo Asahi Beer

Inconfondibile il palazzo dorato sede dell’Asahi Beer. Si trova poco distante dal tempio Senso-ji e guardandolo arrivando dalla stazione di Asakusa si vede un bellissimo panorama con la Skytree sullo sfondo.

Centro commerciale Matsuya

Di Asakusa è alto 8 piani e si trova proprio sopra all’ingresso principale della stazione Tobu Asakusa.
Rokku: in passato era il principale distretto dell’intrattenimento a Tokyo e qui si trovano il primo cinema della città e diversi teatri.

Ginza

E’ il quartiere del lusso e dell’alta moda. Concentrati in questa zona ci sono numerosi negozi e centri commerciali, per la maggior parte dedicati a costosi articoli di lusso, gioielli e prestigiosi capi d’abbigliamento. Fra le insegne dei negozi spiccano numerosi marchi italiani famosi nel mondo. Ci sono anche molti ristoranti e locali alla moda, anche in questo caso predominano nomi italiani, che spesso sono sinonimo di classe, qualità e lusso.

Harajuka

Harajuku, il quartiere della moda e del cosplay: si trova nei pressi di Shibuya ed è particolarmente famoso per aver dato i natali a diverse mode giovanili. Lungo la caratteristica strada di Takeshita-dori si trovano una moltitudine di negozi fashion, frequentati in particolar modo dai giovani. Sono tantissime le occasioni per comprare accessori alla moda e “kawaii” a buon mercato.

Odaiba

L’isola artificiale di Tokyo: chiamata anche Daiba, è una grande isola completamente artificiale situata sulla Baia di Tokyo. E’ una zona turistica ed è il posto ideale per fare shopping, per la presenza di numerosi centri commerciali molto caratteristici, come Aquacity ed il nuovissimo DiverCity Tokyo Plaza. L’edificio più famoso dell’isola è la sede della Fuji TV, sono imperdibili la copia in miniatura della Statua della Libertà ed il Gundam a grandezza naturale che si trova di fronte al DiverCity. Uno dei simboli di Odaiba è il famoso Rainbow Bridge, ispirato al ponte di Brooklyn.

Ginza Wako

Questo edificio è il simbolo di Ginza e la sua costruzione risale al 1932. Al suo interno ci sono numerosi negozi di lusso e gioiellerie.

Sony Building

All’interno si possono vedere i nuovi prodotti di questo colosso dell’elettronica giapponese, fra cui televisori, telefoni cellulari, videocamere e console PlayStation.

Teatro Kabukiza

E’ un famoso teatro Kabuki

Police Museum

Il museo della polizia di Tokyo mette in mostra la storia della polizia giapponese, come le uniformi e gli equipaggiamenti del passato.

Ikebukuro, il quartiere dello shopping e del divertimento

Costituisce il secondo snodo ferroviario più trafficato di Tokyo (e del mondo), e questo per certi aspetti lo rende simile a Shinjuku. Ci sono molti centri commerciali, alcuni dei quali davvero immensi, e sono presenti anche vari negozi per otaku e di elettronica. Oltre ad essere il posto ideale per fare shopping, la sera è un quartiere decisamente movimentato, ricco di locali in cui bere e divertirsi.

Santuario Tōshō-gu

Inutile dirlo, è la principale attrazione di Nikko. Ancor prima di entrare, rimarrete incantati dalla magnificenza dei 34 metri di altezza della pagoda posta nei pressi del santuario. Sarà solo il preludio: entrando dal torii (porta d’accesso a un santuario) dell’Omote-mon, la vostra attenzione sarà calamitata dalle infinite, minuziose, quanto magistrali rifiniture di cui tutto il santuario è immensamente ricco. I neanche lontanamente realistici elefanti del Sanjinko (Tre Magazzini Sacri); le mitiche tre scimmiotte (non-vedo/non-sento/non-parlo) tanto care al buddismo Tendai nella Shinyōsha (Stalla Sacra); il celebreNakiryū (drago urlante) nel Honji-dō, che vi osserverà durante la singolare lezione di acustica dei monaci buddisti cui assisterete; le insuperabili decorazioni in foglia d’oro di fanciulle, fiori e animali mitologici sulla Yōmei-mon (Porta del Tramonto); i dipinti dei 36 immortali poeti di Kyoto e la maestria di chi ha saputo dipingere ben 100 draghi tutti diversi fra loro in Honden (Sala Principale) e Haiden (Sala della Preghiera) non possono neanche lontanamente darvi un assaggio dell’incredibile lavoro dei 15.000 artigiani che realizzarono questa meraviglia. Potrete salire al mausoleo di Ieyasu Tokugawa percorrendo un ripido sentiero, lasciandovi coccolare dal frusciare delle foglie degli imponenti cedri che costeggiano il percorso (Biglietto a parte). Indirizzo: 2301 Yamauchi, Nikko City – tel. 0288-54-0560 Biglietto:  ¥ 1,300 adulti. Orari: 8-17 (8-16 da novembre a marzo)

Santuario Taiyun-byo

E’ il mausoleo di Iemitsu, nipote di Ieyasu Tokugawa, e già a colpo d’occhio si nota la simile fattura fra i due monumenti. Taiyun-byo, di dimensioni inferiori di Tōshō-gu, ci assomiglia molto: dai magazzini alle porte cinesi, dalla circostante foresta di cedri alla straordinaria rappresentazione di 140 draghi – messaggeri di preghiere al cielo – dedurre la comune paternità fra i due è un gioco da ragazzi.

Mente e fondatore dei due templi principali di Nikko è stato il monaco Shōdō Shōnin, nell’VIII secolo, che oltre al dono della spiritualità vantò doti artistiche e architettoniche davvero eccezionali, visti i mirabili risultati.

Maid Cafè

I cafè tipici di Akiba, frequentati principalmente da otaku. Le cameriere sono ragazze in costume, generalmente vestite da governanti, e tutto è all’insegna del “kawaii“. In questi locali è possibile mangiare dolci a forma di animaletti, giocare con le maid e farsi fotografare insieme a loro.

Negozi di manga, anime e videogiochi

Ad ogni angolo della strada ci sono negozi dedicati agli otaku, anime, manga, videogiochi moderni e retrogames. In alcuni di questi negozi è possibile trovare articoli a prezzi molto bassi, soprattutto per i videogiochi di vecchie console.

Club SEGA

Si riconosce facilmente dalla sua grande insegna bianca su sfondo rosso e dal gigantesco logo SEGA. Al suo interno ci sono decine di giochi arcade, il meglio per i fan dei videogiochi SEGA.

Taito Station

Il grande game center dedicato ai videogiochi Taito. Non solo videogames ma anche giochi di vario genere, in molti dei quali è possibile vincere simpatici premi.

Yodobashi Akiba

Un immenso centro commerciale tutto dedicato all’elettronica, un sogno che diventa realtà per gli otaku. Al suo interno ci sono anche diversi ristoranti e cafè.
Sofmap: un altro centro commerciale molto famoso dedicato all’elettronica. Ogni piano dell’edificio è destinato ad una particolare tipologia di prodotti.

Don Quijote

Oltre ad essere un grande centro commerciale su più piani, il Don Quijote di Akihabara (spesso abbreviato in Donki), ospita il teatro in cui si esibisce il gruppo idols delle AKB48, situato all’ottavo piano dell’edificio.

Gundam Cafè

Un cafè tutto dedicato ai Gundam, pensato per soddisfare i desideri dei fan più sfegatati della serie. Si trova subito al di fuori della stazione di Akihabara, sulla “Denkigai Exit”.

Mandarake Akihabara

Il Mandarake di Akihabara fa parte di una famosa catena di negozi specializzati nella vendita di anime e manga usati, modellini, cosplay, videogiochi per vecchie console ed articoli da otaku.

Super Potato Retro Games

Il Super Potato di Akihabara è il paradiso per i retrogamers, un grande negozio esclusivamente dedicato ai videogiochi ed alle console del passato, in particolare ai classici 8-bit e 16-bit.

Roppongi, il quartiere dalla doppia identità

Durante il giorno Roppongi si presenta come un quartiere moderno e multietnico, si può passeggiare fra una grande varietà di negozi, ristoranti e cafè alla moda. Tokyo Midtown e Roppongi Hills sono le mete più popolari ed eleganti, ideali per una giornata di shopping e svago. Nelle ore notturne Roppongi si trasforma mostrando il suo lato più trasgressivo, le strade si popolano di giovani, in buona parte stranieri, e di numerosi “buttadentro” a caccia di clientela per club e locali notturni. Il quartiere ospita una vasta e variegata comunità di stranieri, pertanto è facile trovare negozi, ristoranti e locali con personale in grado di parlare l’inglese. In tempi recenti, grazie alla nascita di numerosi musei d’arte, come il National Art Center ed il Mori Art Museum, Roppongi ha acquisito la fama di essere un importante centro culturale.

Tempio Rinno-ji

Moderni Gulliver al cospetto dei Giganti vi sentirete nella Sambutsu-dō (Sala dei tre Buddha) dove sono custodite le statue di Amida Nyorai, Senjū, Batō: con i loro 8 metri di altezza sono le statue lignee dorate del Buddha più grandi in tutto il Giappone. Immancabile la biblioteca, Sōrintō, con una collezione davvero ricca (oltre 1.000) di sutre (le scritture buddiste).

Futurasan-jinja

Il tempio più vetusto e protettivo della città è dedicato a Nantai-san, sua moglie Nyotai-san e al loro figlio Tarō. Benefattori della città? No, monti circostanti!

Takino-jinja

Se proprio volete apprezzare la pace e la solitudine di un tempio giapponese, fate un salto a Takino-jinja. Artisticamente non sarà al livello dei suoi più rinomati colleghi, ma di certo merita una visita per respirare l’aria di spiritualità che nei templi più turistici, inevitabilmente, scarseggia.

Copertina di molte guide turistiche su Nikko, lo scenografico ponte color rosso, Shinkyo, vanta diverse leggende sul suo conto: poco importa che sia stato costruito laddove Shōdō Shōnin guadò il fiume a cavallo di due serpenti o che con questi il dio Jinsha realizzò il ponte per far passare i monaci. Quel che è certo è che resta una delle immagini più suggestive di Nikko!

Lo spettacolare ambiente montano che circonda Nikko offre visioni impagabili di natura incontaminata che, di sicuro, non vi deluderanno
Raggiungete Akechidaira, anche con funicolare (709 Fukazawa, Hosoo-cho, Nikko City- telefono 0288-55-0331; biglietti ¥710 adulti; e sarete ripagati con la vista più mozzafiato della città.

Altrettanto incantevoli saranno la vista del lago Chuzenji, posto a 1269 metri di altitudine, e quella del lago Yunoko, che offre anche l’ambiente ideale per chi ama praticare hiking. Spettacoli impagabili e sempre affascinanti saranno offerti dalle cascate Kegon Waterfalls (97 metri) con la possibilità di arrivare alle pendici delle stesse, prendendo un ascensore, e da quelle del Kirifuri Fallsche presentano un’altezza inferiore (75 metri), ma due flussi di cascata. Suggestivo il naturale declivio Ryuzu la cui conformazione richiama la forma della testa di un drago e, infine, le acque sulfuree nel Nikko Yumoto Hot Spring Resort Area.

Aquacity Odaiba

E’ un grande centro commerciale situato di fronte all’edifico della Fuji TV. Ospita numerosi negozi, boutiques, ristoranti e cafè.

DiverCity Tokyo Plaza

Questo nuovo centro commerciale è stato inaugurato ad aprile 2012, la principale attrazione è il Gundam a grandezza naturale che si trova di fronte all’ingresso.

Venus Fort

Fa parte dell’area chiamata Palette Town, un vasto complesso di strutture dedicate allo shopping e all’intrattenimento. Questo centro commerciale è ispirato all’Europa ed in particolare all’Italia.

Rainbow Bridge

E’ uno dei simboli di Odaiba e connette l’isola al resto della città, è ispirato al ponte di Brooklyn.

Decks Tokyo Beach

Famoso centro commerciale vicino all’edificio della Fuji TV, al suo interno ci sono numerosi negozi, ristoranti e bar. Ospita anche un museo artistico ed il parco divertimenti Tokyo Joypolis.

SEGA Joypolis

E’ un parco divertimenti al coperto, si estende su tre piani all’interno del centro commerciale Decks Tokyo Beach.
Oedo Onsen Monogatari: questo onsen è ispirato al periodo storico Edo, oltre alle vasche al chiuso ed all’aperto c’è una ricostruzione di una cittadina del periodo Edo, dove si può pranzare, cenare e godersi i servizi della comoda sala relax.
Telecom Center: un futuristico centro informatico con grandi antenne satellitari sopra al suo osservatorio. Dal ponte di osservazione si può vedere un bellissimo panorama della baia di Tokyo.

Cosa vedere nei dintorni

Nikko:si trova circa 125 km a nord di Tokyo e questo la rende un’ottima meta per una gita di 1 o 2 giorni da Tokyo. Nikko è collegata a Tokyo attraverso le linee ferroviarie Tobu e Japan Railways (JR).

Come arrivare

Scopri di più

Con la Japan Railways (JR) (per i possessori del Japan Rail Pass)

Prendete lo shinkansen JR Tohoku (dalla stazione di Tokyo o Ueno) fino alla stazione di Utsunomiya e trasferitevi lungo la linea JR per Nikko. Se trovate una buona coincidenza ad Utsunomiya, il viaggio di sola andata dura di circa 100 minuti. Dato il suo costo elevato (circa 5000 Yen solo andata), questa opzione è probabilmente utilizzabile solo dai titolari del Japan Rail Pass.

Dalla stazione di Asakusa con la linea Tobu

La stazione terminale di Tokyo della linea ferroviaria Tobu diretta a Nikko è la stazione Tobu Asakusa, a cui si può accedere con la metropolitana  delle linee di Ginza e Asakusa. Ci sono treni rapidi a cadenza oraria che collegano Asakusa a Nikko, con viaggi che durano circa due ore e costano 1320 yen sola andata. La mattina e il pomeriggio, ci sono anche un paio di treni limitati (solo posti  prenotati), chiamati “Kegon”, che impiegano solo 105 minuti, ma costano il doppio dei treni rapidi. Tobu offre vari pass, che comprendono il viaggio andata e ritorno da Tokyo a Nikko e l’uso illimitato degli autobus nella zona di Nikko. Il Japan Rail Pass non è valido sui treni Tobu.

Dalla stazione di Shinjuku con linee espresso

I treni espresso, in collaborazione fra Japan Railways (JR) e ferrovie Tobu, collegano la stazione JR di Shinjuku con la stazione Tobu di Nikko. Il viaggio di sola andata dura due ore e costa 3900 Yen. Tutti i posti sono prenotati. Il pass JR Tobu Nikko Kinugawa Free Kippu comprende il viaggio andata e ritorno con treno espresso fino a Nikko e l’uso illimitato degli autobus nella zona di Nikko e Kinugawa. Poichè i treni tra Shinjuku e Nikko utilizzano parzialmente i binari della linea ferroviaria Tobu, il Japan Rail Pass non copre interamente le spese del viaggio.

Arrivati a Nikko, la cornice di colline boscose che abbraccia la città vi farà sembrare inverosimile che solo circa 120 Km vi dividono da Tokyo. Situata nella Prefettura Tochigi, è una meta particolarmente apprezzata dai turisti: ben presto, vi renderete conto che non sarete in pochi a visitare la città e a non saper resistere al fascino degli incantevoli santuari incastonati nelle circostanti montagne (molti sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO) e agli straordinari spettacoli offerti dalle meraviglie naturali.

Meta turistica ambita, è visitabile in tutte le stagioni. Per chi ama la tranquillità è preferibile evitare l’estate e l’autunno, nonché i giorni festivi.

Come spostarsi a Tokyo

Per spostarsi a Tokyo la scelta dei mezzi pubblici a disposizione è veramente ampia, fra metropolitana, autobus, treni, monorotaia, taxi, ecc.. I mezzi più pratici sono sicuramente i treni e le linee metropolitane, infatti sono i più utilizzati anche dai giapponesi, oltre che dai turisti. Gli autobus sono molto soggetti al traffico cittadino e sono abbastanza complicati da utilizzare per un turista, mentre i taxi sono piuttosto costosi. I mezzi su rotaia sono estremamente affidabili e semplici da utilizzare, basta fare un po’ di pratica per imparare ad orientarsi fra l’intreccio di linee che attraversano la città in tutte le direzioni. Sono tredici le linee della metropolitana di Tokyo, alle quali si aggiunge tutta la rete ferroviaria locale

Curiosità

Scopri di più sulla città

Fumo e sigarette

Le sigarette in Giappone sono molto economiche, ma per comprarle in uno dei distributori automatici disseminati per tutta Tokyo dovete avere una carta d’identità giapponese che attesti che abbiate più di 20 anni; in quasi tutti i locali pubblici è consentito fumare, ma è vietato accendersi una sigaretta per strada mentre camminate (ci sono aree apposite con posaceneri).Alcol: la bevanda alcolica più bevuta dai Giapponesi non è il sakè, bensì la birra

Prostituzione

La prostituzione in Giappone non è legale, ma nel quartiere Shinjuku di Tokyo c’è un’altissima concentrazione di girls bar, frequentatissimi il venerdì sera e il più delle volte vietati agli stranieri.

Sport

Uno degli sport più popolari del Giapone è il baseball.

Cinema

La zona a luci rosse Kabuki-cho nel quartiere Shinjuku ha ispirato il film Blade Runner di Ridley Scott; sempre a Shinjukou si trova il lussuoso hotel Park Hyatt, dove è stato ambientato il film “Lost in Translation” di Sofia Coppola.

Calendario

Per indicare giorni e mesi i giapponesi usano il calendario occidentale, ma per indicare l’anno è molto diffuso il sistema imperiale: si calcola l’anno dall’incoronazione dell’ultimo imperatore. Il 2009 corrisponde all’anno Heisei 21, dove Heisei è il nome dato all’attuale regno, e 21 è il numero degli anni da quando Akihito, l’attuale imperatore, è stato incoronato.

Bagni

I moderni bagni giapponesi si chiamano washlet (combinazione delle parole wash e toilet)  in quanto sono dotati di uno speciale pulsante che attiva un “comodo” bidè.  Il pulsante con raffigurata una nota musicale non serve per ascoltare della musica mentre si è impegnati a fare altro…. ma a riprodurre il suono dell’acqua che scorre per coprire rumori imbarazzanti!

Lingua inglese

L’inglese non è molto diffuso in Giappone ma se un turista chiede un’indicazione stradale i giapponesi si fanno in quattro per tentare di aiutarlo. Sono capaci di prendere carta e penna e disegnare all’istante una piccola mappa.

Piatti nelle vetrine dei ristoranti

Quasi  tutti i ristoranti di Tokyo hanno delle vetrine che espongono i modellini dei piatti che propongono.  Inizialmente fatti di cera, oggi sono più che altro di plastica e resine colorate. Kappabashi-dori nel quartiere Asakusa è diventata famosa perché è la via dove gli artigiani locali fabbricano e vendono il cibo di plastica.

Richiedi informazioni per Visitando Tokyo

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scopri le nostre offerte