Visitando Kanazawa

Un viaggio a Kanazawa è come tuffarsi per magia nel Giappone del periodo feudale. Le strade su cui si affacciano le case signorili, gli antichi quartieri del piacere, il castello e il magnifico giardino Kenrokuen, ne fanno una delle mete più affascinanti. Kanazawa è anche un vero e proprio scrigno dell’artigianato artistico: ci sono i kimono di seta Kaga-Yuzen, le ceramiche di Kutani e Ohi, le lacche Wajima trattate sia in foglia che in polvere d’oro, eccetera. Alla grande raffinatezza di questa città contribuiscono anche spettacoli assai prestigiosi di Nō, come pure la famosa cucina tradizionale.

Cosa vedere a Kanazawa

Scopri di più

Santuario di Oyama

Fu costruito nel 1599 in onore del primo signore della famiglia dei Maeda. La struttura della sua porta a tre livelli, in stile olandese e con vetrate nella parte superiore, ne fa un’opera di grande rilievo. La realizzazione di questa porta, che viene chiamata Shinmon, risale alla fine del XIX secolo.A2 minuti a piedi dalla fermata dell’autobus Minamicho (a 10 minuti dalla stazione di Kanazawa).

Residenze di samurai a Nagamachi

Questa zona ha conservato intatta l’atmosfera tradizionale delle residenze dei samurai (bukeyashiki), alcune delle quali sono accessibili al pubblico. Unico nel suo genere, il quartiere, con le sue stradine acciottolate fiancheggiate da muri in misto di fango, cela dimore di lusso. La visita alla residenza Nomura è infatti irrinunciabile, per un tuffo nello stile di vita dei signori del Giappone tradizionale.A 5 minuti a piedi dalla fermata dell’autobus Korinbo (a 10 minuti dalla stazione di Kanazawa).Le informazioni di cui sopra sono valide per la residenza Nomura.

Nagamachi Yuzen kan

La tintura dei kimono di seta secondo la tecnica Yuzen è fra le più rinomate in Giappone. In questo museo è possibile non solo scoprire i segreti e ammirare begli esemplari, ma anche partecipare a un laboratorio di tintura, o semplicemente farsi fotografare abbigliati col tradizionale kimono.

Parco del castello di Kanazawa

Dell’originario castello costruito dal clan Maeda 400 anni fa, non sono rimasti che i giardini, la porta monumentale (Ishikawa-mon) e i bastioni, per quanto alcuni suoi edifici siano stati di recente ricostruiti in modo perfettamente identico. I giardini presentano dei muri in pietra unici in Giappone per la loro progettazione.

Parco di Kenrokuen

Considerato uno dei tre giardini più belli di tutto il Giappone, questo parco paesaggistico di 10 ettari è stato creato nel 1676. A quel tempo era il giardino esterno al castello di Kanazawa. Deve il suo nome di “Giardino dei sei elementi combinati” alle sue sei qualità: immensità, solennità, accurata progettazione, venerabilità, freschezza (per i corsi d’acqua che lo attraversano) e paesaggi incantevoli.

Villa Seisonsaku

Costruita nel 1863 per la madre del tredicesimo signore del clan Maeda, questa splendida villa situata a sud-est del parco di Kenrokuen ospita inoltre una ricca collezione di oggetti d’arte, tramandati dalla famiglia Maeda di generazione in generazione. Ad oggi è classificata come Bene Culturale d’eccezione.

Museo dell’artigianato e di oggetti tradizionali

Il museo espone sia le opere di artigianato tradizionale che hanno reso famosa Kanazawa (ceramiche Kutani, sete Kaga Yuzen, lacche di Wajima), sia gli strumenti e le tecniche utilizzate per la loro produzione.

Museo delle Belle Arti della Provincia di Ishikawa

Il museo espone le opere più belle dell’artigianato artistico e della pittura della Provincia di Ishikawa: alcune sono anzi classificate Patrimonio Nazionale o Beni Culturali d’eccezione.

Museo Honda

Gli oggetti d’arte, le armature e gli oggetti della vita quotidiana della famiglia Honda, il più grande vassallo del clan Maeda.

Museo d’Arte Contemporanea per il XXI secolo

Inaugurato nel 2004, il Museo d’Arte Contemporanea di Kanazawa si è già affermato come un modello di riferimento in questo campo, presentando sia artisti giapponesi che stranieri.

Museo commemorativo Nakamura

Un tempo antica residenza di un ricco distillatore di sake, l’edificio accoglie oggi una collezione di porcellane di Kutani e di utensili necessari per la cerimonia del tè, compresi alcuni pezzi classificati Beni Culturali d’eccezione. È inoltre possibile sorseggiare una tazza di tè verde in polvere (matcha) ammirando il giardino.

Teatro Nō della Provincia di Ishikawa

Questo teatro tramanda dall’epoca di Edo la tradizione del Nō della Scuola Kaga Hosho. Si svolgono rappresentazioni di nô alle 13:00 ogni prima domenica del mese (tranne ad agosto) e anche la seconda domenica dei mesi di aprile e settembre.

Giardino di Gyokusen-en

Una pausa in questo giardino di stile Edo che si può ammirare, sorseggiando una tazza di tè verde in polvere (matcha), accompagnata con dei dolcetti.

Tempio di Myoryuji

Conosciuto anche sotto il nome di Tempio dei ninja, a Myoryuji si cammina tra scale a scomparsa, stanze nascoste, tunnel segreti, trappole e porte dal passaggio occultato.

Forno Kosen di ceramiche Butani

L’unico forno installato a Kanawaza propone al suo interno dimostrazioni di tutto il processo di creazione della ceramica Kutani. Ci si può anche cimentare nella decorazione di oggetti.

Casa della geisha di Ochaya Shima

L’antico quartiere di Higashi Chaya-machi, con le sue stradine fiancheggiate da case di geisha con finestre in listelli di legno e grandi porte, ha serbato intatta la sua atmosfera di quartiere del piacere. Casa di Shima, perfettamente conservata, è aperta al pubblico e può offrire spettacoli di musica dal vivo e di danza tradizionale di geisha.

Museo di Yasue della foglia d’oro

La quasi totalità della produzione giapponese in foglia d’oro ha origine a Kanazawa. Qui vengono presentati gli oggetti lavorati a foglia d’oro insieme agli strumenti che servono per produrli.

Mercato di Omi-cho

170 commercianti di frutta e verdura, di pesce e di tutte le derrate alimentari si radunano in questo mercato coperto, quasi trecentenario. Una festa dei sensi in un luogo istituzionale della città di Kanazawa.

Sorgenti termali di Yuwaku

A 45 minuti dalla stazione di Kanazawa, prendendo l’autobus numero 12, si trova una rinomata stazione termale, piccolo villaggio ai piedi del Monte Ito. Ecco l’occasione per rilassarsi traendo benefico sollievo dalle sorgenti d’acqua calda di origine vulcanica.

Richiedi informazioni per Visitando Kanazawa

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scopri le nostre offerte